Tuffi, World Series 2015: Cina con il brivido a Windsor, Ware-Abel testano il 5154B

Jennifer-Abel-tuffi-foto-da-Rostock-2015.jpg

La Cina cala un altro poker nella giornata inaugurale della quinta tappa delle World Series 2015 di tuffi a Windsor, ma lo fa senza dominare come di consueto e rischiando addirittura di perdere la medaglia più ambita nelle due finali da 10 metri.

La nazionale asiatica si presenta infatti in Canada con qualche novità rispetto alle precedenti uscite e dimostra di dover oliare ancora la sincronia tra gli atleti. Jang Yian affianca Lin Yue al maschile e una sbavatura nel doppio e mezzo indietro con due avvitamenti conclusivo fa tremare i due cinesi: alla fine c’è l’oro a quota 433.50, ma gli Stati Uniti d’America sono subito dietro. Ottima la gara di David Boudia e Steele Johnson, che ottengono 90.78 punti con il triplo e mezzo rovesciato e chiudono argento a quota 431.52 mangiandosi anche le mani per un errore nel quadruplo e mezzo avanti. Bronzo per i tedeschi Patrick Hausding e Sascha Klein (430.92, gran prova del secondo), mentre per la prima volta dopo quattro tappe scende dal podio il Messico dei super-coefficienti.

A sfiorare l’impresa nella prova femminile è invece la Gran Bretagna. Tutti si aspettavano il Canada padrone di casa, ma Roseline Filion e Meaghan Benfeito sono terze con 317.28. Sorridono le due ’98 Si Yajie e Lian Jie (327.90 con 81.60 nel triplo mezzo rovesciato), mentre Tonia Couch e Sarah Barrow vanno vicinissime al colpaccio con liberi di alto livello e si fermano a due lunghezze dall’oro. La Cina trionfa più agevolmente dal trampolino: He Chong ed He Chao sono padroni con 429.87 su Messico (421.92) e Germania (409.83) ed He Zi e Wang Han battono con 316.80 punti Australia (302.10) e Canada (288.81) al termine di una finale in cui le azzurre Tania Cagnotto e Francesca Dallapè avrebbero potuto addirittura sognare il successo. Da segnalare il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti eseguito da Pamela Ware e Jennifer Abel: il risultato è insufficiente (52.02), ma ormai anche il bronzo di Barcellona 2013 sta facendo suo il nuovo tuffo da coefficiente 3.4.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Rostock 2015

Lascia un commento

Top