Seguici su

Combinata nordica

Combinata nordica, Gyda Westvold Hansen fa il vuoto già nel PCR a Ramsau. A ridosso delle 15 le italiane

Pubblicato

il

Si apre il fine settimana di Ramsau (Austria), valido per la seconda tappa della Coppa del Mondo 2023-2024 di combinata nordica femminile, sempre nel segno della fenomenale Gyda Westvold Hansen. Si cambia trampolino ma è il risultato non cambia, con la norvegese che domina fin dal Provisional Competition Round che anticipa le gare di venerdì e sabato.

La norvegese ha messo in mostra una qualità dal trampolino che non può essere minimamente avvicinata da nessuna di quelle che gareggiano con lei. Hansen ha saltato da stanga 24, mentre tutte le altre sue avversarie erano partite da stanga 27. Nonostante questo la scandinava ottiene sia la miglior distanza (92 metri), sia il miglior punteggio (117.0). In seconda posizione con 26″ virtuali di distacco da recuperare nel fondo la tedesca Jenny Nowak, che precede di un decimo ma con lo stesso ritardo della 2007 finlandese Minja Korhonen.

Sul trampolino HS98 di Ramsau quarta è la seconda norvegese di giornata, Ida Marie Hagen, che paga +32″ dalla compagna di squadra. Chiude la top-5 la francese Lena Brocard (+50″). L’unica che può dar fastidio nel fondo a Hansen, e forse la favorita per la prima Compact femminile della storia che si disputerà sabato, è Marte Leinan Lund, che nel salto provvisorio si piazza all’8° posto con un ritardo teorico di +1’06”.

Per quanto riguarda le due italiane chiudono questo primo salto sul trampolino austriaco a ridosso delle quindici. Veronica Gianmoena è 16esima con un ritardo previsto di +1’59” dalla testa ma con la top-10 nel mirino, subito dietro di lei Daniela Dejori, al 17° posto con un distacco di due minuti netti da Hansen. Da domani si farà veramente sul serio, con una Gundersen, la prima gara della settimana.

Foto: LaPresse