Seguici su

Formula 1

F1, la stagione da separati in casa di Sainz e Hamilton. Gestione del box complicata per Ferrari e Mercedes

Pubblicato

il

Carlos Sainz
Sainz / IPA Sport

Il largo anticipo con cui è arrivata la notizia del clamoroso passaggio di Lewis Hamilton alla Ferrari nel 2025 provocherà un imprevedibile effetto domino sul mercato piloti del Mondiale di Formula Uno, condizionando però almeno in parte l’andamento della stagione attuale all’interno dei box della Mercedes e della Scuderia di Maranello.

Hamilton e Carlos Sainz (che lascerà a fine anno il suo posto al “Re Nero” sulla Rossa) si apprestano a vivere infatti un 2024 da separati in casa, dato che entrambi hanno la certezza di andare altrove l’anno prossimo. Di solito queste dinamiche si vengono a creare dopo la pausa estiva, quindi negli ultimi mesi del campionato, mentre il britannico e lo spagnolo hanno dovuto fare i conti con questa situazione ancor prima dei test invernali.

A un certo punto della stagione, i due piloti cominceranno ad essere esclusi quasi sicuramente da alcune riunioni tecniche dei rispettivi team in modo da non svelare dei segreti (magari sul progetto 2025 o addirittura 2026) alle loro future squadre. Da capire anche come evolveranno le gerarchie in casa Ferrari e Mercedes nella gestione dei muretti box per le strategie durante i weekend di gara.

Hamilton e soprattutto Sainz (non confermato dalla casa emiliana), all’ultimo anno del loro percorso a Brackley e Maranello, potrebbero infatti decidere di non sacrificarsi per aiutare i rispettivi teammate in determinate situazioni. D’altronde il loro futuro è già segnato (nel senso che correranno per un altro team dal 2025), quindi rischia di scemare lo spirito di squadra non dovendo più convincere i dirigenti per ottenere un rinnovo di contratto.