Seguici su

Curling

Curling: un’Italia irriconoscibile perde 7-1 contro l’Australia ai Mondiali di doppio misto

Pubblicato

il

Blackout Italia. Dopo la promettente vittoria contro la Repubblica Ceca Stefania Constantini e Sabastiano Arman a causa di una prestazione estremamente negativa hanno dovuto cedere il passo per 1-7 all’Australia nel secondo incontro dei Campionati Mondiali 2023 di curling, specialità doppio misto, in scena in questi giorni a Gangneung (Corea del Sud).

Il match in realtà comincia in modo favorevole per gli azzurri, bravi a prendersi il punto trovando una casa molto affollata e approfittando di alcune incertezze degli oceanici. Tuttavia nel secondo end Constantini sbaglia l’ultima sua bocciata, consentendo agli avversari di mettere a referto due sigilli portandosi sull’1-2. L’aria si fa pesante poi subito nel terzo turno quando, complici le tante sbavature di Arman, la Campionessa Olimpica non riesce a ricucire i danni del compagno di squadra, servendo su un piatto d’argento la mano rubata da due ad un’Australia che prende il largo sull’1-4.

Ma sarà solo l’inizio di un vero e proprio incubo. Nel quarto turno infatti i nostri ragazzi sbagliano eccessivamente i loro colpi, lasciando ai rivali la possibilità di rubare ancora una volta la mano firmando il parziale di 1-5. Un gap che aumenterà anche nella ripresa successiva dove, una Stefania Constantini irriconoscibile, manca il suo rilascio contribuendo attivamente alla terza mano rubata consecutiva dell’Australia.

Curling, l’Italia debutta con una vittoria ai Mondiali di doppio misto: Constantini e Arman battono la Repubblica Ceca

Un colpo durissimo per i nostri ragazzi che, probabilmente anche condizionati psicologicamente, si rendono artefici di un settimo end contrassegnato da passaggi a vuoto che di fatto permettono agli oceanici di chiudere il conto sul 7-1, ponendo in anticipo la parola fine su una partita inaspettatamente complicata per l’Italia, chiamata adesso a rialzarsi nelle dispute successive.

Foto: LaPresse