Seguici su

Curling

Oscar 2022, il premio OA Sport va a Stefania Constantini ed Amos Mosaner: i pionieri d’oro che hanno reso grande il curling tricolore

Pubblicato

il

Stefania Constantini e Amos Mosaner hanno vinto la settima edizione del Premio OA Sport. I due giocatori di curling sono stati selezionati dalla nostra redazione al termine di un anno così ricco di trionfi per lo sport italiano. La motivazione della scelta è la seguente: “Per aver regalato alla più grande potenza sportiva della storia, l’Italia, un trionfo in uno dei pochissimi sport ancora mancanti“.

Semplicemente pionieri del ghiaccio, i leggendari Campioni Olimpici del curling doppio misto. Grazie a loro siamo entrati in una nuova dimensione. Amos Mosaner e Stefania Constantini resteranno in maniera imperitura nella leggenda dello sport tricolore, autori di un’impresa ai limiti del surreale e che sembrava semplicemente impensabile fino a pochi giorni fa. Campioni Olimpici in uno sport che prima di oggi non aveva mai portato podi a cinque cerchi al Bel Paese e che nelle precedenti apparizioni (con la squadra maschile a Torino 2006 e a PyeongChang 2018, col quartetto femminile nell’edizione casalinga) non ci aveva mai regalato nemmeno una qualificazione alla fase a eliminazione diretta.

Hanno unito l’Italia in maniera impensabile: semplicemente unici. La stupenda coppia ha interpretato un torneo surreale sul ghiaccio di Pechino e si è resa protagonista di un magistrale percorso netto: nove vittorie nel round robin, Svezia annichilita nella semifinale, il dominio contro la Norvegia in un atto conclusivo consegnato all’antologia dei momenti più emozionanti, struggenti e palpitanti del Bel Paese. Un’apoteosi totale, frutto di sacrificio, amore per il curling, intensi allenamenti, perfezionamenti continui, miglioramenti costanti.

Alle nostre latitudini è esplosa la curling-mania: sedici anni fa erano stati Joel Retornaz e compagni a scaldarci i cuori portando questa disciplina nelle case di tutti gli italiani per la prima volta, quest’anno la magia si è sublimata con un’apoteosi totale che rimarrà perennemente nella mente di una Nazione intera, riunitasi attorno a due ragazzi così dolci, umili e pacati in un’atmosfera da tenere tinte romantiche. I ragazzi della porta accanto, gli amici che tutti vorremmo, figli dalla faccia candida, il bel volto di un popolo che all’ora di pranzo di martedì 8 febbraio si abbraccia virtualmente festeggiando in una disciplina così affascinante e appagante, praticata da soltanto 350 atleti circa in tutto lo Stivale.

La gestione delle stone di Amos Mosaner e la sua muscolatura perentoria sul ghiaccio. La precisione chirurgica degli ultimi tiri di Stefania Constantini. Il feeling tecnico-tattico, l’intesa invidiabile, l’impeccabile lettura del gioco, la comunicazione verbale impeccabile e molto chiara tra i nostri portacolori. Ingredienti di una ricetta che ha servito una portata da ristorante stellato a 60 milioni di commensali seduti al tavolo.

ALBO D’ORO PREMIO OA SPORT 

2016 – Giovanni Pellielo (Italia, tiro a volo)  

2017 – Federico Pellegrino (Italia, sci di fondo)  

2018 – Marco Lodadio (Italia, ginnastica artistica)  

2019 – Sinisa Mihajlovic (Serbia, calcio)  

2020 – Mike Tyson (USA, boxe)  

2021 – Vanessa Ferrari (Italia, ginnastica artistica) 

2022 – Amos Mosaner e Stefania Constantini (Italia, curling)

Foto: Lapresse

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online