Seguici su

MotoGP

Francesco Bagnaia risponde a Martin: “Badi a fare il suo: deve vincere due gare. Perdo 5 decimi in 3 curve”

Pubblicato

il

Giornata difficile per Francesco Bagnaia, che ha stentato a trovare il feeling con il tracciato durante le prove del GP di Valencia 2023, ultima tappa del Mondiale MotoGP. Il ribattezzato Pecco, che si trova in testa alla classifica generale con 21 punti di vantaggio nei confronti dello spagnolo Jorge Martin, non è andato oltre la 15ma piazza nelle pre-qualifiche e sarà così costretto al Q1. Non è una situazione semplice per il piemontese, chiamato a un’inversione di rotta nelle qualifiche di domani per evitare di partire troppo indietro sullo schieramento.

La sessione odierna è stata caratterizzata anche dal marcamento a uomo di Jorge Martin nei confronti di Bagnaia, il quale si è comprensibilmente innervosito per il comportamento poco sportivo del suo grande rivale nella lotta per il titolo iridato. Il Campione del Mondo si è soffermato proprio su questo aspetto al termine del turno: “Penso che sia meglio che badi a fare il suo, noi siamo in vantaggio, mentre lui deve vincere entrambe le gare“.

Francesco Bagnaia ha spiegato le ragioni delle criticità odierne:È stata una giornata difficile. La sessione del pomeriggio non è andata così male secondo me, ma abbiamo poco feeling, soprattutto con le gomme nuove, come già successo in stagione. È un peccato. Sono partito con una soft al posteriore con cui volevo girare un po’, ma non ho performato come voluto. Ho perso tempo, dato che la media che ho montato dopo è andata meglio. Sappiamo dove perdiamo: lascio mezzo secondo in tre curve“.

Il centauro della Ducati è comunque parso tranquillo riguardo le prestazioni di oggi e ha sottolineato di avere un grande margine di miglioramento nel polso: “Sappiamo già dove perdiamo e dunque dove intervenire, abbiamo analizzato la situazione. Tanti piloti Ducati stanno andando forte, guarderemo i dati soprattutto di Di Giannantonio e di Bezzecchi. Sappiamo di avere molto margine per migliorare“.

Foto: Valerio Origo