Seguici su

Pallavolo

Volley, Tommaso Rinaldi: “Ci è mancata continuità”, Sbertoli: “Contano solo le vittorie, non il come arrivano”

Pubblicato

il

Tommaso Rinaldi

L’Italvolley maschile, nonostante una prestazione non pienamente convincente, ha superato 3-0 l’Iran nel preolimpico. La squadra di Fefé De Giorgi occupa attualmente il secondo posto della pool A: basta un piazzamento nelle prime due posizioni per andare a Parigi 2024. Finora è arrivata solo una sconfitta con la Germania, mentre questa sera sarà sfida a Cuba che ha una sola vittoria in meno degli azzurri.

A margine della partita di ieri, hanno parlato prima Tommaso Rinaldi e poi Riccardo Sbertoli ai canali ufficiali della FIPAV per analizzare la prestazione: E’ stata una partita difficile perché loro volevano fare bene però devo ammettere che noi siamo stati bravi pur partendo con una formazione un po’ diversa dal solito per far sì che alcuni compagni che hanno sempre giocato potessero rifiatare un po’, in tutti i set comunque ci sono stati momenti in cui l’Iran ci ha messo in difficoltà, ma noi siamo rimasti concentrati e non ci siamo mai disuniti e a mio avviso questo ha fatto la differenza. Unico neo, a mio avviso è che ci è mancata un po’ di continuità che a certi livelli e contro certe squadre serve sempre”.

Queste invece le parole del palleggiatore della Trentino: “Sicuramente una vittoria molto importante per noi, è stata una partita un po’ nervosa, probabilmente dovevamo smaltire ancora un po’ la delusione della sconfitta con la Germania e ritrovarci un po’. A tratti lo abbiamo fatto, ma tanto, alla fine, in un torneo come questo ciò che contano davvero sono solo le vittorie e non il modo in cui maturano, l’aver vinto ci fa benissimo e ci proietta sulle ultime due decisive partite di domani e domenica. La mancanza di continuità nell’ambito dell’intera partita e di lucidità in alcune situazioni rappresenta un po’ il mood di questi giorni qui in Brasile, però alla fine conta vincere e noi lo abbiamo fatto. Domani un’altra sfida importantissima contro Cuba, ripeto l’obiettivo è uno solo e come arrivarci conta poco, dobbiamo solo centrare l’obiettivo”.

Foto: FIVB