Ginnastica, Olimpiadi Europee – Estratte suddivisioni e rotazioni: Italia fortunata in fondo

Italia-ginnastica-Mondiali-Nanning-3.jpg

Sono state sorteggiate le suddivisioni e gli ordini di rotazione per la prima storica edizione dei Giochi Olimpici Europei che si disputeranno a Baku (Azerbaijan) dal 12 al 28 giugno.

Si tratta di una competizione multisportiva, ricalcata sul modello delle Olimpiadi vere e proprie, a cui partecipano solo atleti provenienti dal Vecchio Continente.

 

La ginnastica artistica sarà presente con una formula totalmente stravolta. Il turno di qualificazione sarà diviso in due parti (il primo giorno due attrezzi femminili e tre maschili; il secondo giorno gli altri attrezzi previsti) e assegnerà direttamente le medaglie della gara a squadre, senza la disputa di una Finale per team. Uomini e donne gareggeranno insieme fin dai turni di qualifica.

Solo un atleta per Nazione potrà partecipare alle Finali individuali: l’all-around è aperto a 18 atleti (contro i tradizionali 24); gli atti conclusivi di specialità sono riservati ai migliori 6 ginnasti (contro i tradizionali otto).

 

Italia molto fortunata al femminile: saremo l’ultima grande Nazione a scendere in pedana. Le azzurre partiranno dal volteggio, nella sesta suddivisione, per poi trasferisci alle parallele asimmetriche. Nella seconda giornata partenza a freddo dalla trave, questo è il fattore negativo del sorteggio.

Le ragazze di Enrico Casella (chiamiamole così, anche se il DT non sarà in pedana per questo evento) gireranno insieme alla Polonia di Marta Pihan-Kulesza, alla Bulgaria in difficoltà (ammessa ai Giochi per il rotto della cuffia) e a un gruppo misto composto da atlete di Turchia, Slovacchia e Lussemburgo: non delle grandi compagne di viaggio da prendere come punto di riferimento.

Dopo le lamentele degli Europei, che ci avevano visti partire nelle prime suddivisioni, l’urna (anche se in occasione meno importante) è stata benevola e ci ha aiutato.

 

È andata malissimo alla Gran Bretagna della rientrante Rebecca Tunney: prima suddivisione, insieme all’Ucraina. La favoritissima Russia sarà in seconda suddivisione, ma Aliya Mustafina e Vika Komova non dovrebbero avere problemi a conquistare l’oro a squadre e a raggiungere diverse finali.

Attenzione anche alla Germania di Elisabeth Seitz e alla Svizzera della Campionessa d’Europa Giulia Steingruber, impegnate insieme in quarta suddivisione (elvetiche dal volteggio, teutoniche dagli staggi). La Romania di Diana Bulimar (gareggerà dopo il forfait di Torino?) precederà l’Italia: quinta suddivisione per le ragazze di Octavian Bellu, insieme agli interessanti Paesi Bassi.

Sostanzialmente dopo la suddivisione dell’Italia i giochi saranno decisi, anche se non bisogna trascurare la Francia in settima che sarà accompagnata dal Belgio.

 

Al maschile invece è andata un po’ peggio. L’Italia è nella seconda suddivisione con Germania, Russia, Grecia, Polonia e un gruppo misto composto da atleti di Slovacchia, Svezia e Slovenia. La competizione si disputerò sulle cinque rotazioni.

 

CLICCA QUI PER SUDDIVISIONI E ORDINI DI ROTAZIONE FEMMINILE

CLICCA QUI PER SUDDIVISIONI E ORDINI DI ROTAZIONE MASCHILE

Lascia un commento

Top