Volley, SuperLega – Playoff scudetto: Trento e Modena in semifinale, Macerata si salva: alla bella!

Earvin-Ngapeth-SuperLega.jpg

Le prime due della classe volano in semifinale playoff. Trento e Modena replicano il successo di gara1, vincono anche le gare2 dei quarti in trasferta e si aggiudicano la serie, proseguendo la loro rincorsa verso lo scudetto di volley maschile.

I dolomitici, come da pronostico, soffrono sull’ostico campo di Molfetta. I pugliesi sono sempre stati difficili da battere davanti al pubblico amico e non si sono tirati indietro nemmeno questa volta. Sotto 1-0 e 2-1, hanno trascinato i ragazzi di Stoytchev al tie-break ma nel parziale decisivo è saltata fuori tutta l’esperienza dei vincitori della regular season.

19 muri e 8 aces: questa è stata la firma della Energy T.I. Diatec. Kaziyski top scorer (15 punti, 4 aces), centrali magistrali con i 6 muri di Birarelli e le 5 stampatone di Solè, 14 punti anche per Lanza. A Molfetta non bastano le 21 marcature di Sket e le 17 di Torres, per allungare alla bella la loro prima storica apparizione nei playoff.

 

I canarini vincono invece il derby con Ravenna, perdendo il primo set e poi rimontando abbastanza agevolmente. Protagonista indiscusso uno scatenato Earvin Ngapeth (23 punti), ben servito dal solito Bruninho. La banda Lorenzetti prosegue così la propria rincorsa verso il tricolore e attende la vincente della sfida tra Latina e Macerata. La CMC si è spenta gradualmente dopo il primo avvio, sostenuta soprattutto da una corale prestazione a muro (11).

 

Macerata ha seriamente rischiato l’eliminazione. I Campioni d’Italia, dopo aver perso gara1 in casa, erano costretti ad espugnare il campo di Latina per prolungare la serie alla balla. Sopra 2-1, i cucinieri si sono fatti trascinare al tie-break e, fino al 10-10, hanno tremato prima di piazzare la stoccata vincente che rimanda la contesa alla bella di mercoledì.

I marchigiani hanno faticato davvero tanto, pagando la voglia e l’energia dei laziali, bravissimi a tenere viva la serie. Giuliani ha cambiato molte volte formazione, alternando i due liberi (Henno e Paparoni), i due palleggiatori (Monopoli e Ricardinho), i due opposti (Fei e Sabbi), ma venendo a capo della contesa solo dopo due ore di autentica battaglia.

Top scorer a sorpresa Jiri Kovar che si ritrova nel momento più importante (16 punti), 14 marcature per Fox Fei ma sono da sottolineare i 15 punti (3 muri) di Podrascanin. Latina si è aggrappata ai soliti Starovic (25 punti, 5 aces) e Urnaut (24), scontando l’assenza forzata di Van De Voorde.

 

Perugia ristabilisce la parità e il fattore campo. Gli umbri, dopo aver perso gara1 al PalaEvangelisti, espugnano il PalaOlimpia di Verona e ora avranno la possibilità di giocarsi la bella in casa (mercoledì 22, ore 20.30). I biancorossi riscattano l’opaca prestazione di settimana scorsa, registrano al meglio la ricezione, rispondono bene a muro, sfoderano una prestazione monstre al servizio e si fanno trascinatori dai soliti cacciabombardieri: Fromm 19 punti, Atanasijevic 18, ma soprattutto 6 aces e 3 muri per il palleggiatore De Cecco, bravo a mandare in confusione gli scaligeri.

 

Di seguito tutti i risultati dettagliati di gara2 dei quarti di finale e il tabellone dei playoff:

Exprivia Neldiritto Molfetta vs Energy T.I. Diatec Trentino      2-3 (20-25; 25-22; 15-25; 25-23; 10-15)

CMC Ravenna vs Parmareggio Modena        1-3 (29-27; 19-25; 19-25; 21-25)

Top Volley Latina vs Cucine Lube Banca Marche Macerata      2-3 (23-25; 25-17; 22-25; 25-12; 12-15)

Calzedonia Verona vs Sir Safety Perugia       1-3 (19-25; 14-25; 26-24; 23-25)

 

PLAYOFF SCUDETTO – QUARTI DI FINALE (al meglio delle 3):

[1] Trento vs [8] Molfetta          2-0

[4] Perugia vs [5] Verona       1-1

[2] Modena vs [7] Ravenna       2-0

[3] Macerata vs [6] Latina      1-1

 

PLAYOFF SCUDETTO – SEMIFINALI (al meglio delle 3):

[1] Trento vs [4] Perugia/ [5] Verona

[2] Modena vs [3] Macerata/ [6] Latina

Lascia un commento

Top