Seguici su

Ciclismo

Chi è Joshua Tarling, il classe 2004 di bronzo ai Mondiali nella cronometro

Pubblicato

il

La prova a cronometro dei Mondiali di ciclismo di Glasgow 2023 ha visto i primi due gradini del podio occupati da due corridori che sono ormai delle certezze al livello più alto del panorama internazionale come Remco Evenepoel e Filippo Ganna. Sul terzo gradino del podio è salito invece un corridore che ha accumulato sin qui appena 16 giorni di corsa nel World Tour: Joshua Tarling.

Tarling è un atleta di appena 19 anni, nato ad Aberaeron, in Galles e che corre dunque sotto la bandiera del Regno Unito. Con questo bronzo è diventato il più giovane corridore in assoluto a prendere una medaglia iridata nelle prove a cronometro, strappando il record che apparteneva proprio a Remco Evenepoel.

Nonostante la giovane età, il risultato odierno non può essere considerato una totale sorpresa, tanto che anche noi di OA Sport l’avevamo segnalato tra i favoriti di giornata. Le sue doti sul passo, dovute anche all’imponente struttura fisica (194 cm per quasi 80 kg) sono infatti ormai ben note e lo stato di forma era quello giusto. Basti pensare che appena 17 giorni fa, era arrivato secondo, a soli 8” da Filippo Ganna, nella cronometro di 33 km del Tour de Wallonie.

Tarling si era inoltre laureato Campione del Mondo a cronometro juniores lo scorso anno a Wollongong e avrebbe potuto competere anche per il titolo in linea prima di incappare in una brutta caduta. Fatto ad inizio 2023 il salto direttamente nel World Tour con la INEOS Grenadiers, ha mostrato subito di essere pienamente all’altezza del compito. Risultati convincenti, lavoro per il team prima dell’esplosione con il titolo nazionale britannico vinto strapazzando la concorrenza. Il risultato odierno è la conferma: Joshua Tarling è una stella pronta a prendersi i palcoscenici più importanti.

Foto: Eurosport