Equitazione: doppio podio di Garcia a Linz, ma l’Italia è esclusa dalla Nations Cup!

Juan_Carlos_Garcia_su_Paulin_-ph_De_Lorenzo.jpg

Il CSIO quattro stelle di Linz-Ebelsberg avrebbe dovuto vedere anche la partecipazione dell’Italia per quanto riguarda la prova di Nations Cup, ma la squadra azzurra è stata esclusa all’ultimo dalla prova. Chiariamo subito che la prova austriaca fa parte del calendario della seconda divisione europea, e che questo non inficia dunque la stagione dell’Italia, che quest’anno gareggia nella massima serie. L’episodio ha comunque indispettito la FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), che, in base a quanto si legge sul sito federale, è stata tenuta all’oscuro di tutto, convinta di dover schierare un quartetto nella gara odierna.

Per la cronaca, la prova è stata vinta dalla Repubblica Ceca (Zuzana Zelinková su Caleri II, Emma Augier de Moussac su Charly Brown, Ondřej Zvára su Cento Lano ed Aleš Opatrný su Acovardo), che ha ottenuto solamente due punti di penalizzazione. Alle spalle dei cechi si è classificata l’Ucraina, con otto penalità, seguita dalla Germania, con tredici.

Nonostante l’esclusione dalla competizione a squadre, l’Italia si è comunque tolta ottime soddisfazioni grazie a Juan Carlos Garcia. L’esperto cavaliere azzurro ha ottenuto ieri un secondo posto nella prova contro il tempo con ostacoli ad 1.50 metri. In sella a Gitano V Berkenbroeck, Garcia ha chiuso in 65″01, mentre il vincitore Hugo Simon su CT ha fatto esultare il pubblico austriaco terminando in 64″00. In terza posizione si è classificato il messicano Santiago Lambre su Rahmannshof Before (65″19), mentre l’altro italiano Bruno Chimirri ha chiuso settimo su Luca (67″67).

Oggi, invece, la prova in due fasi con ostacoli ad 1.45 metri ha visto primeggiare l’amazzone ceca Emma Augier de Moussac su Danth Rdps (35″14), mentre Garcia ha conquistato nuovamente la piazza d’onore, questa volta montando Zilver (36″06). A completare il podio è stato l’irlandese Jonathan Gordon su Emma Brown (36″10).

Passiamo ora al CSI cinque stelle di Shanghai, in Cina, competizione che domani vedrà lo svolgimento di una nuova tappa del Global Champions Tour 2015. La gara inaugurale di oggi, una prova contro il tempo in due fasi (1.45 m) ha visto il successo dello statunitense Kent Farrington su Blue Angel (32″80) davanti al tedesco Marco Kutscher su van Gogh (33″33) ed allo svizzero Pius Schwizer su Dundee v. Dwerse Hagen (33″67).

Lo stesso Kutscher è poi andato a vincere su Cornet’s Cristallo la prova contro il tempo con jump-off (36″28), battendo lo svedese Henrik von Eckermann su Gotha FRH (37″33) e l’olandese Marc Houtzager su Sterrehof’s Uppity (37″82).

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDOO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top