Seguici su

Pallavolo

Volley, Superlega: si chiude la regular season con tanti verdetti da emettere

Pubblicato

il

Oleg Antonov

Ultima giornata di regular season con poche certezze e tanti verdetti ancora da emettere. Perugia già prima, Verona già quinta e Padova già salva, per il resto tutto ancora da decidere con le sfide in programma nel week end.

Un solo anticipo, domani, che ha creato non poco malcontento soprattutto fra le squadre in lotta per evitare la retrocessione. A Verona, la WithU, già certa del quinto posto finale affronta Cisterna che ha bisogno di una vittoria per provare in extremis ad entrare nella zona play-off. I laziali si sono rimessi in gioco battendo Piacenza sette giorni fa e proveranno a mettere pressione su Milano che è avanti di un punto.

Tutte le altre gare si giocano domenica alle 18 e il campo centrale è ovviamente quello di Trento dove ci si gioca il secondo posto e l’itas reduce dalla faticaccia di Champions contro i campioni d’Europa dello Zaksa (sconfitta 3-2 dopo due ore e mezzo di battaglia) ospita il Valsa Group Modena che nella semifinale di andata di Coppa Cev mercoledì sera ha sconfitto 3-1 lo Skra Belchatow. Le due squadre sono divise da un punto, a favore di Trento che ha 4 risultati su sei per chiudere al secondo posto, mentre Modena per finire la regular season alle spalle di Perugia ha necessità di vincere 3-0 o 3-1.

La Lube Civitanova guarda da una parte con attenzione la sfida di Trento (Modena in caso di sconfitta potrebbe essere superabile dai marchigiani) ma dall’altra ha un impegno tutt’altro che agevole sul campo della capolista Sir Safety Perugia che potrebbe far segnare un record imbattibile, quello di chiudere senza sconfitte la regular season. Di fronte le due squadre che si sono giocate lo scudetto un anno fa e che potrebbero essere di nuovo una davanti all’altra nella semifinale dei play-off: a Civitanova serve solo la vittoria per provare a scalare una posizione in classifica.

La Gas Sales Bluenergy Piacenza ha una buona occasione per difendere il sesto posto dall’assalto di Monza. La squadra di Botti si è letteralmente seduta dopo aver vinto la Coppa Italia ed è stata sconfitta in sequenza da Cisterna in campionato e dallo Knack Roselaere in Cev Cup. Ora ha bisogno di un successo contro Padova che arriva da una settimana di festeggiamenti per la salvezza raggiunta in anticipo e che scenderà in campo senza grandi motivazioni ma solo per chiudere al meglio la stagione.

E poi c’è la lotta salvezza che si intreccia con quella per le posizioni di rincalzo della zona play-off e che si gioca sul filo dei pochi chilometri che dividono Milano da Monza. A Milano l’Allianz che ha recuperato i suoi giocatori, reduci da episodi influenzali, ospita la Gioiella Prisma Taranto. I milanesi (e qui nasceva la polemica di Siena) potrebbero scendere in campo con la certezza dell’ingresso nei play-off (qualora Verona dovesse superare Cisterna) ma nulla è scritto e in teoria potrebbero ancora insidiare la settima piazza di Monza. Taranto parte dal +1 su Siena e con una vittoria con qualsiasi punteggio avrebbe la certezza della permanenza in Superlega.

A Monza i padroni di casa hanno bisogno di un punto per avere la certezza di difendere il settimo posto ma con 3 potrebbero teoricamente andarsi a prendere il sesto posto. Dall’altra parte la Emma Villas Aubay Siena deve solo vincere e sperare che Taranto cada a Milano: la tensione sarà alle stelle.

Photo LiveMedia/Giuseppe Leva