Seguici su

Live Sport

LIVE Sci alpino, Slalom Madonna di Campiglio 2022 in DIRETTA: vince Yule, Braathen fuori dal podio. 13° Sala

Pubblicato

il

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

21.45 Grazie per averci seguito amici di OA Sport, lo sci alpino riprenderà lunedì 26 dicembre con la prima prova della discesa di Bormio. Un saluto sportivo e buone feste.

21.43 Braathen resta in testa alla graduatoria di slalom con 150 punti, seguito a -14 da Yule.

21.42 In classifica generale resta saldamente al comando lo svizzero Marco Odermatt con 796 punti, seguito da Aleksander Aamodt Kilde a 525. Kristoffersen sale in terza piazza a 385.

21.41 Quinta vittoria in carriera in slalom per il 29enne Daniel Yule: l’ultima affermazione risaliva a quasi 3 anni fa, ovvero a Kitzbuehel 2020.

21.40 Gli azzurri: 13° Tommaso Sala a 1.33, 18° Giuliano Razzoli a 1.86.

21.39 Sul podio dunque Svizzera, Norvegia e Germania. Vince Daniel Yule con 0.08 su Kristoffersen e 0.18 su Strasser. Completano la top10 Braathen, Feller, Schwarz, Jakobsen, Gstrein, Pertl e Popov.

21.38 Braathen ha sciato troppo in sicurezza, convinto che il vantaggio della prima manche gli consentisse di amministrare. In una gara così tirata, si è ritrovato fuori dal podio!

21.37 COLPO DI SCENA! Braathen è fuori dal podio! Chiude 4° a 0.27 da Yule, che vince la gara!

21.35 Manca solo Lucas Braathen: il norvegese può gestire 55 centesimi, non sono pochi su questa pista.

21.34 Inforcata per Meillard, era indietro di 17 centesimi al secondo intermedio.

21.32 Strasser perde troppo nella parte alta e chiude 3° a 0.18 da Yule. Podio sicuro per la Svizzera, ma potrebbe anche essere doppio: parte infatti Loic Meillard (-0.13).

21.31 Ne mancano tre: Strasser, Meillard e Braathen. Parte il tedesco Linus Strasser con appena 0.05 da gestire.

21.30 Lo svizzero Daniel Yule, partito con 19 centesimi di vantaggio su Kristoffersen, si supera e prende la vetta con 0.08 su Kristoffersen. Il livello della gara si è alzato di colpo, ma non poteva essere altrimenti.

21.28 FORMIDABILE KRISTOFFERSEN! Si porta al comando con 45 centesimi di vantaggio su Feller, 2° tempo di manche a soli 0.09 da Jakobsen. Lo scandinavo ora mette pressione a tutti.

21.27 L’austriaco Fabrio Gstrein è 4° a 0.55. Ultimi 5! C’è il norvegese Henrik Kristoffersen (-0.06).

21.25 ALLUCINANTE! Si è staccato un palo dopo un impatto con il braccio destro di Strolz. Il palo è rotolato verso il basso ed è stato colpito dallo sfortunato austriaco, che è scivolato! Che brutta figura da parte degli organizzatori, e ora? In teoria dovrebbe ripetere la prova Strolz…Oggi si saranno rotti almeno 7 o 8 pali, troppi per un evento di Coppa del Mondo.

21.23 Manuel Feller nuovo leader con 0.26 sul connazionale Schwarz. Ha sciato bene, sul muro forse si può fare qualcosa in più. Tocca ad un altro austriaco, Johannes Strolz (-0.01).

21.22 Parte l’austriaco Manuel Feller (-0.49). Da qui l’asticella si alza.

21.21 Mancano 8 atleti. In testa Schwarz con 0.17 su Jakobsen (che chiuderà in top10, ha già recuperato 17 posizioni) e 0.32 su Pertl. 7° Sala a 0.54.

21.20 Popov è 4° a 0.41. Ha pagato un errore nella parte alta.

21.18 Buona prova di Pertl, è 3° a 0.32. Ricordiamo che Jakobsen resta 2° a 0.17 da Schwarz. Ora il bulgaro Albert Popov (-0.47).

21.17 Tanti errori per Haugan, è 6° a 0.65. Sala resta 5° ed è certo di chiudere in top15. Mancano infatti i migliori 10 dopo la prima manche. Si comincia con l’austriaco Adrian Pertl (-0.38).

21.15 Matt è 8° a 0.86. Sala vicino alla top15, al momento sarebbe virtualmente 16°. Ora il norvegese Timon Haugan (-0.31).

21.13 Niente da fare. Nessun errore particolare per Sala, gli altri sono andati più forte. Chiude 5° a 0.54. Tocca all’austriaco Michael Matt (-0.30).

21.12 Prestazione solida di Ryding, è 4° a 0.53. Tocca all’ultimo italiano in gara, Tommaso Sala (-0.24). Deve prendersi dei rischi se vorrà concludere in top10.

21.10 SECONDA INFORCATA IN DUE GARE PER NOEL! Era in vantaggio di 25 centesimi al primo intermedio. Ora il terzo ed ultimo britannico, Dave Ryding (-0.22).

21.09 Ora può succedere di tutto: c’è il campione olimpico francese Clement Noel (-0.12). Nella prima manche è apparso irriconoscibile.

21.08 Sono scesi i primi 15. Schwarz guida la classifica con 0.17 su Jakobsen (che ha già recuperato 10 posizioni) e 0.49 su Aerni. 6° Razzoli a 1.07, pari merito con Zubcic.

21.07 Razzoli sesto a 1.07. Dal muro in giù ha proprio dato la sensazione che fosse finita la benzina.

21.05 Schwarz si porta al comando con 0.17 su Jakobsen! L’austriaco ha rischiato tantissimo sul piano finale. E’ il momento di Giuliano Razzoli (-0.04). Servirà qualcosa di speciale per stare davanti a Schwarz.

21.03 Inforcata per Rochat. Vediamo ora l’austriaco Marco Schwarz (-0.42).

21.02 Major scende per non sbagliare e prende la paga: 10° a 1.55. Qualche punticino lo porta a casa. Tocca allo svizzero Marc Rochat (-0.26).

21.00 Foss-Solevaag fatica sul muro ed è 4° a 0.60 da Jakobsen, già sicuro di entrare in top20. Ora grande curiosità per il 26enne britannico Billy Major (-0.21).

20.59 Pinturault è 3° a 0.48. Vediamo se il norvegese Sebastian Foss-Solevaag (-0.20) ritroverà brillantezza.

20.57 Aerni contiene i danni ed è secondo a 0.32 da Jakobsen, che sul muro del Canalone Miramonti ha incantato. Tocca ad Alexis Pinturault (-0.19): il francese ormai non sembra più quello dei tempi d’oro.

20.56 Zenhaeusern è 4° a 1.10. Ora un pericolo per Jakobsen, c’è l’imprevedibile svizzero Luca Aerni (-0.16).

20.54 Tremmel conclude 5° a 1.27. Prosegue la rimonta di Jakobsen. E, vedrete, durerà ancora a lungo. Tocca allo svizzero Ramon Zenhaeusern (-0.13), un nobile decaduto.

20.53 Zubcic è secondo a 9 decimi secchi da Jakobsen. E’ il turno del tedesco Anton Tremmel (-0.09).

20.51 Taylor è 4° a 1.72, sono comunque punticini importanti. Tocca al croato Filip Zubcic (-0.06), 25° dopo la prima frazione. Jakobsen ha sciato senza sbagliare, è un po’ il Vinatzer svedese: commette errori molto spesso, ma quando li evita, allora è tra i più veloci in assoluto.

20.50 Jakobsen non sbaglia e si porta nettamente al comando con 0.99 su Holzmann: quante posizioni recupererà? A nostro avviso tante, non ci stupiremmo di vederlo in top10. E ora il britannico Laurie Taylor (-0.03).

20.48 Von Gruenigen scivola e riesce con un colpo di reni a rimettersi in piedi. La gara è chiaramente compromessa, conclude 3° a 1.97. Attenzione ora allo svedese Kristoffer Jakobsen (-0.11): se fila tutto liscio, può recuperare tante posizioni.

20.47 Holzmann ha attaccato (e sbagliato) tanto, ma si porta in testa con 0.27 su Read. Tocca allo svizzero Noel Von Gruenigen (aveva lo stesso tempo di Holzmann nella prima manche).

20.46 1’39″89 il tempo totale del canadese Read. La seconda manche è più filante, con angoli meno accentuati. Ora il tedesco Sebastian Holzmann, parte con 0.01 di vantaggio.

20.45 Iniziata la seconda manche a Madonna di Campiglio. In pista Erik Read.

20.44 La pista è stata preparata benissimo, non dovrebbe rovinarsi molto.

20.42 L’Italia non vince a Madonna di Campiglio dal 2005, quando trionfò Giorgio Rocca. Purtroppo questa frase ve la diremo anche il prossimo anno…

20.40 Il primo a partire sarà il canadese Erik Read.

20.38 I primi 30 sono tutti racchiusi in 1.83.

20.36 Da segnalare un risultato storico per la Gran Bretagna, con ben 3 qualificati: 14° Ryding, 19° Major, 26° Taylor. Hanno fatto meglio dell’Italia…

20.33 I distacchi sono molto ridotti, per il podio può succedere di tutto. Il norvegese Lucas Braathen, tuttavia, al momento sembra avere qualcosa in più rispetto agli avversari.

20.29 Sono solo due gli italiani qualificati: 13° Tommaso Sala, 16° Giuliano Razzoli. Per come si è messa, firmeremmo per una top10. E dire che lo scorso anno 4 azzurri chiusero tra i migliori 12 a Campiglio. Fu comunque una prestazione illusoria.

20.28 La seconda manche è stata tracciata da Loic Brun, allenatore della Francia.

20.26 La classifica della prima frazione:

1 5 422729 BRAATHEN Lucas 2000 NOR 49.30 Atomic
2 1 512182 MEILLARD Loic 1996 SUI 49.72 0.42 Rossignol
3 2 202451 STRASSER Linus 1992 GER 49.80 0.50 Rossignol
4 3 511996 YULE Daniel 1993 SUI 49.85 0.55 Fischer
5 4 422304 KRISTOFFERSEN Henrik 1994 NOR 50.04 0.74 –
6 26 54444 GSTREIN Fabio 1997 AUT 50.09 0.79 Atomic
6 12 54093 STROLZ Johannes 1992 AUT 50.09 0.79 Head
8 6 54063 FELLER Manuel 1992 AUT 50.10 0.80 Atomic
9 19 92720 POPOV Albert 1997 BUL 50.12 0.82 Head
10 20 54348 PERTL Adrian 1996 AUT 50.21 0.91 Voelkl
11 16 422507 HAUGAN Timon 1996 NOR 50.28 0.98
12 21 54170 MATT Michael 1993 AUT 50.29 0.99
13 9 6291574 SALA Tommaso 1995 ITA 50.35 1.05 Dynastar
14 8 220689 RYDING Dave 1986 GBR 50.37 1.07 Fischer
15 7 6190403 NOEL Clement 1997 FRA 50.47 1.17 Dynastar
16 15 293098 RAZZOLI Giuliano 1984 ITA 50.55 1.25 Fischer
17 14 54320 SCHWARZ Marco 1995 AUT 50.59 1.29 Atomic
18 34 511899 ROCHAT Marc 1992 SUI 50.75 1.45 Nordica
19 42 221223 MAJOR Billy 1996 GBR 50.80 1.50 Fischer
20 11 422082 FOSS-SOLEVAAG Sebastian 1991 NOR 50.81 1.51 Voelkl
21 10 194364 PINTURAULT Alexis 1991 FRA 50.82 1.52 Head
22 25 511983 AERNI Luca 1993 SUI 50.85 1.55 Fischer
23 22 511902 ZENHAEUSERN Ramon 1992 SUI 50.88 1.58 Rossignol
24 45 202615 TREMMEL Anton 1994 GER 50.92 1.62 Nordica
25 24 380335 ZUBCIC Filip 1993 CRO 50.95 1.65 Atomic
26 60 221236 TAYLOR Laurie 1996 GBR 50.98 1.68 Head
27 17 502015 JAKOBSEN Kristoffer 1994 SWE 51.01 1.71 Fischer
28 54 512120 von GRUENIGEN Noel 1995 SUI 51.12 1.82 Fischer
28 36 202520 HOLZMANN Sebastian 1993 GER 51.12 1.82 Voelkl
30 28 103729 READ Erik 1991 CAN 51.13 1.83 Atomic
DID NOT QUALIFY FOR RUN 2: 23 competitors
31 35 6291430 MAURBERGER Simon 1995 ITA 51.16 1.86 Atomic
32 38 293797 GROSS Stefano 1986 ITA 51.25 1.95 Voelkl
33 52 6190543 RASSAT Paco 1998 FRA 51.33 2.03 Salomon
34 31 193967 MUFFAT-JEANDET Victor 1989 FRA 51.39 2.09 Salomon
35 47 202597 SCHMID Alexander 1994 GER 51.43 2.13 Head
36 13 422732 McGRATH Atle Lie 2000 NOR 51.46 2.16 Head
37 56 104710 JORDAN Asher 1999 CAN 51.48 2.18 Atomic
38 67 202808 MEISEN Adrian 1997 GER 51.49 2.19 Fischer
38 58 491853 del CAMPO Juan 1994 ESP 51.49 2.19 Atomic
38 23 491879 SALARICH Joaquim 1994 ESP 51.49 2.19 Rossignol
41 41 512138 SIMONET Sandro 1995 SUI 51.58 2.28 Rossignol
42 51 202485 KETTERER David 1993 GER 51.60 2.30 Atomic
43 64 60261 MAES Sam 1998 BEL 51.74 2.44 Voelkl
44 49 202908 HIMMELSBACH Fabian 1999 GER 51.75 2.45 Rossignol
45 40 6300464 KOYAMA Yohei 1998 JPN 51.82 2.52 Head
46 55 92719 ZLATKOV Kamen 1997 BUL 51.85 2.55 Head
47 57 6293252 KASTLUNGER Tobias 1999 ITA 52.04 2.74 Head
48 30 380361 RODES Istok 1996 CRO 52.39 3.09 Atomic
49 74 40621 MUHLEN-SCHULTE Louis 1998 AUS 52.41 3.11
50 75 240148 SZOLLOS Barnabas 1998 ISR 52.68 3.38 Kaestle
51 37 380377 KOLEGA Samuel 1999 CRO 52.80 3.50 Rossignol
52 70 550066 ZVEJNIEKS Miks 1995 LAT 54.59 5.29
53 62 6532163 SEYMOUR Jett 1998 USA 59.47 10.17 Fischer

20.25 Ben ritrovati amici di OA Sport. Alle 20.45 inizierà la seconda manche dello slalom di Madonna di Campiglio.

19.08 Appuntamento alle 20.45 per la seconda manche, vi aspettiamo. A più tardi.

19.06 Ricordiamo l’inforcata di Alex Vinatzer: stava sciando per un piazzamento da prime 7/10 posizioni.

19.05 Mancano ormai solo atleti di quarta fascia, la top30 non cambierà più. Maurberger ha mancato la qualificazione per 3 centesimi, Gross 12.

19.04 Fuori Federico Liberatore. Aveva 25 centesimi di ritardo al primo intermedio. Avremo dunque solo due azzurri nella seconda manche: 13° Tommaso Sala a 1.05 e 16° Giuliano Razzoli a 1.25.

19.03 Sono purtroppo alte le chance che Maurberger chiuda la prima manche da primo degli esclusi e Gross da secondo.

18.59 Il britannico Laurie Taylor, pettorale n.60, è 26° a 1.68. Fuori dunque Maurberger. Avremo dunque nella seconda manche ben tre britannici e, probabilmente, solo due azzurri. Un dato che deve far riflettere, e non poco…

18.57 Niente da fare per Tobias Kastlunger, mai in gara sin dal primo intermedio. Chiude 43° a 2.74.

18.55 Lo svizzero Noel Von Gruenigen è 27° e mette fuori Gross. Ora Maurberger è 30° a 1.86.

18.53 Il francese Paco Rassat è 31° a 2.03, si salva per ora Gross.

18.51 Siamo al pettorale n.51, ci avviciniamo a Kastlunger, sono 76 gli atleti iscritti.

18.47 Altra posizione persa: 29° Maurberger, 30° Gross. A nostro avviso usciranno entrambi. Speriamo in Kastlunger con il 57 e Liberatore con il 66.

18.44 Il britannico Billy Major si inserisce in 19ma posizione e fa perdere un posto a Maurberger e Gross. Mancano ancora più di 30 atleti.

18.42 Al momento Maurberger e Gross sono 27° e 28°. Entrambi rischiano tantissimo, perché la pista offre una ghiotta chance anche ai pettorali alti.

18.41 Stefano Gross 38° a 1.95, qualificazione appesa ad un filo.

18.40 Alex Vinatzer a RaiSport: “Ci tenevo tanto a partecipare, sono state giornate turbolente. Sono molto deluso, ci tenevo tanto. Ho cercato di essere solido ed a tempo. Forse volevo stringere un po’ troppo in uscita e ho inforcato. Mi dispiace tanto, con queste due inforcate mi sembra di ricominciare da capo. Devo lavorare, lavorare, lavorare. In queste due settimane di pausa dovrò ritrovare il feeling“.

18.39 Maurberger non riesce a svoltare. L’altoatesino è 26° a 1.86, qualificazione difficilissima.

18.38 E’ il momento di Simon Maurberger.

18.35 I pettorali dei prossimi italiani: 35 Maurberger, 38 Gross, 57 Kastlunger, 66 Liberatore.

18.34 Sono scesi i primi 30. Guida la classifica Braathen con 0.42 su Meillard, 0.50 su Strasser, 0.55 su Yule, 0.74 su Kristoffersen. Sesti a pari merito Gstrein e Strolz a 0.79, ottavo Feller a 0.80, nono Popov a 0.82, decimo Pertl a 0.91. 13° Sala a 1.05, 16° Razzoli a 1.25. Fuori Vinatzer.

18.32 Il croato Istok Rodes è già fuori dai giochi. Al momento è 27° a 3.09, nessuna chance di rimanere tra i top30.

18.31 Inforcata per il belga Armand Marchant.

18.29 Il canadese Erik Read è 24° a 1.83, a rischio eliminazione. Aspettiamoci inserimenti con i pettorali alti. Speriamo anche da parte di Kastlunger e Liberatore.

18.28 L’americano Luke Winters fa segnare il miglior tempo assoluto al primo intermedio, poi sbaglia e riparte praticamente da fermo, prima di inforcare definitivamente.

18.27 L’austriaco Fabio Gstrein è il migliore tra gli ultimi scesi e chiude 6° a 0.79, pari merito con il connazionale Strolz.

18.25 Lo svizzero Luca Aerni è 19° a 1.55. I distacchi sono contenuti. Chi avrà la fortuna di arrivare 30° o 29°, avrà un bel vantaggio nella seconda manche con pista liscia.

18.24 Il croato Filip Zubcic è 20° a 1.65. Il tempo comunque si può ancora fare, chiaramente la pista non è più intonsa come per i primi 5 che sono scesi.

18.22 Lo spagnolo Joaquim Salarich appare irriconoscibile rispetto allo scorso anno ed è ultimo a 2.19.

18.20 Sono scesi i primi 22. Al comando Braathen con 0.42 su Meillard, 0.50 su Strasser, 0.55 su Yule, 0.74 su Kristoffersen. 12° Sala a 1.05, 15° Razzoli a 1.25. Fuori Vinatzer, l’unico ad inforcare finora.

18.19 Il gigante svizzero Ramon Zenhaeusern appare molto macchinoso e chiude 19° a 1.58.

18.18 Matt è 11° a 0.99. Continua a perdere posizioni Sala, ora 12° a 1.05.

18.17 L’austriaco Michael Matt ha 0.13 di vantaggio al primo intermedio e solo 0.18 di ritardo al secondo.

18.16 L’austriaco Adrian Pertl è 9° a 0.91. La pista sta tenendo benissimo, una buona notizia per gli azzurri che avranno pettorali alti.

18.15 Il bulgaro Albert Popov è ottavo a 0.82. Classifica davvero cortissima. Sala ora è 10° a 1.05, Razzoli 13° a 1.25.

18.14 Vinatzer è il primo atleta oggi ad aver inforcato. Se vogliamo guardare il lato positivo, stava comunque sciando bene nonostante il piccolo acciacco fisico.

18.13 Ennesima inforcata per Alex Vinatzer. Ormai non sorprende più, purtroppo. Stava sciando bene, aveva 0.49 di ritardo al secondo intermedio.

18.11 Jakobsen sbaglia proprio sul piano finale ed è 16° a 1.71. Ora l’acciaccato Alex Vinatzer.

18.10 Haugan va in calo e chiude ottavo a 0.98. Sala dunque scivola in nona posizione. Tocca all’imprevedibile svedese Kristoffer Jakobsen.

18.10 Il norvegese Timon Haugan sta andando fortissimo. Solo 0.19 di ritardo al secondo intermedio.

18.09 8° Sala a 1.05, 11° Razzoli a 1.25.

18.08 Sono scesi i primi 15. Al comando Braathen con 0.42 su Meillard e 0.50 su Strasser. 4° Yule a 0.55, 5° Kristoffersen a 0.74. Comunque non è un caso che ai primi 5 posti si trovino gli atleti scesi con i primi 5 pettorali…

18.07 Considerate le premesse, va bene: Razzoli 11° a 1.25. Sul muro ha fatto davvero tanta fatica, nell’ultimo intermedio le energie erano al lumicino.

18.06 Al primo intermedio Razzoli è dietro di 0.06, al secondo di 0.42.

18.05 Schwarz, pur senza particolari errori, è 11° a 1.29. E’ arrivato il momento del debutto stagionale di Giuliano Razzoli, classe 1984.

18.04 Manche da dimenticare per McGrath, 13° a 2.16: qualificazione a forte rischio. Tocca all’austriaco Marco Schwarz.

18.02 Ottimo finale per Strolz, recupera 19 centesimi nell’ultimo settore ed è sesto a 0.79, dunque in piena corsa per il podio. Sala scala in ottava posizione a 1.05. Ora il norvegese Atle Lie McGrath.

18.02 Strolz ha 0.08 di vantaggio al primo intermedio, ma anche lui paga al secondo ed è dietro di 0.49.

18.00 Non è il Foss-Solevaag nel precedente biennio. Il norvegese è 10° a 1.51. Tocca all’austriaco Johannes Strolz.

17.59 Pinturault sbaglia tanto sul muro e chiude ultimo a 1.52. Attenzione perché non è detto che si qualifichi: se la pista tiene, anche i pettorali alti potranno contenere i distacchi. Tocca al norvegese Sebastian Foss-Solevaag, che vinse qui a Campiglio nel 2021.

17.58 Discreto Sala, è 7° a 1.05. Ha sciato molto bene alcune sezioni, in altre ha avuto troppo rispetto della pista. Può puntare alla top10 nella seconda manche. Ora il francese Alexis Pinturault.

17.57 0.06 di vantaggio per Sala al primo intermedio, ma 0.57 di ritardo al secondo.

17.56 Ryding settimo a 1″07. Tocca al primo dei sette italiani: Tommaso Sala. Rimanere a 7-8 decimi da Braathen sarebbe un grande risultato.

17.55 In gara il veterano britannico Dave Ryding. Al primo intermedio è in vantaggio di 2 centesimi, al secondo è in ritardo di 0.47.

17.54 Irriconoscibile Noel. Il francese è settimo a 1″17. Davvero una sciata molto lontana da quella che gli valse l’oro olimpico.

17.54 Il francese paga 0.14 al primo intermedio e ben 0.65 al secondo! La sua andatura non sembra fluida.

17.53 Feller è il peggiore sin qui, troppe ‘grattate’. Chiude sesto a 8 decimi secchi da Braathen. Ora Clement Noel, l’altro grande favorito di oggi insieme al norvegese.

17.52 Feller aggressivo come sempre, ma è dietro 0.34 al secondo parziale.

17.51 Braathen si conferma in grandissima forma e si porta al comando con 0.42 su Meillard. Certo i distacchi sono davvero risicati. Vediamo l’austriaco Manuel Feller, poi il francese Clement Noel.

17.51 0.14 di ritardo per Braathen al primo intermedio, ma poi mette il turbo e transita con 0.21 di vantaggio al secondo e 0.32 al terzo.

17.50 Kristoffersen non convince e chiude quarto a 0.32. Ora un altro norvegese, il leader della classifica di specialità Lucas Braathen.

17.49 Lo scandinavo è dietro 0.07 al primo intermedio ed anche al secondo.

17.48 Yule aveva 0.31 di margine al terzo intermedio, poi commette un grave errore e chiude terzo a 0.13 dal connazionale Meillard. Per ora classifica cortissima, vediamo il norvegese Henrik Kristoffersen.

17.48 Yule dietro di 0.08 al primo intermedio e in vantaggio di 0.01 al secondo.

17.47 Strasser guadagna 27 centesimi da metà pista in giù ed è secondo a soli 0.08 da Meillard. Tocca allo svizzero Daniel Yule.

17.45 49″72 il tempo di Meillard. Non si è preso particolari rischi, un paio di sbavature si sono viste. Il pettorale n.1 però potrebbe avergli dato una mano enorme. Ora il tedesco Linus Strasser.

17.45 Iniziato lo slalom di Madonna di Campiglio.

17.43 Lo svizzero Loic Meillard è pronto al cancelletto di partenza. Sarà il primo a partire.

17.40 La pista 3Tre non è tra le più ripide della Coppa del Mondo, dunque si adatta alle caratteristiche degli italiani, soprattutto Vinatzer e Razzoli. Peccato che entrambi non siano al 100%.

17.39 Grande attesa per il campione olimpico francese Clement Noel, reduce dall’uscita all’esordio stagionale.

17.38 La prima manche è stata tracciata da Robert Fuess, tecnico dell’Austria. La seconda toccherà invece a Loic Brun, allenatore della Francia.

17.36 Giuliano Razzoli a RaiSport: “La schiena va meglio, sono migliorato e fortunatamente sono qua. E’ una bella manche, a tratti anche angolata, la neve è bella. Non so ancora cosa aspettarmi, mi sono allenato poco: spero l’atmosfera di Campiglio mi dia una mano“.

17.35 Alex Vinatzer a RaiSport: “Mi sento abbastanza sicuro, il ginocchio oggi sta ancora un po’ meglio. Ho fatto tanta fisioterapia. Non mi aspetto tanto, perché non sono al 100%. Cercherò di fare la mia sciata, poi vedremo come reagirà il ginocchio“.

17.33 L’uomo da battere sarà il norvegese Lucas Braathen: il norvegese ha dominato il primo slalom in Francia. Va detto che la pista odierna sarà completamente diversa.

17.30 E’ un’Italia acciaccata. Oggi debutta Giuliano Razzoli: il campione olimpico di Vancouver 2010 aveva saltato lo slalom della Val d’Isere a causa del mal di schiena.

17.28 Alex Vinatzer ha riportato una lieve lesione al menisco dopo una caduta nel secondo gigante dell’Alta Badia. Stringerà i denti e sarà in gara: ha bisogno di punti, perché è uscito dal primo gruppo di 15, come testimonia il pettorale n.18…

17.25 Saranno 7 gli azzurri in gara, di seguito i loro pettorali: 9 Tommaso Sala, 15 Giuliano Razzoli, 18 Alex Vinatzer, 35 Simon Maurberger, 38 Stefano Gross, 57 Tobias Kastlunger, 66 Federico Liberatore.

17.23 I pettorali di partenza della gara:

1 512182 MEILLARD Loic 1996 SUI Rossignol
2 202451 STRASSER Linus 1992 GER Rossignol
3 511996 YULE Daniel 1993 SUI Fischer
4 422304 KRISTOFFERSEN Henrik 1994 NOR –
5 422729 BRAATHEN Lucas 2000 NOR Atomic
6 54063 FELLER Manuel 1992 AUT Atomic
7 6190403 NOEL Clement 1997 FRA Dynastar
8 220689 RYDING Dave 1986 GBR Fischer
9 6291574 SALA Tommaso 1995 ITA Dynastar
10 194364 PINTURAULT Alexis 1991 FRA Head
11 422082 FOSS-SOLEVAAG Sebastian 1991 NOR Voelkl
12 54093 STROLZ Johannes 1992 AUT Head
13 422732 McGRATH Atle Lie 2000 NOR Head
14 54320 SCHWARZ Marco 1995 AUT Atomic
15 293098 RAZZOLI Giuliano 1984 ITA Fischer
16 422507 HAUGAN Timon 1996 NOR
17 502015 JAKOBSEN Kristoffer 1994 SWE Fischer
18 6293171 VINATZER Alex 1999 ITA Atomic
19 92720 POPOV Albert 1997 BUL Head
20 54348 PERTL Adrian 1996 AUT Voelkl
21 54170 MATT Michael 1993 AUT
22 511902 ZENHAEUSERN Ramon 1992 SUI Rossignol
23 491879 SALARICH Joaquim 1994 ESP Rossignol
24 380335 ZUBCIC Filip 1993 CRO Atomic
25 511983 AERNI Luca 1993 SUI Fischer
26 54444 GSTREIN Fabio 1997 AUT Atomic
27 6531936 WINTERS Luke 1997 USA Rossignol
28 103729 READ Erik 1991 CAN Atomic
29 60253 MARCHANT Armand 1997 BEL Salomon
30 380361 RODES Istok 1996 CRO Atomic
31 193967 MUFFAT-JEANDET Victor 1989 FRA Salomon
32 512203 NEF Tanguy 1996 SUI Head
33 561322 HADALIN Stefan 1995 SLO Rossignol
34 511899 ROCHAT Marc 1992 SUI Nordica
35 6291430 MAURBERGER Simon 1995 ITA Atomic
36 202520 HOLZMANN Sebastian 1993 GER Voelkl
37 380377 KOLEGA Samuel 1999 CRO Rossignol
38 293797 GROSS Stefano 1986 ITA Voelkl
39 54252 RASCHNER Dominik 1994 AUT Rossignol
40 6300464 KOYAMA Yohei 1998 JPN Head
41 512138 SIMONET Sandro 1995 SUI Rossignol
42 221223 MAJOR Billy 1996 GBR Fischer
43 6532592 RITCHIE Benjamin 2000 USA Dynastar
44 422766 STEEN OLSEN Alexander 2001 NOR Rossignol
45 202615 TREMMEL Anton 1994 GER Nordica
46 6190558 AMIEZ Steven 1998 FRA
47 202597 SCHMID Alexander 1994 GER Head
48 380334 VIDOVIC Matej 1993 CRO Head
49 202908 HIMMELSBACH Fabian 1999 GER Rossignol
50 6531063 GINNIS A. 1994 GRE Fischer
51 202485 KETTERER David 1993 GER Atomic
52 6190543 RASSAT Paco 1998 FRA Salomon
53 104697 WALLACE Liam 1999 CAN Rossignol
54 512120 von GRUENIGEN Noel 1995 SUI Fischer
55 92719 ZLATKOV Kamen 1997 BUL Head
56 104710 JORDAN Asher 1999 CAN Atomic
57 6293252 KASTLUNGER Tobias 1999 ITA Head
58 491853 del CAMPO Juan 1994 ESP Atomic
59 512396 LUETOLF Joel 2000 SUI Dynastar
60 221236 TAYLOR Laurie 1996 GBR Head
61 502433 HANSSON William 2001 SWE Rossignol
62 6532163 SEYMOUR Jett 1998 USA Fischer
63 104488 FOURNIER Simon 1997 CAN Fischer
64 60261 MAES Sam 1998 BEL Voelkl
65 6301077 AIHARA Shiro 2001 JPN Atomic
66 6291631 LIBERATORE Federico 1995 ITA Salomon
67 202808 MEISEN Adrian 1997 GER Fischer
68 54447 RUELAND Simon 1997 AUT Voelkl
69 561378 MAROVT Tijan 1998 SLO Head
70 550066 ZVEJNIEKS Miks 1995 LAT
71 430783 HABDAS Piotr 1998 POL Atomic
72 151215 FOREJTEK Filip 1997 CZE Atomic
73 320367 PARK Je-Yun 1994 KOR Rossignol
74 40621 MUHLEN-SCHULTE Louis 1998 AUS
75 240148 SZOLLOS Barnabas 1998 ISR Kaestle
76 30488 GRAVIER Tiziano 2002 ARG

17.21 Lo sci in notturna ha sempre il suo fascino. Sarà spettacolo nel Canalone Miramonti sulla mitica pista 3Tre.

17.20 Buonasera amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live dello slalom di Madonna di Campiglio, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino.

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live dello slalom di Madonna di Campiglio 2022, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino. Si tratta della seconda gara stagionale tra i rapid gates dopo quella in Val d’Isere vinta dal nuovo fenomeno norvegese Lucas Braathen davanti all’austriaco Manuel Feller ed allo svizzero Loic Meillard.

Sul Canalone Miramonti l’Italia schiererà sette atleti. Dopo la brutta caduta rimediata in Alta Badia l’altro ieri, con tanto di piccolo infortunio al menisco, Alex Vinatzer ha deciso di stringere i denti e sarà della partita. Chiaramente non potrà essere al 100%, ma chissà che non possa emulare Sofia Goggia e stupire su una pista che ama e dove ottenne un terzo posto due anni fa. Gli altri azzurri in gara saranno Tommaso Sala, Stefano Gross, Simon Maurberger, Tobias Kastlunger, Federico Liberatore e Giuliano Razzoli. Per quest’ultimo si tratta del debutto stagionale, perché aveva saltato la tappa inaugurale a causa del mal di schiena. L’Italia non vince a Madonna di Campiglio dal 2005, quando trionfò Giorgio Rocca. Da ricordare anche le tre affermazioni di Alberto Tomba nel 1987, 1988 e 1995: altri tempi, purtroppo.

Dopo il ritiro di Marcel Hirscher, in slalom non vi è più un vero padrone. Nella passata stagione i valori e le gerarchie mutavano di gara in gara, con tante sorprese e colpi di scena. Vedremo dunque se quello di Braathen in Val d’Isere sarà stato un fuoco di paglia oppure l’inizio di un cambio di rotta in questo senso. Grande attesa anche per il campione olimpico francese Clement Noel, reduce da un’inforcata nella prima gara stagionale.

L’appuntamento con la prima manche dello slalom di Madonna di Campiglio è per le 17.45, mentre la seconda scatterà alle 20.45. La prima frazione verrà tracciata da Robert Fuess, tecnico dell’Austria, mentre il disegno della seconda toccherà a Loic Brun, allenatore della Francia. Non perdetevi neanche un appuntamento con la nostra Diretta Live: vi aspettiamo! Buon divertimento.

Foto: Lapresse

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online