Seguici su

Superbike

Superbike, Alvaro Bautista domina gara-2 ad Aragon, 3° Rinaldi. Sfortunato Locatelli

Pubblicato

il

Una domenica bestiale, una domenica da Alvaro Bautista. Troppo forte il centauro della Ducati in gara-2 del GP di Aragon, round del Mondiale 2023 di Superbike. Il pilota spagnolo della Rossa ha salutato la compagnia molto presto e, con un ritmo inarrivabile, è giunto in solitaria sotto la bandiera a scacchi portando a 53 la vittorie in carriera nella categoria e ad un bel +47 il margine di vantaggio in classifica generale sul turco Toprak Razgatlioglu (secondo in gara-2 a 4.064).

Niente da fare per l’alfiere di Iwata, costretto a lottare spalla a spalla con il compagno di team Andrea Locatelli, obbligato però a fermarsi anzitempo per un problema tecnico. Peccato per il pilota nostrano, autore di una seconda manche sugli scudi. A completare il podio è stato l’altro centauro del Bel Paese, Michael Ruben Rinaldi, che ha dato seguito alla festa della squadra ufficiale Ducati (+7.109).

Non protagonista come si pensava Jonathan Rea, non andato oltre un quarto posto a 14.007 da Bautista e costretto a guardarsi le spalle da un arrembante Axel Bassani, quinto con la sua Ducati a 15.270 dalla vetta. A completare il quadro della top-10 troviamo lo spagnolo Iker Lecuona (Honda) a 17.104, il tedesco Philipp Oettl (Ducati) a 18.152, l’altro spagnolo Xavi Vierge (Honda) a 18.574, l’australiano Remy Gardner (Yamaha) a 19.940 e l’americano Garrett Gerloff (BMW) a 22.509.

Poche soddisfazioni per Danilo Petrucci, costretto al ritiro. Alla fine della fiera, come detto, Bautista allunga nella classifica iridata e in vista dell’appuntamento di Portimao del prossimo weekend (29 settembre-1° ottobre) ha buone chance per dar seguito al suo incedere.

CLASSIFICA GARA-2 GP ARAGON 2023 SUPERBIKE

1 1 BAUTISTA Alvaro Ducati Panigale V4R LEAD LEAD 1’53.355 1’50.206 311 313
2 54 RAZGATLIOGLU Toprak Yamaha YZF R1 4.064 +4.064 1’52.361 1’50.491 303 314
3 21 RINALDI Michael Ruben Ducati Panigale V4R 7.109 +3.045 1’53.336 1’50.699 308 314
4 65 REA Jonathan Kawasaki ZX-10RR 14.007 +6.898 1’53.034 1’50.659 303 310
5 47 BASSANI Axel Ducati Panigale V4R 15.270 +1.263 1’52.758 1’50.579 306 312
6 7 LECUONA Iker Honda CBR1000 RR-R 17.104 +1.834 1’53.423 1’51.225 309 315
7 5 OETTL Philipp Ducati Panigale V4R 18.152 +1.048 1’52.783 1’51.356 306 315
8 97 VIERGE Xavi Honda CBR1000 RR-R 18.574 +0.422 1’52.780 1’50.988 316 319
9 87 GARDNER Remy Yamaha YZF R1 19.940 +1.366 1’52.345 1’51.417 306 318
10 31 GERLOFF Garrett BMW M1000 RR 22.509 +2.569 1’52.891 1’51.424 309 319
11 60 VAN DER MARK Michael BMW M1000 RR 23.129 +0.620 1’53.411 1’51.284 310 315
12 77 AEGERTER Dominique Yamaha YZF R1 27.041 +3.912 1’53.525 1’51.766 304 314
13 76 BAZ Loris BMW M1000 RR 27.818 +0.777 1’54.428 1’51.382 304 313
14 45 REDDING Scott BMW M1000 RR 32.000 +4.182 1’53.683 1’51.481 306 320
15 99 MARINO Florian Kawasaki ZX-10RR 34.509 +2.509 1’53.806 1’51.837 305 320
16 34 BALDASSARRI Lorenzo Yamaha YZF R1 34.821 +0.312 1’53.939 1’51.875 305 310
17 28 RAY Bradley Yamaha YZF R1 36.678 +1.857 1’54.277 1’51.921 302 312
18 53 RABAT Tito Kawasaki ZX-10RR 42.804 +6.126 1’54.534 1’52.311 301 308
19 51 GRANADO Eric Honda CBR1000 RR-R 51.427 +8.623 1’54.478 1’52.757 303 310
20 32 VINALES Isaac Kawasaki ZX-10RR 51.690 +0.263 1’54.209 1’52.812 296 300
21 52 KONIG Oliver Kawasaki ZX-10RR > 1′ +14.518 1’55.368 1’53.853 293 302

Foto: LiveMedia/Valerio Origo