Giro d’Italia 2015: Contador stringe i denti e parte

Alberto-Contador-comunicato-Rcs-libera-Del-Zennaro.jpg

Alberto Contador stringe i denti. Lo spagnolo sarà al via della settima tappa del Giro d’Italia 2015, la più lunga in assoluto (264 km da Grosseto a Fiuggi). Dopo la caduta di ieri nell’arrivo in volata di Castiglione della Pescaia, il vincitore della Vuelta 2014 si era sottoposto ad un’indagine radiografica e ad un’ecografia alla spalla sinistra, dalle quali si era evidenziata una leggere instabilità dell’articolazione sinistra rispetto alla controlaterale.

In mattinata, poi, è arrivata la decisione di provarci, come ha annunciato Stefano Feltrin, general manager della Tinkoff Saxo, a Tuttobiciweb: “Alberto ha riposato abbastanza bene, stamane ha subito indossato i suoi abiti da ciclista ed è sceso a far colazione con i compagni di squadra. E ha decsio di ripartire. È un primo passo, importante certo, ma solo un primo passo. Dovremo vedere come andrà la giornata di oggi, lunghissima, soprattutto alla luce di quel che potrà accadere domani in salita“.

Il lungo chilometraggio, in effetti, non gioca a favore del corridore iberico, soprattutto in vista del duro arrivo in salita di domani a Campitello Matese. Come già accaduto al Tour 2014, la sfortuna si è abbattuta su Alberto Contador. Questa volta il “Pistolero” vuole provare fino in fondo a vincere il destino.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top