Seguici su

Calcio

Italia sconfitta dalla Nigeria ai Mondiali Under 20. Azzurri stanchi dopo l’impresa contro il Brasile

L’Italia di Carmine Nunziata, dopo la bella vittoria contro il Brasile, perde dai nigeriani, troppo forti e fisici per poterli contrastare.

Pubblicato

il

Carmine Nunziata (@ LaPresse)
Carmine Nunziata (@ LaPresse)

Butta sconfitta dell’Italia di Carmine Nunziata che aveva davvero fatto sognare dopo il 3-2 all’esordio contro il Brasile. Gli azzurri si sono visti subito molto affaticati e in difficoltà per il grande caldo. I nigeriani hanno giocato sulla forza e l’intensità e, anche se le capacità tecniche sono molto modeste, ci hanno superato. Alla fine la Nazionale ha perso per 2-0 con i gol di Salim Fago Lawal al 60’ e un contropiede nei minuti di recupero finalizzati da Sunday Jude.

Le scelte degli allenatori

Nunziata ripropone quasi tutti gli undici che hanno battuto il Brasile all’esordio. Cambia Turicchia, per far giocare Giovane, mentre l’altro cambio riguarda l’attacco, con Ambrosino che gioca vicino a Baldanzi e Pafundi al posto di Esposito. La Nigeria cambia poco allo stesso modo e schiera un tridente molto interessante, con Samson Adeniran Lawal alle spalle di Sunday Jude e
Salim Fago Lawal.

Il primo tempo

Nel primo tempo la partita si sviluppa in maniera precisa. La Nigeria attacca, ma non avendo grandi capacità tecniche non riesce ad entrare in area di rigore e prova spesso da fuori area. L’Italia con i suoi velocisti prova qualche contrattacco in contropiede.

Le occasioni migliori le abbiamo noi con Pafundi che crea panico nella difesa avversaria, crossa e prima tocca Prati e poi al volo Casadei che prende la traversa. Poi prendiamo anche un rigore netto per fallo di mano di un difensore nigeriano, ma prima l’arbitro ha ravvisato un tocco di mano di Zanotti. La Nigeria si rende molto pericolosa soprattutto con un tiro di Saim Fago Lawal parato da Desplanches.

Il secondo tempo

La partita continua allo stesso ma al 60’ veniamo puniti. Umeh Umeh supera fisicamente Guarino, crossa e sempre Salim Fago insacca di testa. Da quel momento si sveglia soprattutto Baldanzi, che cerca in velocità di trascinare la squadra.

Prima ci prova da solo, puntando la porta e calciando verso la porta e poi dopo uno strappo serve Montevago con palla deviata che esce di poco. La stanchezza e una squadra spezzata a metà non permettono di fare altro e arriva il secondo gol segnato da Sunday Jude, lanciato addirittura dal portiere.

Ora l’Italia giocherà il passaggio del turno contro la Repubblica Dominicana, ma bisognerà anche capire cosa farà il Brasile contro i dominicani questa notte e poi contro i nigeriani nella terza partita.

Foto: LaPresse