Seguici su

Pallanuoto

Pallanuoto, l’Italia conquista la Sardinia Cup! Il Settebello piega il Montenegro ai rigori

Pubblicato

il

Il Settebello vince il Torneo 4 Nazioni – Sardinia Cup, torneo propedeutico ad Europei e Mondiali di pallanuoto: a Cagliari, nella terza ed ultima giornata, l’Italia supera il Montenegro ai tiri di rigore per 9-8 dopo il 5-5 dei tempi regolamentari nel match che valeva il successo nella manifestazione. Nell’altra sfida di giornata l’Australia supera per 11-9 la Francia e chiude la manifestazione al terzo posto, lasciando ai transalpini l’ultima piazza.

Nel primo quarto le due squadre si studiano, il gioco langue e le difese prevalgono sugli attacchi anche in inferiorità numerica, tanto che la frazione si chiude sullo 0-0. Nel secondo parziale è l’Italia a sbloccare lo score, con la rete di Presciutti con l’uomo in più, ma subito il Montenegro impatta con Perkovic. I balcanici passano in vantaggio col tiro di rigore trasformato da Ukropina, ma questa volta è il Settebello a pareggiare alla prima occasione con Damonte. L’Italia ha l’occasione per riportarsi in vantaggio, ma Di Fulvio si fa parare un rigore da Tesanovic, e subito il Montenegro punisce gli azzurri col gol di Durdic che vale il 3-2 per i montenegrini a metà gara.

Nel terzo periodo l’avvio del Settebello è positivo e Damonte sfrutta la superiorità numerica per pareggiare. Superata la metà del parziale, però, il Montenegro torna a condurre con la rete di Popadic con l’uomo in più. L’Italia pareggia subito grazie alla rete di Presciutti, subito seguita, però, dall’espulsione definitiva di Iocchi Gratta. I balcanici mettono nuovamente la testa avanti grazie ad Ukropina, autore della marcatura del 5-4 per gli ospiti. Nell’ultimo quarto anche Popadic incappa nell’espulsione definitiva, poi è Condemi a pareggiare i conti su tiro di rigore. Negli ultimi minuti arriva l’espulsione definitiva di Radovic, ma l’equilibrio non si spezza ed il punteggio resta bloccato sul definitivo 5-5.

Pallanuoto, i convocati del Settebello per le ultime amichevoli prima degli Europei

Ai tiri di rigore Di Somma si fa respingere la conclusione, mentre Ukropina non sbaglia. Renzuto colpisce la traversa, ma Nicosia para la conclusione di Mrsic. Capitan Di Fulvio non sbaglia, ma anche Perkovic segna. Condemi spiazza Tesanovic, ma neppure Brguljan sbaglia. Presciutti segna e Matkovic centra il palo: si va ad oltranza. Di Somma questa volta buca Tesanovic, poi  Ukropina si fa ipnotizzare da Nicosia, col portiere azzurro che para di testa e consegna la vittoria al Settebello per 9-8.

TABELLINO
Montenegro-Italia 8-9 dtr (5-5)
Montenegro: Lazovic, Brguljan, Perkovic 1, Mrsic, Banicevic, Popadic 1, Radovic, Durdic 1, Ukropina 2, Spaic, Matkovic, Radovic, Tesanovic. All. Gojkovic.
Italia: Del Lungo, Di Fulvio, Damonte 2, Marziali, Condemi 1, Velotto, Renzuto, Alesiani, Presciutti 2, Bruni, Di Somma, Iocchi Gratta, Nicosia. All. Campagna.
Arbitri: Bourges (Francia), Carney (Australia).
Note – Parziali: 0-0, 3-2, 2-2, 0-1. Spettatori: 400 circa. Nicosia in porta per l’Italia da inizio terzo periodo. Espulsioni definitive: Iocchi Gratta (I) nel terzo periodo, Popadic e Radovic (M) nel quarto periodo. Superiorità numeriche: Montenegro 1/14 + 1 rigore, Italia 2/15 + 2 rigori. Di Fulvio sbaglia un rigore (parato da Tesanovic) dopo 7’22” del secondo periodo. Tempi regolamentari: 5-5. Rigori: Di Somma parato, Ukropina gol, Renzuto traversa, Mrsic parato, Di Fulvio gol, Perkic gol, Condemi gol, Brguljan gol, Presciutti gol, Matkovic palo, Di Somma gol, Ukropina parato.

Foto: LiveMedia/Simone Boi