Seguici su

Basket

Basket: Venezia regge per un tempo, poi l’Hapoel Tel Aviv cambia marcia e vince in EuroCup

Pubblicato

il

Brutto ko per la Reyer Venezia nella 12ma giornata dell’EuroCup 2023-2024. Alla Stark Arena di Belgrado (campo neutro), in Serbia, la squadra veneta (priva di Aamir Simms, Andrea De Nicolao e Marco Spissu) si scioglie come neve al sole nel secondo tempo (59-34 il parziale in favore degli avversari) contro l’Hapoel Tel Aviv e perde con un netto 100-81. Si tratta della terza sconfitta consecutiva in Europa per il gruppo di Neven Spahija, che ora si trova in ottava posizione con un record di 4-8 ed è sempre più distante dalla zona playoff (attualmente il sesto posto è occupato dal Prometey con 6-5). Dall’altra parte, invece, la vittoria consente alla squadra israeliana di salire a 9-2 e di avvicinarsi quindi al Paris, primo con 10-1 e attualmente in campo contro l’Amburgo.

Sugli scudi questa sera per l’Hapoel Tel Aviv soprattutto Xavier Munford, autore di 25 punti, 5 assist e 4 rimbalzi, John Holland, capace di realizzare 20 punti e 8 rimbalzi, e Kyle Alexander con i suoi 18 punti e 11 rimbalzi, ma vanno segnalate anche le buonissime prove di Jaylen Hoard (14 punti e 5 rimbalzi) e Bar Timor (13 punti e 8 assist). In casa Reyer Venezia non sono invece sufficienti i 16 di Rayjon Tucker, i 13 di Amedeo Tessitori e i 10 a testa di Jeff Brooks, Barry Brown Jr. e Kyle Wiltjer. 

L’Hapoel Tel Aviv inizia meglio e si porta sul 17-9 grazie soprattutto al contributo della coppia Munford-Alexander. La squadra italiana però non ci sta e reagisce, riuscendo a ribaltare completamente il risultato prima dell’intervallo con le triple di Casarin e Wiltjer e i tiri liberi di Tucker e O’Connell (17-22). Dopo il parziale di 0-13, la compagine israeliana si risveglia a inizio secondo quarto e torna subito in parità con un canestro da due di Alexander e un tiro da tre di Holland. Poi si prosegue punto a punto per alcuni minuti, prima di un nuovo piccolo allungo da parte di Venezia in chiusura di primo tempo (41-47). 

Al rientro dagli spogliatoi la squadra italiana sembra poter prendere in mano le redini del gioco con le triple di Tessitori e Brooks (44-52), ma non è così. Subito dopo infatti l’Hapoel Tel Aviv cambia decisamente marcia e con un incredibile parziale di 24-13 compie il controsorpasso (68-65). L’ultimo quarto inizia dunque con il gruppo di Danny Franco avanti di tre e con ancora tutto da decidere. Qui l’equilibrio regge però soltanto per pochi minuti, perché poi sale in cattedra il trio Munford-Alexander-Hoard e l’Hapoel Tel Aviv prende il largo (94-76). Nei minuti conclusivi è pura gestione per la squadra israeliana che alla fine vince con un bel +19 (100-81). 

IL TABELLINO DELLA PARTITA 

HAPOEL SHLOMO TEL AVIV – UMANA REYER VENEZIA 100-81 (17-22, 24-25, 27-18, 32-16)

Hapoel Tel Aviv: Holland 20, Munford 25, Beni, Alexander 18, Timor 13, Angola 9, Hillel, Harel, Hoard 14, Zalmanson 1, Rabinowitz

Reyer Venezia: Tessitori 13, Casarin 6, O’Connell 7, Janelidze, Parks 9, Brooks 10, Wiltjer 10, Vanin, Brown Jr. 10, Tucker 16

Credit: Ciamillo