Giro del Trentino 2015: il percorso e le tappe. Pozzovivo sfida Porte

Ciclismo-Domenico-Pozzovivo-Domenico-Pozzovivo-Fan-Club-FB.jpg

Prenderà il via domani la 39ma edizione del Giro del Trentino, breve corsa a tappe propedeutica per il raggiungimento della miglior condizione in vista dell’imminente Giro d’Italia.

Quattro le frazioni in programma. Si inizia con una cronometro a squadre completamente piatta di 13.3 km da Riva del Garda ad Arco. Si comincia a salire nella seconda tappa, quando i corridori affronteranno il temibile Monte Velo, prima dell’arrivo a Brentonico (GPM di seconda categoria, ma ultimo chilometro con pendenza media del 10% e punte del 15%).

La tappa regina, con ogni probabilità decisiva per la classifica finale, sarà poi la terza, da Ala a Fierozzo Val dei Mocheni. Ben 6 i GPM da affrontare, il più impegnativo dei quali sarà il penultimo: sul Passo del Redebus (1453 metri) i distacchi lieviteranno, con un tratto di 5 km al 9% di pendenza media. Più irregolare l’ascesa che porterà all’arrivo di Fierozzo, con rampe dal 10 al 13%.

Probabile fuga da lontano, infine, nell’ultima frazione (mossa) da Malé a Cles.

Il più serio pretendente al successo della classifica finale sarà l’australiano Richie Porte (Team Sky), tra i grandi favoriti per la Corsa Rosa, anche in virtù di una lunghissima cronometro da 60 km. Punta al successo finale anche Domenico Pozzovivo (AG2R), tra i più attesi anche in ottica Liegi-Bastogne-Liegi. Sempre in casa AG2R, andrà monitorato con attenzione il francese Jean-Christophe Peraud, secondo al Tour de France 2014. Presente anche il canadese Ryder Hesjedal (Cannondale-Garmin), vincitore del Giro d’Italia 2012. Forfait dell’ultima ora, invece, per Fabio Aru (Astana), colpito da un attacco di dissenteria e vomito. Il sardo ha preferito non rischiare e tornerà in gara la prossima settimana al Giro di Romandia.

Diversi i corridori italiani da seguire: dai giovani Davide Villella e Iuri Filosi, ai veterani Damiano Cunego e Franco Pellizzotti, fino ad un Moreno Moser alla ricerca di se stesso. Presente anche la nazionale del ct Davide Cassani, composta da una nidiata di giovani promettenti, cui farà da chioccia l’intramontabile Luca Paolini, recente vincitore della Gand-Wevelgem.

Il percorso

Martedì 21 aprile: prima tappa, Riva del Garda-Arco (cronometro a squadre, 13,3 km)
Mercoledì 22 aprile: seconda tappa, Dro-Brentonico (168,2 km)
Giovedì 23 aprile: terza tappa, Ala-Fierozzo Val dei Mocheni (183,8 km)
Venerdì 24 aprile: quarta tappa, Malè-Cles (161,5 km)

CLICCA QUI PER LA STARTING LIST COMPLETA

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@olimpiazzurra.com

Foto: Fans Club Domenico Pozzovivo

 

Tag

Lascia un commento

Top