Seguici su

MotoGP

Moto2, Pedro Acosta di un altro pianeta! Più di mezzo secondo a tutti, cade Arbolino. Bene Vietti e Foggia

Pubblicato

il

Mostruoso Pedro Acosta! Record della pista al millesimo per lo spagnolo: 1:35.297 e mezzo secondo ad Aldeguer che è secondo. Un divario con gli avversari semplicemente enorme inflitto dal fuoriclasse spagnolo che dimostra di avere un margine infinito rispetto agli altri. Due sono gli italiani in Q2: Vietti e Foggia. Arbolino cade ed è estromesso.

In apertura di sessione scivola malamente Tony Arbolino in entrata di curva 4, strusciando a lungo sull’asfalto e riportando dei danni rilevanti alla sua moto. Finisce per terra anche Mattia Casadei in curva 1: l’inizio di questo turno non è particolarmente favorevole per gli italiani.

Arbolino si toglie subito la tuta e sembra non voler tornare in pista, ma l’italiano torna per un ultimo tentativo a pochi secondi dal termine della sessione per provare ad accedere al Q2. Negli ultimi cinque minuti viene estromessa dalla top 14 la seconda forza del Mondiale, con Pedro Acosta che fa al millesimo il record della pista che apparteneva ad Alex Marquez: 1:35.297.

Tony non riesce ad accedere al Q2 nonostante non prenda bandiera a scacchi per un secondo e riesca a fare un giro, mentre Celestino Vietti si inserisce in ottava posizione trovando subito il ritmo con due colpi. In Q2 anche un ottimo Dennis Foggia che chiude in undicesima posizione. Dietro ad Acosta ci sono Aldeguer e Garcia, rispettivamente staccati di cinque e sette decimi.

Foto: Valerio Origo