Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, niente superG oggi in Val di Fassa: cosa è successo e quando si recupera. Brignone danneggiata

Pubblicato

il

Federica Brignone
Brignone / Lapresse

L’atteso superG femminile di Coppa del Mondo di sci alpino oggi non su disputerà in Val di Fassa. Colpa dell’abbondante nevicata che si è abbattuta negli ultimi due giorni sul Passo San Pellegrino. Già ieri le condizioni della pista lasciavano presagire una cancellazione, che puntuale si è materializzata oggi.

Peraltro anche la gara di domani è a fortissimo rischio. La nevicata al momento è cessata, ma dovrebbe ricominciare in maniera esigua già nel tardo pomeriggio di oggi, per poi intensificarsi tra la serata e la nottata. Dunque è possibile che il lavoro odierno degli organizzatori, che faranno di tutto per ripulire il pendio, venga vanificato dalle avverse condizioni atmosferiche.

La gara odierna, ad ogni modo, non sarà recuperata, come sta accadendo a tutte quelle cancellate in questa seconda parte di stagione. L’intero fine settimana di Garmisch, ad esempio, non è stato recuperato. Se non dovesse disputarsi per intero il programma della Val di Fassa, la Coppa del Mondo riprenderebbe la prossima settimana sulle nevi norvegesi di Kvitfjell con una discesa ed un superG.

Chiaramente tra le più danneggiate dalla cancellazione del superG in Val di Fassa c’è Federica Brignone, terza nella classifica di specialità con 326 punti: la competizione odierna sarebbe stata un’ottima occasione per provare a guadagnare qualcosa o superare la svizzera Lara Gut-Behrami (360) e l’austriaca Cornelia Huetter (355).

Una eventuale cancellazione di entrambi i superG potrebbe inoltre tenere in corsa per la classifica generale anche l’americana Mikaela Shiffrin, al momento staccata di 205 lunghezze da Gut-Behrami. Va detto che la statunitense dovrebbe tornare in gara solo ad Are, dunque l’elvetica avrebbe ancora a disposizione le prove veloci di Kvitfjell per piazzare l’allungo decisivo.