Seguici su

Scherma

Scherma, fine settimana ricco di soddisfazioni per l’Italia. Vittorie sfiorate, tante conferme e graditi ritorni

Pubblicato

il

È mancata solo la vittoria a suggellare un eccellente fine settimana per la scherma azzurra. Fioretto e spada cominciavano il loro cammino di qualificazione olimpica sia al femminile sia al maschile, con l’Italia che è stata assoluta protagonista in ogni gara, iniziando al meglio un percorso che avrà il proprio culmine con il Mondiale di casa a Milano.

Si parlava di conferme nel titolo e i fiorettisti azzurri non hanno tradito in quel di Acapulco. Sulle pedane messicane è arrivato il quinto podio in altrettante gare disputate. Il quartetto composto da Tommaso Marini, Daniele Garozzo, Alessio Foconi e Filippo Macchi si è arreso solamente ai soliti rivali degli Stati Uniti, collezionando il terzo secondo posto stagionale (in mezzo c’è anche il trionfo di Parigi). Conferme arrivano anche dall’individuale con Tommaso Marini, che ha concluso al terzo posto, battuto solamente dall’eroe di giornata, l’egiziano Mohamed Hamza.

Arriva un podio anche dalle fiorettiste, che nella prova a squadre riescono a cancellare la delusione per una prestazione nell’individuale. Una vera e propria giornata no per le italiane, che sono uscite tutte ancora prima dei quarti di finale, evento praticamente più unico che raro. Nonostante tutto l’Italia si è poi presa un bel secondo posto con la squadra, utilissimo per la qualifica olimpica, con il quartetto composto da Alice Volpi, Martina Favaretto, Francesca Palumbo ed Erica Cipressa battuto solo in finale dalla Francia.

Scherma, Coppa del Mondo 2023: i fiorettisti azzurri si confermano sul podio anche ad Acapulco

Una nottata italiana che ha portato davvero eccellenti risultati dalla spada. Il Grand Prix di Cali ha visto ben tre podi azzurri, due al maschile ed uno al femminile. Splendida doppietta per Davide Di Veroli e Federico Vismara, che salgono nuovamente sul podio insieme dopo il doppio terzo posto a Doha della passata stagione. Una prestazione eccellente dei due azzurri ed in particolare quella di Di Veroli, che è andato ad una sola stoccata dal prendersi una pazzesca vittoria, venendo battuto per 9-8 dal ceco Beran.

In Colombia c’è stato anche il ritorno sul podio di Rossella Fiamingo. La siciliana ha concluso al terzo posto, tornando tra le prime tre classificate dopo oltre quattro anni in una gara che non è un Mondiale o un Europeo. C’è anche qualche rimpianto per Fiamingo, visto che anche per lei è stata fatale l’ultima stoccata, venendo battuta in semifinale per 9-8 dall’asiatica Kong, che poi ha saputo trionfare in finale.

Foto: Bizzi/Federscherma

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *