Seguici su

Ciclismo

Vuelta Femenina 2023: Marianne Vos trionfa nel caos dei ventagli, Realini e Persico sprofondano

Pubblicato

il

Caos, spettacolo e distacchi nella terza frazione della Vuelta Femenina 2023. Nella tappa più lunga di questa edizione (157 km) a fare la differenza non sono state le montagne o le salite, bensì il forte vento. Ad uscire vincitrice da questa situazione così complessa è Marianne Vos, che aggiunge un nuovo capitolo al romanzo della sua leggendaria carriera, consolidando la Maglia Rossa conquistata ieri.

La prima spaccatura in gruppo arriva a 90 km dal traguardo quando un ventaglio formato dal Team Movistar accende la corsa. La prima a fare le spese di questa accelerazione è Gaia Realini, che si stacca quasi subito. Tutta la Trek-Segafredo rallenterà per aspettarla e per farle perdere il minimo possibile in classifica.

La frazione continua su ritmi indiavolati con il gruppo che continua a perdere elementi ad ogni accelerazione. Marta Cavalli perde le ruote del gruppo e poco dopo tocca anche a Silvia Persico e Kristen Faulkner. Entrato nell’ultima fase della frazione, il gruppo di testa continua ad accelerare, percorrendo ampi tratti anche sopra i 50 km/h di media, aumentando il vantaggio sulle inseguitrici.

La lotta per le posizioni inizia nell’ultimo chilometro e quando la “regina” Marianne Vos lancia la volata, non c’è spazio per le rimonte. Charlotte Kool deve accontentarsi del secondo posto, terza piazza per Chloe Dygert. Il gruppo con Silvia Persico taglia il traguardo con 1’32” di distacco, mentre Gaia Realini perde addirittura 2’41”. Vos, come detto, rimane leader della generale, con 13” su Dygert e 14” su Markus. Erica Magnaldi, 21a a +1’03”, diventa la miglior italiana. Da segnalare come, con una media oraria di 45,6km/h, la corsa odierna è una delle più veloci mai disputate nella storia del ciclismo femminile.

Foto: Valerio Origo

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *