Seguici su

Pallavolo

Volley, chi sono i giocatori della Polonia nella Finale dei Mondiali. Kurek la stella, non c’è Leon

Pubblicato

il

L’Italia affronterà la Polonia nella Finale dei Mondiali 2022 di volley maschile. Gli azzurri saranno chiamati ad un’autentica impresa: sconfiggere i Campioni del Mondo di fronte alla bolgia di Katowice, 12.000 tifosi che spingeranno i biancorossi verso il terzo titolo iridato consecutivo. I Campioni d’Europa hanno comunque tutte le carte in regola per inventarsi la magia in trasferta. Diamo uno sguardo dettagliato a chi saranno gli avversari dei ragazzi del CT Fefé De Giorgi.

La Polonia ha beneficiato della testa di serie numero 1 nella fase a eliminazione diretta, gentile omaggio concesso dalla FIVB ai padroni di casa in barba ai meriti sportivi. I Campioni del Mondo non hanno però avuto un cammino semplicissimo, visto che dopo la passerella contro la Tunisia hanno dovuto fare i conti con gli USA (battuti al tie-break dopo il 3-1 della fase a gironi) e il Brasile (altro tie-break). Si tratta di una squadra in grado di fare la differenza in attacco, potentissima al servizio, impeccabile in difesa e dotata di una grandissima pazienza sottorete.

Volley, GIOIELLI AZZURRI! L’Italia schianta la Slovenia 3-0 e plana in finale ai Mondiali dopo 24 anni!

L’uomo di riferimento è l’opposto Bartosz Kurek, un vero e proprio colosso dinamitardo: fu MVP degli ultimi Mondiali e proverà a ripetersi, lo abbiamo ammirato con la maglia di Monza nella stagione 2019-2020 e ora si è trasferito in Giappone con la maglia dei Wolf Dogs di Nagoya. Ricordiamo che manca invece l’altra grande stella Wilfredo Leon, lo schiacciatore di origini cubane che si è chiamato fuori a causa di problemi fisici e che ritroveremo a ottobre con la maglia di Perugia.

Il 34enne è solito accendersi quando indossa la maglia della sua Nazionale, garantisce una vagonata di punti in ogni circostanza e a tratti può risultare immarcabile. Il regista Marcin Janusz è conosciuto a menadito da Michieletto e Lavia, visto che il suo ZAKSA ha sconfitto Trento nelle ultime due Finali della Champions League: non è un fuoriclasse ed è poco appariscente, ma è molto solido e quando si appoggia a Kurek fa la differenza. La sua intesa è ottima anche con gli schiacciatori Kamil Semeniuk e Aleksander Sliwka: il primo è stato acquistato da Perugia e ha lasciato lo ZAKSA, dove invece milita il secondo da ben quattro anni.

Sono attaccanti di qualità e con buon estro, affondano in parallela e usano bene il mani-out: andranno arginati con grande cura. Il centrale Mateusz Bieniek è un fuoriclasse: primi tempi a raffica e grandi muri, ora è allo Skra Belchatow ma nel 2019-2020 è stato a Civitanova. Sarà affiancato da Jakub Kochanowski, che ha vinto una Champions League con lo ZAKSA e dalla passata stagione milita con l’Asseco Resovia. Da non sottovalutare il libero Pawel Zatorski (Resovia).

Foto: FIVB