Seguici su

Ciclismo

LIVE Ciclismo, Campionati Italiani 2023 in DIRETTA: Velasco batte Rota e si veste con il tricolore!

Pubblicato

il

Giulio Ciccone

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

16.57 Si chiude qui la DIRETTA LIVE dei Campionati Italiani 2023, con il successo di Simone Velasco! Grazie per averci seguito e buon proseguimento di giornata!

16.55 Il gruppetto dei ‘sopravvissuti’, con Ganna, Pozzovivo e Ciccone, è arrivato a 1’02” dal vincitore.

16,53 La top 10 dei Campionati Italiani 2023 vinti da Simone Velasco:

1 VELASCO Simone Astana Qazaqstan Team 100 15 5:37:32
2 ROTA Lorenzo Intermarché – Circus – Wanty 75 10 ,,
3 SBARAGLI Kristian Alpecin-Deceuninck 60 7 ,,
4 MAGLI Filippo Green Project-Bardiani CSF-Faizanè 50 4 ,,
5 TRENTIN Matteo UAE Team Emirates 40 2 ,,
6 FORMOLO Davide UAE Team Emirates 30 1 0:02
7 BARONCINI Filippo Trek – Segafredo 20 0:17
8 CONCA Filippo Q36.5 Pro Cycling Team 10 0:47
9 SCARONI Christian Astana Qazaqstan Team 5 0:48
10 BATTISTELLA Samuele Astana Qazaqstan Team 3 0:53

16.52 Festeggia con la piccola Diletta e la compagna Nadia, Simone Velasco, alla quinta vittoria in carriera. E che vittoria!

16.51 Si è lamentato un po’ Matteo Trentin, che è rimasto chiuso nello sprint da uno scatto sulla destra da parte di Sbaragli, poiché era rimasto bloccato da Rota.

16.49 Secondo posto per Lorenzo Rota, terzo invece Filippo Magli avanti a Sbaragli!

16.48 SIMONE VELASCO!!! Diventa lui il nuovo campione italiano!!

16.47 Kristian Sbaragli, Davide Formolo, Simone Velasco, Lorenzo Rota, Matteo Trentin e Filippo Magli: ultimi 500 metri! Parte la volata!

16.47 ULTIMO CHILOMETRO! In sei si giocano il tricolore!

16.45 A meno di tre chilometri dal traguardo, diventa quasi impossibile rivederlo a combattere per il titolo… 21” di ritardo per lui, che aveva corso una grande gara.

16.44 CHE SFORTUNA PER BARONCINI! FORATURA DELLA RUOTA POSTERIORE PER LUI! Non gliene va dritta una a questo ragazzo, che si è rotto tre volte il radio…

16.43 I sette si buttano in picchiata verso il traguardo, Formolo a fare l’andatura. 4 chilometri ancora!

16.41 Kristian Sbaragli, Davide Formolo, Simone Velasco, Lorenzo Rota, Matteo Trentin, Filippo Baroncini e Filippo Magli: sono loro che si giocheranno il titolo italiano! Mancano meno di sette chilometri!

16.40 Si arrende Rota, ripreso! Sono rimasti in sette in testa!

16.39 CI PROVA FORMOLO! Si butta in discesa per riprendere Rota e si porta dietro gli altri, l’uomo della Intermarché ha soli otto secondi ma è stanchissimo!

16.37 Rota ha una ventina di secondi di vantaggio, il gruppetto inseguitore lo vede, è lì! Possono riacquisire forze nel riprenderlo, mancano 9 chilometri!

16.36 Scollinato il Cavrasto, ora si scende verso il traguardo!

16.34 Ma non sembra esserci collaborazione tra gli inseguitori! Prova una ‘tirata’ Velasco, alza bandiera bianca Battistella.

16.32 Mancano poco più di 12 chilometri, il gruppetto Formolo ha 25” di ritardo su uno stoico Lorenzo Rota.

16.31 Rota sembra stanchissimo, è in fuga da lungo tempo! Dietro però rilancia Formolo, dietro di lui Velasco, Sbaragli e Baroncini!

16.29 E arrivano gli scatti! Lorenzo Rota scatta e si toglie dalle ruote Magli e Battistella! Dietro invece ci prova Baroncini, dal gruppo si sganciano Formolo e Velasco che superano Trentin! Si è aperta la corsa!

16.29 Attenzione che Filippo Magli sembra un po’ al gancio… Si movimenta la corsa!

16.28 Sbaragli, Baroncini e Trentin sono segnalati a 37”, il gruppo è dietro di loro di una decina di secondi. Ma intanto i primi tre non mollano mica! Vanno di amore e d’accordo verso la vetta del Cavrasto.

16.27 Anche se sembra davvero troppo tardi per la vittoria… L’impressione è che oramai sia questione a tre per la maglia tricolore tra Magli, Rota e Battistella.

16.25 Intanto Kristian Sbaragli si sta riportando su Trentin e Baroncini. Bella azione la sua!

16.24 Ma ora il terzetto di testa è già sull Cavrasto! Si scala per l’ultima volta!

16.22 In questo gruppetto sono rimasti Marco Frigo, Andrea Piccolo, Giovanni Aleotti, Kristian Sbaragli, Davide Formolo, Antonio Tiberi, Oss, Ulissi. Segnalati a 55”.

16.19 Filippo Magli (Green Project-Bardiani-CSF), Lorenzo Rota (Intermarché) e Samuele Battistella (Astana) hanno una trentina di secondi su Matteo Sobrero (Jayco-AlUla), Filippo Baroncini (Trek-Segafredo) e Matteo Trentin (UAE Team Emirates), mentre Garosio, Fiorelli e Conca sono stati ripresi da ciò che resta del gruppetto principale.

16.17 Ancora 21 chilometri al traguardo!

16.14 Attenzione perché dal gruppo sono fuoriusciti altri tre uomini: Andrea Garosio (Eolo-Kometa), Filippo Fiorelli (Green Project) e Filippo Conca (Q36.5). Provano a riportarsi sui contrattaccanti Trentin, Baroncini e Sobrero.

16.12 Al momento sembrano davvero ridotte al lumicino le chance dei favoriti della vigilia, come Giulio Ciccone.

16.09 Finita la penultima salita di Cavrasto! Collaborazione perfetta tra i primi tre, Rota intanto chiama l’ammiraglia.

16.07 Il ‘gruppo’, rimasto con 14 uomini, è segnalato a un minuto e mezzo.

16.05 Ancora Battistella a fare l’andatura in gruppo. Da sottolineare come in fuga ci siano il secondo ed il terzo dello scorso anno alle spalle di Filippo Zana.

16.03 Il terzetto di inseguitori (Sobrero, Trentin e Baroncini) rimane però a 46”!  Mancano 30 chilometri al traguardo.

16.00 Siamo nel penultimo giro, e fra poco torna la salita di Cavrasto! E in testa si stacca Zoccarato della Bardiani, rimangono in tre in vetta!

15.58 Dietro Sobrero, Trentin e Baroncini, è rimasto un gruppuscolo di 14 uomini. Se non trovano accordo, rischiano di farsi tagliare fuori…

15.55 Intanto da segnalare la presenza del CT Bennati sulla moto guidata da Marco Velo. Vuole guardare da vicino i possibili convocati per il Mondiale…

15.53 Ancora 49” di vantaggio per il quartetto di testa sui tre inseguitori.

15.51 Meno di 40 chilometri al traguardo!

15.49 Continuano a lavorare bene Filippo Magli, Samuele Zoccarato (Green Project-Bardiani-CSF), Lorenzo Rota (Intermarché) e Samuele Battistella (Astana).

15.47 Per loro un minuto di ritardo.

15.45 Ma ora il gruppo ha deciso di spingere: segnalato a 1’25”, Baroncini in mezzo al guado, con due corridori che si accodano a lui. Sono Matteo Sobrero (Jayco-AlUla) e Matteo Trentin (UAE Team Emirates), gran bel terzetto!

15.44 Siamo già non lontano dalla vetta del Cavrasto, continuano a lavorare bene i quattro fuggitivi.

15.42 Ed è di nuovo salita verso Cavrasto. In gruppo prova ad evadere Filippo Baroncini (Trek-Segafredo).

15.39 Ora tocca il minuto e cinquanta secondi il margine di Filippo Magli, Samuele Zoccarato, Lorenzo Rota e Samuele Battistella. Situazione alquanto pericolosa, poiché non ci sono le squadre al completo, quindi sarà difficile organizzarsi… ma non impossibile.

15.36 Chiuso anche il sesto giro del circuito, altri tre alla conclusione!

15.34 E infatti ora c’è un cambio della guardia in gruppo: c’è la UAE Team Emirates in testa a 50 chilometri dal traguardo.

15.32 Il gruppo vuole aspettare ancora prima di accelerare di nuovo e riportarsi sui fuggitivi. Ma ora il margine sta salendo pericolosamente, oltre il minuto e quaranta secondi…

15.29 I fuggitivi stanno ora affrontando la discesa di Cavrasto.

15.26 Ora sale a 1’38” il vantaggio di Filippo Magli, Samuele Zoccarato, Lorenzo Rota e Samuele Battistella.

15.23 Mancano ora meno di 60 chilometri al traguardo.

15.21 Il quartetto di testa sta per completare per la sesta volta la salita di Cavrasto, e ora è segnalato con un vantaggio di 1’15”.

15.18 Ripresi intanto Manuele Tarozzi e Mattia Bais, la loro avventura in fuga termina qui.

15.16 Fra poco più di tre chilometri si torna a salire di nuovo sul Cavrasto. Il gruppo ora sta rallentando nuovamente, è segnalato ad un minuto da Filippo Magli, Samuele Zoccarato, Lorenzo Rota e Samuele Battistella.

15.13 A lavorare in gruppo è Salvatore Puccio (Ineos-Grenadiers), probabilmente per Filippo Ganna che vuole provarci.

15.10 Non si arrende però Samuele Battistella (Astana), che continua a spingere: perdono contatto dalla testa Mattia Bais e Manuele Tarozzi. Concluso il quinto giro del circuito, i quattro fuggitivi hanno aumentato il loro margine a 23”.

15.07 E proprio a causa di questo allungamento, c’è un gran bel frazionamento. I sei fuggitivi stanno per essere ripresi da una trentina di uomini.

15.05 Fuga dunque di sei uomini con l’aggiunta di Battistella. Gruppo principale allungatissimo, a 20”.

15.03 Sui fuggitivi si riporta Battistella assieme a Tarozzi, ma la loro avventura sembra destinata a concludersi

15.02 Rimangono dunque in quattro in avanti, ma oramai il gruppo è vicinissimo…

15.00 Manuele Tarozzi molla mentre la maglia azzurra dell’Astana di Battistella è sempre più vicina ai battistrada.

14.59 Il gruppo si avvicina ancora e si lancia all’attacco Samuele Battistella!

14.57 Scende infatti a 30” il distacco del gruppo, tirato sempre da un eroico Jacopo Mosca! Contribuisce anche la BORA con Matteo Fabbro. Il team tedesco conta solo due unità, Giovanni Aleotti e, per l’appunto, Fabbro.

14.55 Il tratto più duro della salita si fa sentire nelle gambe dei fuggitivi che ora sembrano aver perso qualcosa nei confronti del gruppo.

14.53 Tutti i corridori coinvolti si rimettono in sella e riprendono la corsa.

14.52 Caduta in gruppo!

14.51 Il gruppo è segnalato ora ad un distacco di 1’13” dalla testa. Foratura nel frattempo per Luca Vergallito.

14.49 In testa dunque un quintetto. Tre uomini della Green Project-Bardiani CSF-Faizanè: Samuele Zoccarato, Manuele Tarozzi e Filippo Magli; con loro Lorenzo Rota dell’Intermarché e Mattia Bais della Eolo Kometa.

14.47 L’attacco della quinta salita è subito fatale per Mirco Maestri, Emanuele Ansaloni e Luca Colnaghi che perdono contatto dai compagni di fuga.

14.44 I corridori si avviano a completare il quarto giro del circuito conclusivo. Non manca molto alla quinta ascesa verso Cavrasto.

14.41 Torna leggermente a salire il vantaggio dei battistrada, segnalato ora a 1’18”.

14.40 90 km al traguardo!

14.38 Il gruppo è segnalato ora a poco più di un minuto di distacco. Inseguimento guidato da tantissimi km da parte di Jacopo Mosca, al servizio del capitano Giulio Ciccone.

14.36 La Green Project Bardiani ha quattro uomini negli otto di testa. Il piano è ancora una volta quello di far valere la superiorità numerica di cui possono disporre dalla partenza. Lo scorso anno riuscirono ad andare a segno con una strategia simile con Filippo Zana.

14.34 La testa della corsa è ora dunque formata dai seguenti otto corridori: Mirco Maestri, Mattia Bais (EOLO-Kometa), Samuele Zoccarato, Manuele Tarozzi, Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Lorenzo Rota (Intermarché Circus Wanty) e Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna).

14.32 Ricongiungimento in testa. Bais, Zoccarato e Rota si sono riportati sul quintetto al comando della corsa!

14.30 Grande accelerazione in gruppo che porta ad un’inevitabile selezione. In molti iniziano a perdere contatto nelle retrovie.

14.27 I cinque battistrada sembrano in difficoltà sulla quarta ascesa verso Cavrasto. Il ricongiungimento potrebbe non essere lontano.

14.24 Terminata anche la terza tornata del circuito conclusivo. Ne mancano ancora sei.

14.22 Sulla discesa Zoccarato, Bais e Rota si sono riportati su Amella e Pietrobon, formando un quintetto all’inseguimento del quintetto di testa. Tra i due gruppi c’è 1 minuto di distanza.

14.20 100 km al traguardo!

14.17 Questa dunque la situazione in corsa a poco più di 100 km al traguardo: in testa Mirco Maestri (EOLO-Kometa), Manuele Tarozzi, Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) e Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna). Dal gruppo si sono sganciati Lorenzo Rota (Intermarché Circus Wanty), Samuele Zoccarato (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) e Mattia Bais (EOLO-Kometa), il cui ritardo è di poco superiore al minuto. Sempre intorno ai due minuti invece il ritardo del gruppo.

14.14 Perdono contatto anche Pietrobon ed Amella. Rimangono in cinque in testa alla corsa.

14.12 Completate le prime tre ore di corsa. Media oraria di poco superiore ai 40 km/h.

14.09 Si muove qualcosa in gruppo: attaccano Lorenzo Rota, Samuele Zoccarato e Mattia Bais. Tre nomi molto interessanti partono sulla terza salta verso Cavrasto.

14.05 Il gruppo risponde e porta il ritardo sotto i due minuti.

14.02 Inizia la terza salita per i fuggitivi con i tre della Green Project-Bardiani CSF-Faizanè che ora sembrano intenzionati a forzare il ritmo.

14.00 Il drappello di testa perde un altro componente: Andrea Colnaghi in difficoltà, perde contatto dai compagni di fuga,

13.57 Come detto in testa alla cora sono rimasti otto corridori: Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (EOLO-Kometa), Manuele Tarozzi, Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna), Matteo Amella (Team Corratec – Selle Italia) e Andrea Colnaghi (ONEC Team).

13.54 Tanto pubblico presente sulle strade verso Cavrasto. Tanti i fan clubs presenti, pronti a sostenere i loro beniamini.

13.51 Scende ulteriormente il vantaggio dei battistrada. In cima alla salita di Cavrasto il distacco del gruppo è di 2’03”.

13.48 Come detto il circuito finale sarà percorso nove volte. I corridori avranno dunque modo di studiare al meglio la salita ed individuare il punto dove magari provare un’azione. Tra i principali candidati a movimentare la corsa nel finale ci sono senza dubbio Giulio Ciccone, Lorenzo Fortunato, Andrea Bagioli ed uno degli uomini del Team UAE.

13.45 Sulle pendenze della salita di Cavrasto, percorsa per la seconda volta, Samuele Zambelli perde contatto dal gruppo di testa, che conta ora 8 corridori.

13.42 Questi i nove corridori che guidano la corsa: Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (EOLO-Kometa), Manuele Tarozzi, Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna), Samuele Zambelli e Matteo Amella (Team Corratec – Selle Italia), Manuele Tarozzi (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) e Andrea Colnaghi (ONEC Team).

13.39 Scende il ritardo del gruppo: l’ultimo rilevamento segnala 2’10”.

13.35 Riparte la salita verso Cavrasto. Secondo passaggio sui 5,6 km di salita.

13.31 Percorsi i primi 100 km di corsa! Ne mancano 127 al traguardo.

13.28 Completato in questo momento il primo giro del circuito finale. Altre otto tornate e conosceremo il nome del prossimo Campione Italiano.

13.25 Leggermente in calo il distacco del gruppo che scende sotto i 2’30”.

13.22 I fuggitivi sono ora nel tratto più tecnico della discesa che chiude il circuito. Chissà che la corsa non si decida proprio nel tratto di strada che va all’in giù.

13.19 Ricordiamo la composizione del gruppetto di fuggitivi: Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (EOLO-Kometa), Manuele Tarozzi, Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna), Samuele Zambelli e Matteo Amella (Team Corratec – Selle Italia), Manuele Tarozzi (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) e Andrea Colnaghi (ONEC Team).

13.15 Completato il primo passaggio sulla salita di Cavrasto.

13.12 Raggiunte in questo momento le due ore di corsa. Media oraria di poco superiore ai 42 km/h.

13.09 Il tratto centrale della salita è quello con le pendenze più ripide. Si toccano anche percentuali vicine al 9%.

13.06 Il vantaggio dei nove fuggitivi rimane sostanzialmente invariato in questa fase: 2’45” all’ultimo rilevamento.

13.03 Il primo dei nove giri del circuito conclusivo inizia subito con la prima scalata della salita di Cavrasto. 5.6 km al 5.2% che saranno decisivi per la vittoria.

13.00 Questi i nove battistrada: Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (EOLO-Kometa), Manuele Tarozzi, Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna), Samuele Zambelli e Matteo Amella (Team Corratec – Selle Italia), Manuele Tarozzi (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) e Andrea Colnaghi (ONEC Team).

12.56 I corridori stanno ora affrontando un tratto in discesa, al termine del quale inizierà il circuito finale di 16,2 chilometri da ripetere per nove volte.

12.52 Il ritardo del gruppo principale è calato a 2’43”.

12.48 Percorsi i primi 70 chilometri di gara sui 225 complessivi.

12.44 Maestri è tornato nel gruppo al comando.

12.40 È sceso leggermente il vantaggio dei battistrada. Ora il gruppo viene dato con un ritardo di 3’18”.

12.36 Da segnalare una foratura per Mirco Maestri. Il classe 1991 sta ora aspettando la sua ammiraglia.

12.34 Ricordiamo chi sono gli uomini al comando: Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (EOLO-Kometa), Manuele Tarozzi, Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna), Samuele Zambelli e Matteo Amella (Team Corratec – Selle Italia), Manuele Tarozzi (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) e Andrea Colnaghi (ONEC Team). Questi nove hanno ora circa 3’30” di vantaggio sul gruppo.

12.30 Tra circa 20 km si entrerà nel circuito finale di 16,2 chilometri da ripetere per nove volte. Questo tracciato avrà al suo interno la salita del Cavrasto (5,6 km all’5,2% di pendenza media e con punte all’8,7%).

12.26 A tirare in testa al gruppo c’è adesso la Trek-Segafredo.

12.22 Mancano 175 chilometri al traguardo.

12.18 Si avvicina ora ai 4′ il vantaggio dei nove battistrada.

12.14 Superata da poco la prima ora di corsa. Nei primi sessanta minuti la media è stata di 45,8 km/h.

12.10 Luca Colnaghi, Filippo Magli e Andrea Colnaghi raggiungono la testa della corsa. Sono dunque nove ora gli uomini al comando.

12.06 Continua a salire il vantaggio del sestetto al comando nei confronti del gruppo. Ora Andrea Pietrobon e Mirco Maestri (EOLO-Kometa), Emanuele Ansaloni (Team Technipes #inEmiliaRomagna), Samuele Zambelli e Matteo Amella (Team Corratec – Selle Italia) e Manuele Tarozzi (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) hanno oltre due minuti e mezzo di margine. A circa 40” dalla testa della corsa ci sono invece Luca Colnaghi e Filippo Magli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè) e Andrea Colnaghi (ONEC Team).

12.02 I corridori stanno ora affrontando un tratto in discesa.

11.58 Il plotone principale si è rialzato: i sei al comando hanno già 1’35” di vantaggio.

11.56 Partono ora dal gruppo anche Luca Colnaghi, Andrea Colnaghi e Magli.

11.54 I sei uomini che hanno preso qualche metro di vantaggio rispetto al gruppo sono Pietrobon, Maestri, Ansaloni, Zambelli, Amella e Tarozzi.

11.52 Provano ora ad andarsene in sei.

11.48 Mancano 200 chilometri al traguardo. Tra circa 50 km si entrerà in un circuito di 16,2 chilometri da ripetere nove volte.

11.46 Poco fa hanno cercato l’allungo Matteo Fabbro e Colnaghi, ma il loro tentativo di fuga è durato davvero un niente.

11.42 In questo momento la temperatura sulla corsa si aggira intorno ai 24 gradi. Probabilmente il caldo aumenterà con il passare della giornata.

11.38 Gruppo ancora compatto dopo circa 20 km.

11.34 Ci proveranno però sicuramente anche tanti altri corridori. Tra questi probabilmente Matteo Trentin, Diego Ulissi, Davide Formolo e Alessandro Covi (tutti uomini della UAE Team Emirates), ma attenzione anche a Vincenzo Albanese (EOLO-Kometa), Lorenzo Fortunato (EOLO-Kometa) e Alessandro Tonelli (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), corridori che possono contare su molti compagni di squadra. Infine, occhio anche a Lorenzo Rota (Intermarché – Circus – Wanty), Andrea Piccolo (EF Education-EasyPost), Matteo Sobrero (Team Jayco AlUla) e Luca Vergallito (Alpecin-Deceuninck Development Team).

11.30 Visto il percorso odierno, Giulio Ciccone parte favorito per vincere. Il corridore della Trek non ha nascosto il desiderio di vestire il Tricolore e di portarlo già al Tour de France. Tra i corridori in grado di dargli filo da torcere ci sarà certamente Andrea Bagioli, sempre performante sui terreni esplosivi.

11.26 Segnaliamo che in tutto ci sono 137 corridori in gara. L’unico che è non è partito quest’oggi è stato Davide Gabburo.

11.23 Sono stati percorsi i primi 8 km. Per ora nessuno è riuscito a evadere dal gruppo.

11.20 Una delle squadre più attive in questo inizio di gara è la Green Project. Ricordiamo che questa formazione può contare su ben 17 atleti quest’oggi.

11.16 Lapo Gavilli (Mg.K Vis – Colors for Peace) ha provato ad allungare, ma è stato subito ripreso dal gruppo.

11.13 Ora passiamo alla gara vera e propria! La corsa è ufficialmente iniziata pochissimi minuti fa.

11.10 Dopo i primi 80 chilometri si entrerà in un circuito di 16,2 chilometri da ripetere nove volte, con la salita del Cavrasto (5,6 km all’5,2% di pendenza media e con punte all’8,7%) a caratterizzarlo e con l’ultimo scollinamento a 8 km dal traguardo. Spazio dunque agli scalatori o a corridori da “classica”.

11.08 La gara di oggi ha partenza e arrivo a Comano Terme. In tutto saranno 227 km con 3.730 metri di dislivello.

11.04 Innanzitutto c’è da dire che oggi il tricolore cambierà necessariamente proprietario, dato che il vincitore dello scorso anno, Filippo Zana, è stato costretto al forfait a causa della frattura della clavicola destra.

11.00 Buongiorno a tutti amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE testuale della prova in linea elite valida per i Campionati Italiani di ciclismo su strada 2023!

Amiche ed amici di OA Sport buongiorno e benvenute/i alla DIRETTA LIVE della prova in linea maschile riservata agli elite valida per i Campionati Italiani di ciclismo su strada 2023! Si assegna oggi la Maglia Tricolore, simbolo prestigiosissimo che un corridore potrà portare sulle spalle per i prossimi 12 mesi.

Partiamo col dire che il tricolore cambierà necessariamente proprietario, dato che il vincitore dello scorso anno, Filippo Zana, è stato costretto al forfait a causa di un infortunio. Tante dunque i candidati a seguirlo nell’albo d’oro, in una corsa che per natura e per percorso potrà regalare spettacolo e sorprese.

Il percorso di Cormano Terme, in Trentino, misura 225,7 km e metterà i corridori di fronte a tante difficoltà. Dopo i primi 80 chilometri si entra in un circuito di 16,2 chilometri da ripetere nove volte, con la salita del Cavrasto a caratterizzarlo e con l’ultimo scollinamento a 8 km dal traguardo. Spazio dunque agli scalatori o a corridori da “classica”.

Alla luce del tracciato, Giulio Ciccone parte probabilmente con i favori del pronostico. Il corridore della Trek non ha nascosto il desiderio di vestire il Tricolore e di portarlo già al Tour de France. Tra i corridori in grado di dargli filo da torcere ci sarà certamente Andrea Bagioli, sempre performante sui terreni esplosivi.

Diverse le carte in casa UAE che potrebbe puntare tanto su Matteo Trentin, quanto su uno tra Diego Ulissi, Davide Formolo o Alessandro Covi. Un fattore da tenere in considerazione per questo tipo di corse è anche lo squilibrio numerico tra le squadre: Eolo Kometa e Green Project Bardiani sono le formazioni più numerose e corridori come Vincenzo Albanese, Lorenzo Fortunato o Alessandro Tonelli potrebbero puntare a replicare quanto fatto da Zana lo scorso anno. Di nomi spendibili ce ne sono tanti, noi ci limitiamo ad aggiungere Lorenzo Rota, Andrea Piccolo, Matteo Sobrero e il “dark horse” Luca Vergallito.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della prova in linea maschile riservata agli elite valida per i Campionati Italiani di ciclismo su strada 2023! Si parte alle 11.00 da Comano Terme. Noi vi racconteremo la corsa con aggiornamenti minuto per minuto ed in tempo reale. Non mancate!

Foto: Trek Segafredo