Seguici su

Superbike

Superbike, Bautista cala il tris a Portimao ma Razgatlioglu rimanda la festa mondiale della Ducati

Pubblicato

il

Alvaro Bautista completa la quinta tripletta dell’anno vincendo gara-2 a Portimao dopo un duello meraviglioso con Toprak Razgatlioglu, ma deve rimandare di quattro settimane i festeggiamenti per il secondo titolo della carriera nel Mondiale Superbike. Lo spagnolo della Ducati ha comunque ipotecato il trionfo iridato, che si materializzerà ufficialmente a Jerez de la Frontera il 28 ottobre arrivando 14° o meglio in gara-1.

Il 38enne iberico ha fatto bottino pieno nel Gran Premio del Portogallo 2023, imponendosi nuovamente in volata sul turco della Yamaha con un bellissimo sorpasso all’esterno dell’ultima curva nel giro conclusivo di gara-2 dopo una battaglia rusticana ma sempre dentro i limiti. Per Bautista si tratta della vittoria n.24 in stagione e della n.56 complessiva in Superbike.

Terzo secondo posto del weekend lusitano per Razgatlioglu, beffato ancora una volta al fotofinish dall’accelerazione della Ducati in uscita dal curvone che chiude il circuito dell’Algarve. Ottima prestazione e podio importante per l’azzurro Michael Ruben Rinaldi, terzo con la Ducati a meno di 2″ dalla coppia di testa respingendo al mittente il tentativo di rimonta della BMW di Garrett Gerloff.

Quinta piazza per la Yamaha di Andrea Locatelli davanti alla Ducati di Danilo Petrucci e alla Honda di Iker Lecuona. In zona punti tra gli italiani anche Axel Bassani 12° e Lorenzo Baldassarri 13°. Passo falso dopo la caduta nella Superpole Race per Jonathan Race, coinvolto in un contatto in partenza e costretto a rimontare dal fondo dello schieramento fino al 10° posto con la Kawasaki.

CLASSIFICA GARA-2 GP PORTOGALLO SUPERBIKE 2023

1 1 BAUTISTA Alvaro Ducati Panigale V4R LEAD LEAD 1’41.124 1’40.475 316
2 54 RAZGATLIOGLU Toprak Yamaha YZF R1 0.126 +0.126 1’41.238 1’40.575 318
3 21 RINALDI Michael Ruben Ducati Panigale V4R 1.764 +1.638 1’41.525 1’40.738 313
4 31 GERLOFF Garrett BMW M1000 RR 2.864 +1.100 1’41.859 1’40.662 307
5 55 LOCATELLI Andrea Yamaha YZF R1 6.373 +3.509 1’42.572 1’40.882 311
6 9 PETRUCCI Danilo Ducati Panigale V4R 9.305 +2.932 1’41.783 1’41.035 310
7 7 LECUONA Iker Honda CBR1000 RR-R 10.154 +0.849 1’42.194 1’40.942 307
8 77 AEGERTER Dominique Yamaha YZF R1 10.262 +0.108 1’42.653 1’41.044 306
9 5 OETTL Philipp Ducati Panigale V4R 12.253 +1.991 1’42.662 1’41.056 311
10 65 REA Jonathan Kawasaki ZX-10RR 19.155 +6.902 1’42.016 1’40.992 315
11 60 VAN DER MARK Michael BMW M1000 RR 20.468 +1.313 1’42.759 1’41.566 311
12 47 BASSANI Axel Ducati Panigale V4R 20.970 +0.502 1’42.536 1’41.340 314
13 34 BALDASSARRI Lorenzo Yamaha YZF R1 23.800 +2.830 1’42.756 1’41.867 310
14 45 REDDING Scott BMW M1000 RR 29.871 +6.071 1’44.555 1’41.358 317
15 97 VIERGE Xavi Honda CBR1000 RR-R 41.408 +11.537 1’42.881 1’41.552 311
16 53 RABAT Tito Kawasaki ZX-10RR 42.685 +1.277 1’42.961 1’42.500 309
17 32 VINALES Isaac Kawasaki ZX-10RR 42.967 +0.282 1’42.990 1’42.848 303
18 28 RAY Bradley Yamaha YZF R1 51.507 +8.540 1’43.467 1’42.247 312
19 16 RUIU Gabriele BMW M1000 RR 51.529 +0.022 1’42.983 1’42.895 313
OUT 87 GARDNER Remy Yamaha YZF R1 1’41.100 310
OUT 76 BAZ Loris BMW M1000 RR 1’41.403 308 308
OUT 35 SYAHRIN Hafizh Honda CBR1000 RR-R 199 199

Foto: LiveMedia/Otto Moretti