Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Roda non si accontenta: “Ha pesato l’infortunio di Goggia. Dalle discipline tecniche maschili vogliamo di più”

Pubblicato

il

Flavio Roda
Roda / LaPresse

Titoli di coda sulla stagione della Coppa del Mondo di sci alpino femminile. A Saalbach (Austria), il giorno della discesa che farà calare il sipario su quest’annata. Un percorso nel quale Federica Brignone è stata primattrice senza se e senza ma, con sei vittorie e tredici podi e le piazze d’onore nella classifica generale, gigante e di superG.

Movimento delle donne che ha avuto, indubbiamente, nella campionessa valdostana, dovendo fare i conti però anche con gli infortuni di altre grandi interpreti. Il riferimento a Sofia Goggia viene spontaneo, senza dimenticarci di Elena Curtoni. Presente nelle Finali di Coppa del Mondo, il presidente della FISI, Flavio Roda, si è pronunciato sui vari temi d’attualità.

Una bella stagione, peccato per gli infortuni. E’ stata una pecca di questa Coppa del Mondo, pensando in casa nostra a quanto accaduto a Sofia (Goggia, ndr). Ragazze, comunque, bravissime ed eccezionale Federica. Lei è incredibile per l’energia che ha, una trascinatrice per il resto del gruppo“, ha dichiarato Roda ai microfoni di RaiSport HD.

Il n.1 della FISI non si è nascosto dietro un dito, parlando delle prestazioni degli uomini: “Bene nella velocità perché i buoni risultati sono arrivati, nelle discipline tecniche ci aspettavamo invece molto di più“.