Volley, Italia: riscattare il 2014 da incubo! Quattro occasioni, sulla strada verso le Olimpiadi

Dragan-Travica-sconsolato.jpg

La grande estate della Nazionale Italiana di volley maschile sta per iniziare. Venerdì prossimo tutti in campo ad Adelaide (Australia) per la prima giornata della World League.

Gli azzurri sono chiamati a una grande stagione durante la quale dovranno riscattare gli incubi del 2014, scacciare i fantasmi visti 12 mesi fa: la disfatta del Mondiale è ben impressa, “bisogna mettere del sale sopra a quella ferita” come ha dichiarato lo stesso Mauro Berruto.

 

Ripartire dalle umiliazioni subite in Polonia, da quel 13esimo posto (peggior risultato degli ultimi trent’anni in una rassegna iridata), rimboccarsi le maniche e disputare un eccezionale 2015.

Le occasioni di riscatto sono moltissime, la formazione promette bene, i giocatori sono dei campioni affermati che non devono temere nulla e nessuno.

Si parte con la World League. L’Italia è inserita nella Pool A con Brasile, Serbia e Australia: due incontri per weekend, andata e ritorno con tutte le altre squadre per sei fine settimane e dodici partite di assoluto spettacolo. Girone duro che ci metterà alla prova. L’obiettivo è qualificarsi alle Final Six che si disputeranno al Maracanazinho di Rio de Janeiro, dove tra un anno si giocheranno le Olimpiadi: sarà un test davvero importante. I verdeoro sono già qualificati, gli azzurri devono stare davanti a una tra Serbia e Australia: missione tutt’altro che impossibile.

 

Nel frattempo si disputerà anche la prima storica edizione dei Giochi Olimpici Europei. A Baku invieremo una formazione giovane che proverà quantomeno a superare il girone eliminatorio, impreziosito dai titolarissimi della Germania e dai Campioni Olimpici della Russia.

L’appuntamento più importante è in realtà la Coppa del Mondo. A settembre si volerà in Giappone per provare ad acciuffare uno dei due pass di qualificazione alle Olimpiadi: vincere il trofeo o conquistare il secondo posto per volare direttamente a Rio, senza passare dagli ostici tornei di gennaio 2016 (e ripescaggio successivo).

Un round robin con 12 squadre: Russia, Polonia, Iran e USA le avversarie più pericolose che si frappongono tra gli uomini di Berruto e il sogno olimpico, per continuare a difendere la medaglia di bronzo conquistata a Londra. Debutterà Juantorena, rientrerà Parodi, servirà una super squadra per farci già festeggiare.

 

E poi la grande chiusura: gli Europei in casa. Girone eliminatorio e quarti di finale a Torino, la città natale di Mauro Berruto. L’Italia è reduce da due argenti continentali consecutivi: che questa sia la volta buona? Sòfia aspetta perché quello che manco a questo gruppo, sempre a medaglia negli ultimi 3 anni (Mondiali 2014 esclusi), è proprio il successo finale.

 

Articoli correlati:

Tutto il calendario dell’Italia per il 2015: programma, date, sedi tra World League, Europei, Coppa del Mondo

Oggi inizia la stagione dell’Italia! Azzurri a Roma, tra assenti e presenti verso l’Australia

Azzurri ai raggi X: com’è andata la stagione? Su chi puntare?

Italia: quanti duelli in tutti i ruoli? Quali saranno i titolari?

One thought on “Volley, Italia: riscattare il 2014 da incubo! Quattro occasioni, sulla strada verso le Olimpiadi”

  1. alebi scrive:

    Troppi appuntamenti quest’anno, con l’unico vero importante rappresentato dalla Coppa del Mondo (mannaggia a chi ha voluto gli Europei per metà in Italia quest’anno… poi no comment sul periodo). Non so che squadra si vedrà durante l’estate, ma i pezzi da novanta saranno tutti preservati per il Giappone. Sarà interessante vedere come si organizzeranno anche le altre big, soprattutto le squadre europee, per le quali la qualificazione alle Olimpiadi è sempre più difficile che per il resto del mondo (anche qui ci sarebbero da rivedere alcune cose secondo me)

Lascia un commento

Top