Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, cancellato lo slalom di Bansko. Noel era in testa, Sala e Vinatzer bravi in condizioni estreme

Pubblicato

il

Alex Vinatzer
Alex Vinatzer/FISI Pentaphoto

Lo slalom di Bansko è stato cancellato. Dopo 31 atleti scesi nella prima manche, la giuria ha deciso di fermare la gara per le condizioni climatiche davvero proibitive e per una pista ritenuta non sicura. La pioggia mista alla neve aveva già reso al limite del regolare la prima parte di gara e chi è partito con i primi pettorali aveva avuto un vantaggio enorme. Infatti già dopo quattro discese era diventato quasi impossibile provare ad ottenere un crono decente.

In vetta alla classifica c’era il francese Clement Noel, che vive una seconda beffa dopo lo slalom di Chamonix. Il francese era in testa anche domenica scorsa dopo la prima manche, ma non era riuscito a tenere la leadership, subendo la rimonta di Daniel Yule, che aveva sfruttato le condizioni disastrose del manto nevoso, recuperando dal trentesimo al primo posto.

In seconda posizione si trovava il norvegese Timon Haugan, partito con il pettorale numero 1 e staccato di 27 centesimi dal transalpino. Terza piazza per il norvegese Henrik Kristoffersen (+0.38), mentre quarto era lo svizzero Loic Meillard (+1.04).

Manuel Feller aveva concluso al quinto posto ad 1.30 dalla vetta, ma già per l’austriaco con il pettorale 5 era stato quasi impossibile cercare un buon crono all’arrivo. Sesto lo svizzero Daniel Yule (+1.33) davanti al tedesco Linus Strasser (+1.40) e al norvegese Alexander Steen Olsen (+1.50).

Gli azzurri erano stati molto bravi ed erano riusciti a limitare i danni in condizioni davvero impossibili. Tommaso Sala con il 13 era nono a poco più di due secondi (+2.07), mentre Vinatzer con il 20 aveva concluso decimo a 2.20 da Noel. Un distacco enorme quello accumulato, invece, da Tobias Kastlunger (+3.84), 26°.