Seguici su

Ciclismo

UAE Tour 2024: Ben O’Connor trionfa in salita, Jay Vine nuovo leader

Pubblicato

il

Ben O'Connor
Ben O'Connor - JASPER JACOBS/Belga / IPA

Aveva già impressionato nella prima parte di stagione con una vittoria alla Vuelta Murcia, dà spettacolo anche all’UAE Tour Ben O’Connor: l’australiano domina nel primo arrivo in salita, la terza tappa con arrivo in vetta a Jebel Jais. Il capitano della Decathlon AG2R La Mondiale trionfa davanti a Jay Vine che salva una UAE Emirates non in gran giornata, andando a vestire la maglia di leader della classifica generale.

Prima parte di gara molto insidiosa. La fuga ha fatto fatica ad andare via, il protagonista all’attacco è stato soprattutto Mark Stewart (Team Corratec – Vini Fantini) che due volte è andato in avanscoperta prima con Silvan Dillier (Alpecin – Deceuninck) e poi con Jonas Rickaert (Alpecin – Deceuninck). Gruppo che però non ha lasciato spazio visto che il vento laterale ha costretto le squadre dei big a stare spesso e volentieri davanti (si era anche spezzato il plotone per poi ricompattarsi), con anche la caduta nel frattempo di Adam Yates, rientrato prontamente.

Approcciata l’ultima salita la UAE Emirates si è messa a dettare il ritmo in gruppo e nel frattempo, proprio per Yates, capitano della compagine emiratina, è arrivato il ritiro. Dal plotone è arrivato l’attacco della Movistar con Einer Rubio, vincitore sulla stessa salita l’anno scorso. Il lavoro devastante è stato di un eccezionale Mikkel Bjerg che ha messo in fila tutti gli uomini di classifica.

Il tutto si è andato a decidere all’ultimo chilometro con l’attacco in coppia della Decathlon AG2R La Mondiale a lanciare Ben O’Connor. L’australiano è stato strepitoso nello staccare tutti i rivali e a trionfare: alle sue spalle Jay Vine (UAE Team Emirates) che è stato l’unico a provare a rispondere. Poi il gruppo regolato da Lennert Van Eetvelt (Lotto Dstny) davanti a Max Poole (Team dsm-firmenich PostNL) e Ilan Van Wilder (Soudal – Quick Step). Ha perso contatto sul finale il leader della classifica generale Brandon McNulty (UAE Emirates).