Tuffi, Grand Prix Gatineau: Canada ancora protagonista, Laura Marino vola verso Rostock

Laura-Marino-tuffi-foto-pagina-fb-laura-marino.jpg

Doveva essere una giornata ricca di spunti e così è stata la quarta (e ultima) del Grand Prix Fina di Gatineau. Una domenica che ha visto nuovamente protagonista il Canada padrone di casa, ancora con il settore maschile. Philippe Gagne, dopo aver vinto ieri con François Imbeau-Dulac il sincro 3 metri, ha trionfato anche in quello da 10 con Vincent Riendau (426.66) sfruttando un errore dei cinesi Huang Bowen e Wang Aqui (420.39) nel triplo e mezzo carpiato e si è messo al collo un prezioso bronzo individuale dal trampolino con l’ottimo punteggio di 480.60 dietro al messicano Jahir Ocampo (527.35, prestazione esemplare senza mai scendere sotto l’8) e al francese Matthieu Rosset (498.70, buona conferma dopo gli allenamenti a Sidney).

Allenamenti a Sidney che potrebbero aver svoltato la carriera della connazionale Laura Marino, classe 1993, professione piattaformista. Di lei in passato si è sempre parlato benissimo per l’eleganza nelle esecuzioni spesso però non supportata da coefficienti all’altezza. Invece ora il giusto mix sembra essere stato raggiunto, e se prima di questa gara la transalpina faceva paura in ottica Europei di Rostock, ora potrebbe essere addirittura considerata la favorita numero uno. Forse è un po’ prematuro, ma il nuovo personal best di 370.10 che le è valso il terzo posto da 10 metri dietro alla straordinaria cinese Ji Siyu (419.45, anche quattro 10) e alla canadese Roseline Filion (391.30, gara di alto livello con PB) e davanti a Meaghan Benfeito (364.20, abbondante nella verticale) è un biglietto da visita pesante.

Benfeito che, come Jennifer Abel ieri da 3 metri, non è riuscita neanche a salire sul podio pur partendo con tutti i favori del pronostico e la calda spinta del pubblico. Il Canada (tutto) femminile rimane dunque a quota zero ori, anche perché Abel e Ware sono seconde nel sincro dal trampolino con 320.28 punti (vittoria per la Cina, 321.60). La stessa Abel, tuttavia, può festeggiare per il successo nel sincro misto 3 metri con François Imbeau-Dulac, coppia già ampiamente rodata nelle World Series e tra le principali candidate a una medaglia mondiale. 322.29 punti e un doppio e mezzo avanti con due avvitamenti (coefficiente 3.4) da 82.62 per i nordamericani.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Laura Marino

Tag

Lascia un commento

Top