Seguici su

Atletica

LIVE Atletica, Diamond League Losanna 2022 in DIRETTA: Bruni quarta nell’asta con 4.60! Tamberi si ferma a 2.20: quinto. Settimo Ponzio nel peso

Pubblicato

il

Gianmarco Tamberi

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

22.00: Era questa l’ultima gara del meeting di Losanna che ha ospitato gare di ottimo livello, pur senza particolari punte. Per questa sera è tutto, grazie per averci seguito e appuntamento alle prossime riunioni di atletica. Buona serata

21.58: La Svizzera vince in 42″91 la 4×100 donne sopravanzando l’Olanda con 43″02 e la Spagna con 43″75

21.54: Per l’Italia buona la gara di Roberta Bruni nell’asta con 4.60 e il quarto posto. Bene anche Ponzio, 20.94 che gli ha fruttato solo il settimo posto in una gara stellare del peso. Discreto Zoghlami che ha chiuso decimo i 3000 siepi, mentre Gianmarco Tamberi si è dovuto accontentare del quinto posto in una deludente gara dell’alto vinta da Protsenko con 2.24

21.53: Resta solo la staffetta 4×100 femminile che vede al via Svizzera U20, Francia, Svizzera, Olanda, Spagna, Austria

21.52: Non ci sono miglioramenti nell’ultimo lancio del getto del peso: Vince Kovacs con 22.65, secondo posto per lo statunitense Crouser con 22.05, terzo il neozelandese Gill con 21.59

21.48: Vittoria senza fuochi d’artificio per Noah Lylse che parte male, si distende nel finale e chiude con 19″56, secondo posto per lo statunitense Norman con 19″76, terza piazza per Richards di Trinidad e Tobago in 19″95

21.45: Saranno Kovacs, Crouser e Gill ad effettuare il lancio finale nel peso

21.43: Si chiude senza cambiamenti il triplo donne. Vince Rojas con 15.31, secondo posto per la giamaicana Ricketts con 14.64, terza piazza per l’ucraina Bekh-Romanchuk con 14.31

21.41: Tra poco il via dell’ultima gara in pista di serata, i 200 metri con alcuni dei migliori interpreti della specialità, tra cui Noah Lyles. Al via Dobson (Gbr), Hudson (Jam), Ogando (Dom), Fahnbulleh (Usa), Richards (Tto), Norman (Usa), Lyles (Usa), Knighton (Usa)

21.40: Nullo per Ponzio che dunque chiuderà al settimo posto

21.38: Che battaglia tra Paulino e Williams. La spunta la dominicana Paulino con 49″87, secondo posto per Williams delle Barbados con 49″94, terza la dominicana Cofil che migliora il personale in 50″13

21.34: Si migliora ulteriormente Ponzio con 20.94 ma non basta per guadagnare posizioni, è sempre settimo

21.30: E’ il momento dei 400 femminili con al via Williams (Gbr), McPherson (Jam), Kaczmarek (Pol), Klaver (Ned), Williams (Bar), Paulino (Dom), McLeod (Jam), Cofil (Dom)

21.29: Rojas, Ricketts e Bekh-Romanchuk effettueranno l’ultimo salto nel triplo

21.28: Nel peso Gill si riprende il terzo posto con 21.70, nullo per Ponzio, sempre settimo

21.26: Grande prestazione della portoricana Camacho Quinn che si impone nei 100 ostacoli con 12″34, secondo posto per la nigeriana Amusan con 12″45, terza con il personale la statunitense Jones in 12″47

21.25: Che salto di Yulimar Rojas che atterra a 15.31 e allunga in testa al triplo. Sempre Ricketts e Bekh-Romanchuk alle sue spalle

21.24: Grande gara in arrivo, i 100 ostacoli con la campionessa mondiale nigeriana Amusan. Al via Visser (Ned), Kambundji 8Sui), Anderson (Jam), Camacho-Quinn (Pur), Amusan (Nig), Harrison (Usa), Ali (Usa), Jones (Usa)

21.23: Ancora un miglioramento a 22.05 per Crouser

21.21: Sempre Kovacs al comando nel peso con 22.65, miglioramento sensibile nel secondo lancio, sale Crouser, secondo con 21.95, terzo Sinancevic con 21.65, Ponzio si migliora con 20.64 ma è solo settimo

21.18: Splendida vittoria per il marocchino El Bakkali con 8’02″45, secondo posto staccato per l’etiope Amare con 8’12″07, terzo il keniano Bett con 8’12″08. Zoghlami è decimo in 8’25″63, ha sofferto nel finale l’azzurro

21.17: El Bakkali in fuga, fatica Zoghlami a un giro dalla fine

21.16: Si chiude una deludente gara dell’alto ma sono tutti stanchi e scarichi. Vince Protsenko con 2.24, secondo Barshin, sempre con 2.24. Stessa misura per Harrison che è terzo, quinto posto per Gianmarco Tamberi

21.16: El Bakkali in fuga, bene Zoghlami dietro

21.14: Solo El Bakkali resiste al ritmo delle due lepri Kipsang e Kones, Zoghlami è in fondo al gruppo allungato ma bene in spinta

21.13: Nel peso subito un 22.41 per Kovacs che va al comando nel peso. A seguire Gill con 21.27, Crouser con 21.04, Ponzio con 20.42

21.12: Due errori per tutti a 2.27 nell’alto

21.10: C’è Osama Zoghlami al via dei 3000 siepi. Questi i protagonisti: Jager (Usa), Sime (Eth), Miura (Jpn), Arce (Esp), Bett (Ken), Zoghlami (Ita), Serem (Ken), Amare (Eth), Kibiwot (Ken), Wale (Eth), El Bakkali (Mar), Kipsang (Ken), Kones (Ken)

21.08: Gara stellare del getto del peso maschile, c’è anche l’azzurro Nick Ponzio. Al via Crouser (Usa), Kovacs (Usa), Walsh (Nzl), Awotunde (Usa), Gill (Nzl), Mihaljevic (Cro), Ponzio (Ita), Sinancevic (Srb)

21.07: Sbagliano tutti a 2.27 nell’alto

21.05: Vittoria a sorpresa per la statunitense Hobbs che chiude in 10″87, secondo posto per la giamaicana Jackson con 10″88, terzo posto per la ivoriana Ta Lou con 10″89

21.01: Partenza falsa nei 100, squalificata Thompson-Herah

21.00: PECCATO! Tamberi si ferma a 2.20. Terzo errore a 2.24 per lui. Restano in quattrro in gara

21.00: Fraser Pryce non è al via dei 100. probabilmente un risentimento dell’ultima ora

20.59: Kerr supera 2.24 al terzo tentativo

20.58: Harrison supera 2.24 al terzo tentativo, fuori Lovett e Przybylko

20.57: E’ una delle gare del meeting! I 100 femminili con le tre giamaicane sul podio mondiale. Al via Davis (Usa), Hobbs (Usa), Ta Lou (Civ), Jackson (Jam), Fraser-Pryce (Jam), Thompson-Herah (Jam), Kambundji (Sui), Terry (Usa)

20.56: Secondo errore per Tamberi a 2.24, sbagliano tutti gli altri tranne Protsenko e Barshim

20.55: Rojas, nulla alla seconda prova, è in testa con 14.99, seconda la giamaicana Ricketts con 14.64, terza l’ucraina Bekh-Romanchuk con 14.31

20.53: Che rimonta la burundiana Niyonsaba! Vince con il record del meeting di 8’26″80, secondo posto per la statunitense Monson che aveva provato a sorprendere tutti con una volata lunghissima e che pensava di avere vinto con 8’26″81, terzo posto per la keniana Chebet con 8’27″14

20.51: Restano in sette davanti quando manca poco più di un giro alla fine dei 3000

20.50: Monson in testa al passaggio a 2 km, gruppo folto in testa

20.50: Barshim supera 2.24 al primo tentativo

20.49: Hassan inciampa su un avversaria, esce dalla pista e rischia la distorsione. L’olandese è in fondo al gruppo

20.47: Errore per Tamberi a 2.24

20.46: Lepri in fuga nei 3000, si profila una gara tattica, con tante pretendenti alla vittoria

20.44: Protsenko supera 2.24 al primo tentativo

20.44: Rojas inizia la sua gara del triplo con 14.99

20.43: E’ il momento delle star del mezzofondo femminile con un 3000 siepi pieno di grandi protagoniste. Al via Embaye (Eth), Norris (Usa), Seyaum (Eth), Henes (Usa), Feysa (Eth), Monson (Usa), Hull (Aus), Worku (Eth), Cranny (Usa), Kipkirui (Kaz), Klosterhalfen (Ger), Chebet (Ken), Kipkemboi (Ken), Muir (Gbr), Niyonsaba (Bdi), Hassan (Ned), Griffith (Aus), Lemiesz (Pol)

20.42: Eliminato il coreano Woo che non supera 2.20, fuori anche McEwen. Sorpresa nell’alto. Si sale a 2.24

20.40: PRIMATO MONDIALE STAGIONALE PER INGEBRIGTSEN CHE DOMINA I 1500 IN 3’29″05! Splendida la prova del norvegese che stacca tutti i rivali, secondo il keniano Kipsang in 3’29″93, terzo l’australiano McSweyn con 3’30″18,

20.40: Ingebrigtsen se ne va a 300 metri dalla fine

20.39: Barshim supera 2.20 al secondo tentativo

20.38: Hoare e Ingebrigtsen alle spalle della lepre Akbache nei 1500

20.37: Secondo errore per Woo a 2.20

20.36: Lovett e Przybylko superano 2.20 al secondo tentativo

20.36: Sta per iniziare l’attesa gara del triplo femminile con la venezuelana Rojas a caccia del record del mondo. Al via Rojas (Ven), Bekh-Romanchuk (Ukr), Ricketts (Jam), Franklin (Usa), Makela (Fin), Lafond (Dma), Minenko (Isr), Mamona (Por), Williams (Jam)

20.35: Errore per Barshim a 2.20

20.34: Si chiude la gara del giavellotto con il successo del campione olimpico indiano Chopra che ha lanciato a 89.08, secondo posto per il ceco Vadlejch con 85.88, terzo posto per lo statunitense Thompson con 83.72

20.33: Bene Tamberi! L’azzurro supera 2.20 al primo tentativo

20.33: Errore per Woo a 2.20, superato da Protsenko al primo tentativo

20.31: Tra pochi minuti il via dei 1500 maschili, altra gara stellare. Al via G. Garcia (Esp), Rozmys (Pol), Sadiki (Mar), McSwetn (Aus), Gourley (Gbr), Stonier (Gbr), Tanner (Nzl), Heyward (Gbr), Kipsang (Ken), Kerr (Gbr), Cheruiyot (Ken), M. Garcia (Esp), Hoare (Aus), Ingebrigtsen (Nor), Akbache (Fra)

20.30: Harrison e Kerr superano 2.20 al primo tentativo

20.29: Con i tre errori di Sutej e Kennedy a 4.75 si chiude la gara dell’asta donne. Vince con 4.70 la slovena Sutej, secondo posto per l’australiana Kennedy, sempre con 4.70 terza la finlandese Murto con 4.60, quarta l’azzurra Bruni con 4.60

20.27: Holloway arriva ai 100 in testa e poi come al solito crolla, ne approfitta il giamaicano Broadbell con 12″99, record personale, secondo lo statunitense Cunningham con 13″10, terzo Hollway in 13″11, quarto il campione olimpico, il giamaicano Parchment con 13″13

20.26: Tutti gli atleti dell’alto superano 2.15

20.24: Tamberi supera 2.15 al primo tentativo, come Barshim e Woo. Errori per Kerr e Przybylko

20.23: Nel giavellotto Vadlejch si migliora a 85.88 ma resta secondo. Saranno lui, Chopra e Thompson ad effettuare l’ultimo lancio

20.22: Nell’asta Kennedy e Sutej commettono il secondo errore a 4.75

20.22: Al via nei 110 ostacoli alcuni dei grandissimi interpreti della specialità: Pereira (Bra), Joseph (Sui), Cunningham (Usa), Parchment (Jam), Broadbell (Jam), Holloway (Usa), Martinot-Lagarde (Fra), Czykier (Pol)

20.21: McEwen, Lovett e Harrison superano 2.15 al primo tentativo nell’alto

20.20. Errori per Sutej e Kennedy a 4.75

20.18: Penultima rotazione di lanci nel giavellotto ma non ci sono novità. Chopra, Vadlejch e Thompson ai primi tre posti

20.14: La francese Lamote con il primato personale di 1’57″84 vince la volata lunga degli 800 contro la statunitense Wilson, secondo in 1’58″09, terza la britannica Reekie in 1’59″00

20.13: Anche la campionessa europea Murto esce di scena a 4.70 ed è terza

20.12: Purtroppo sfuma il podio per Roberta Bruni che sarà quarta. Errore per lei a 4.70 anche al terzo tentativo, mentre Kennedy supera la misura sempre al terzo tentativo e sorpasso l’azzurra in classifica

20.11: Negli 800 femminili al via Wielgosz (Pol), Nakaayi (Uga), Horvat (Slo), Lamote (Fra), Hoffmann (Sui), Reekie (Gbr), Wilson (Usa), Gajanova (Svk), Werro (Sui), Johnson (Usa), Baumann (Ger), Rosamilia (Sui)

20.09: Due errori per Murto, Kennedy e Bruni

20.08: Secondo errore per Bruni a 4.70, va in testa Sutej superando la misura al secondo tentativo

20.07: C’è Gianmarco Tamberi in pedana per il salto in alto. Gara stellare con tutti i più forti al mondo. Al via Lovett (Can), Przybylko (Ger), Harrison (Usa), Kerr (Nzl), McEwen (Usa), Protsenko (Uke), Woo (Kor), Tamberi (Ita), Barshim (Qat)

20.05: Splendida prova dell’olandese Bol che distribuisce al meglio le energie e chiude con un ottimo 52″95, Muhammad parte forte e crolla nel finale. Secondo posto per la giamaicana Russell con 53″92, terza la giamaicana Kbnight con 54″33

20.03: Errore per Bruni e Sutej a 4.70

20.02: Al via nei 400 ostacoli donne: Knight (Jam), Russell (Jam), Ryzhykova (Ukr), Muhammad (Usa), Bol (Ned), Clayton (Jam), Tkachuk (Ukr), Woodruff (Pan)

20.00: Fuori Moser e Stefanidi, si salva Kennedy al terzo tentativo a 4.60. Si sale a 4.70

19.53: Sale al quinto posto il bronzo europeo Etelatalo nel giavellotto con 80.17 quando si sta per completare la terza rotazione

19.51: ROBERTA BRUNI! Superato 4.60 al secondo tentativo e l’azzurra prosegue nella sua avventura a Losanna. Doppio errore per Moser e Stefanidi

19.48: Murto e Sutej superano 4.60 al primo tentativo, errore per Bruni

19.44: Il ceco Vadlejch con 84.56 si porta al secondo posto nel giavellotto

19.43: Si salva la slovena Sutej che supera 4.50 al terzo tentativo. Restano in sei in gara e c’è Roberta Bruni, si sale a 4.60

19.41: Lo statunitense Rosser con un buon 47″68 vince la finale dei 400 ostacoli precedendo il francese Happio con 48″66 e il francese Vaillant con 48″94

19.40: Murto supera 4.50 al secondo tentativo, fuori Holm e Rezius

19.38: Kennedy supera 4.50 al secondo tentativo

19.37: Nell’asta doppio errore per Sutej, Holm e Retzius a 4.50

19.35: Al via nella finale dei 400 ostacoli maschili Tajana (Sui), Brand (Sui), Coroller (Fra), Happio (Fra), Rosser (Usa), Bonvin (Sui), Vaillant (Fra), Mfomkpa (Sui)

19.33: Bravissima Roberta Bruni che supera 4.50 al primo tentativo come Moser e Stefanidi. errore per tutte le altre

19.30. Chopra impone subito la sua legge e al primo lancio arriva a 89.08, secondo al termine della prima rotazione Thompson con 83.72, terzo Walcott con 83.38

19.25: Brava Roberta Bruni che supera 4.35 al secondo tentativo. Avanzano anche Moser, Retzius e Stefanidi. Fuori Chevrier

19.25: Questi i protagonisti: Chopra (Ind), Vadlejch (Cze), Walcott (Tto), Thompson (Usa), Etelatalo 8Fin), Clakss (Lat), Gailums (Lat), Keranen (Fin)

19.23: E’ il momento della gara del tiro del giavellotto maschile. Al via i medagliati europei, il ceco Vadlejch e il finlandese Etelatalo, l’olimpionico di Londra Walcott e il campione olimpico in carica, l’indiano Neeraj Chopra.

19.21: Si chiude la gara del triplo senza sussulti. Si migliora all’ultimo tentativo solo Diaz Fortun che atterra a 17.44 e resta terzo. Vittoria per l'”italiano” Andy Diaz Hernandez con 17.67, secondo Martinez che ha fatto segnare il personale con 17.50

19.18: Errore per Bruni a 4.35, misura superata al primo tentativo da Kennedy, Murto e Sutej

19.14: Zango si porta al quarto posto con 17.07 nel triplo ma non basta per effettuare il salto di finale che sarà esclusiva dei tre cubani che guidano la classifica

19.12: Nell’asta si parte da 4.35, misura superata da Holm

19.09: Queste le protagoniste della finale del salto con l’asta: Holm (Den), Moser (Sui), Chevrier (Fra), Retzius (Nor), Bruni (Ita), Sutej (Slo), Stefanidi (Gre), Kennedy (Aus), Murto (Fin)

19.07: Sta per iniziare una bella gara di salto con l’asta femminile. La primatista italiana Roberta Bruni, reduce dalla finale continentale, proverà a dire la sua nel salto con l’asta che vede al via l’intero podio di Monaco, la sorprendente finlandese medaglia d’oro Wilma Murto, la greca Stefanidi e la slovena Sutej, oltre al bronzo di Eugene, l’australiana Nina Kennedy.

19.05: Il salto triplo maschile si sta trasformando in un campionato cubano: in testa c’è l'”italiano” Andy Diaz Hernandez con 17.67, secondo Martinez che ha fatto segnare il personale con 17.50, terzo Diaz Fortun con 17.41. Siamo nel corso della quinta rotazione di salti

19.03: Sono già iniziate le gare del meeting svizzero “Athletissima”, una vera e propria parata di stelle con tanti campioni del mondo ed europei in pista e in pedana

19.00: Buonasera agli amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live della undicesima tappa della Diamond League 2022 in programma a Losanna in Svizzera

Programma, orari, Tv e streaming della tappa di Diamond League a Losanna – La presentazione della tappa di Diamond League a LosannaIl bilancio degli Europei di atletica 

Buon pomeriggio amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della undicesima tappa della Diamond League 2022 in programma a Losanna in Svizzera. Quattro italiani e una parata di stelle mondiali dell’atletica da fare invidia a qualsiasi evento internazionale: Athletissima mantiene sempre le promesse e porta a Losanna le grandi star mondiali. Tra queste c’è Gianmarco Tamberi che, forte del titolo europeo appena conquistato, va a sfidare gli avversari più forti e potrebbe prendersi qualche bella soddisfazione vista la sua condizione fisica attuale.

L’avversario numero uno sarà ancora una volta colui che ha condiviso con l’azzurro il titolo olimpico, il qatariano Mutaz Barshim, campione del mondo a Eugene, ma ci sarà anche l’argento del Mondiale e oro del Mondiale indoor, il coreano Woo Sang-hyeok, ad impreziosire una gara che vedrà al via anche l’ucraino bronzo mondiale Andriy Protsenko e il tedesco campione d’Europa 2018 Mateusz Przybylko, oltre agli  statunitensi JuVaughn Harrison e Shelby McEwen, al canadese Django Lovette e al neozelandese Hamish Kerr.

Osama Zoghlami, reduce dal bronzo di Monaco, nei 3000 siepi cercherà di restare più vicino possibile al grande protagonista di serata, il marocchino campione olimpico e mondiale Soufiane El Bakkali, e agli etiopi Wale e Amare, oltre ad altri grandi specialisti come Jager, Kibiwot e lo spagnolo Arce, quarto agli Europei. La primatista italiana Roberta Bruni, reduce dalla finale continentale, proverà a dire la sua nel salto con l’asta che vede al via l’intero podio di Monaco, la sorprendente finlandese medaglia d’oro Wilma Murto, la greca Stefanidi e la slovena Sutej, oltre al bronzo di Eugene, l’australiana Nina Kennedy.

Nel peso Nick Ponzio, reduce dal quarto posto di Monaco, se la vedrà con gli ex connazionali, che hanno occupato il podio di Eugene, gli statunitensi Crouser, Kovacs e Awotunde, e l’oro e l’argento di Monaco, il croato Mihaljevic e il serbo Sinancevic, oltre al neozelandese Walsh, all’altro statunitense Hill e al polacco Bukowiecki. Gara dei 100 donne stellare con le giamaicane Shelly-Ann Fraser-Pryce, Shericka Jackson e Elaine Thompson-Herah, le sprinter USA Terry, Davis e Hobbs, la primatista africana Ta Lou e la campionessa mondiale indoor dei 60 metri (argento sui 100 e oro sui 200 a Monaco) Mujinga Kambundji. Nei 200 uomini Noah Lyles sfida i connazionali Erriyon Knighton e Michael Norman, campione iridato dei 400. Nei 400 metri donne l’olandese Klaver sfida la polacca Kaczmarek, le giamaicane McLeod e McPherson, il bronzo mondiale Sada Williams e la dominicana Cofil.

Nei 100 ostacoli c’è la campionessa mondiale nigeriana Tobi Amusan, che ritrova dopo Eugene la giamaicana Anderson e l’olimpionica Camacho-Quinn, che hanno condiviso con lei il podio in Oregon. Nei 400hs rivincita degli Europei con l’olandese tre volte medaglia d’oro a Monaco Femke Bol, che sfida nuovamente le ucraine salite sul podio europeo, Tkachuk e Ryzhykova, in una gara che vede al via anche l’ex primatista del mondo Dalilah Muhammad. Nei 110 ostacoli al via il bicampione del mondo Grant Holloway, l’oro di Tokyo Hansle Parchment, e ancora Trey Cunningham (argento mondiale) e il giamaicano Broadbell, fresco di successo proprio contro Holloway.

Nel mezzofondo ennesima sfida nei 1500 uomini tra Jakob Ingebrigtsen e Timothy Cheruiyot, con la ricomposizione dell’intero podio olimpico per la presenza del britannico Josh Kerr ma promettono spettacolo anche i 3000 metri donne, con la primatista europea Sifan Hassan, Laura Muir e Konstanze Klosterhalfen, contro le etiopi Seyaum e Taye e la burundiana Niyonsaba. In pedana la più attesa è lei, Yulimar Rojas, campionessa di tutto e primatista mondiale del salto triplo, che affronta l’oro europeo Bekh-Romanchuk, le europee da podio Makela e Minenko, l’argento olimpico Mamona e il resto del podio di Eugene, Ricketts e Franklin. Nel Triplo uomini in gara l’argento di Eugene Zango, il bronzo di Monaco Pontvianne e la coppia dei Diaz, Jordan (ora spagnolo) e Andy (con base e forse futuro in Italia). Nel Giavellotto uomini al via i medagliati europei, il ceco Vadlejch e il finlandese Etelatalo, l’olimpionico di Londra Walcott e il campione olimpico in carica, l’indiano Neeraj Chopra.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della undicesima tappa della Diamond League 2022 in programma a Losanna in Svizzera dalle 20.00. Buon divertimento!

Foto Lapresse