Seguici su

Oltre Cinquecerchi

Scacchi: Nepomniachtchi-Caruana, che botta e risposta a metà Torneo dei Candidati 2022!

Pubblicato

il

Giro di boa al Torneo dei Candidati 2022: a Madrid, l’evento che vedrà arrivare lo sfidante al titolo mondiale detenuto da Magnus Carlsen sta vivendo qualcosa di raramente visto nella storia. Ian Nepomniachtchi continua a colpire (con una certa collaborazione avversaria), Fabiano Caruana seguita a rispondere. E lo scontro diretto, che è programmato per il nono turno, si avvicina velocemente.

RICHARD RAPPORT-IAN NEPOMNIACHTCHI 0-1
Non si fa fatica a definire questa come la partita dei rimpianti di Rapport, per delle ragioni che andremo a scoprire. Innanzitutto, si parte con la Difesa Petroff nella sua continuazione più conosciuta fino alla sesta mossa, dove ci sono tre continuazioni sostanzialmente equivalenti e “Nepo” sceglie 6… Ad6. Improvvisamente il magiaro vira su 9. Db3, arma dell’ormai ex vicepresidente FIDE (si è dimesso pochi giorni fa) Nigel Short. Quello che succede subito dopo è che il russo, all’atto pratico, si accontenterebbe tranquillamente del mezzo punto. Lo scacco perpetuo, però, Rapport lo rifiuta, volendosela giocare visto che non si è nemmeno arrivati a 20 mosse. L’ungherese, però, sbaglia alla 22a, forse anche pressato dal fatto che Nepomniachtchi di tempo ne spreca veramente pochissimo sull’orologio, riuscendo sempre a stare meglio. Si rimane con due Torri del Bianco per Donna del Nero, al netto di tutto il resto, ma in breve tempo Rapport concede a “Nepo” di rendere fortissima la sua Donna, che domina tutta la parte in basso a destra della scacchiera. La partita dura 42 mosse, poi l’ungherese concede al russo di chiudere la prima metà di torneo con quattro vittorie su sette turni. Per rendere l’idea, si chiudeva al comando, nel 2020, con 4.5: Nepomniachtchi è a 5.5.

FABIANO CARUANA-TEIMOUR RADJABOV 1-0
Risposta prontissima, benché arrivi dopo una partita molto più lunga, dell’italoamericano, che continua a mantenere la propria serie positiva nei confronti dell’azero. Quest’ultimo già alla seconda mossa, sulla Siciliana, sceglie 2… a6, la variante O’Kelly, non proprio la più giocata benché valida. Radjabov sceglie una continuazione, 6… d5, che, benché comune in questa fattispecie, è decisamente favorevole al Bianco. In breve, si entra in un terreno mai esplorato a livello di super-GM. Il primo a cadere con tutti i piedi in una situazione dubbia è l’azero alla tredicesima mossa, un arrocco lungo che lascia il Re un po’ troppo esposto. Caruana manovra un po’ lentamente, ma intanto il tempo sull’orologio scorre e si arriva alle ultime 17 mosse prima dell’aggiunta di un’ora con 18 minuti per l’italoamericano e 21 per Radjabov. Quest’ultimo cede lentamente l’iniziativa al Bianco, ma l’errore decisivo del Nero è 29… f6, che apre la strada alla possibilità per il Re avversario di incunearsi in posizione offensiva di supporto alle Torri. Poco dopo il Cavallo viene forzato a mettersi in c3, e là rimane diventando un pezzo fantasma. Caruana ne approfitta abilmente; i pedoni b del Nero e f del Bianco promuovono a Donna, ma l’italoamericano gestisce troppo bene la posizione e, dopo alcuni cambi, alla vista di una seconda promozione avversaria in arrivo Radjabov abbandona (56a mossa).

Scacchi, Torneo dei Candidati 2022: il programma completo. Calendario e date, orari, tv

DING LIREN-ALIREZA FIROUZJA 0.5-0.5
Nessun reale brivido, in buona misura per la bravura dei due protagonisti, e patta che quantomeno conforta entrambi i grandi delusi (finora) del torneo. Ding Liren entra subito in una variante rara dell’Apertura Inglese che gli costò una sconfitta dura da digerire nella partita con Wang Hao ai Candidati nel 2020. Firouzja esce completamente dalla teoria con la novità 7… a5. Ne esce una partita in cui un cambio qui, un cambio là, la situazione di parità semplicemente rimane tale. I due giocano perfettamente, incapaci di sorprendersi l’un l’altro. E se Firouzja rischia di ritrovarsi nei guai col tempo, certo non lo fa con la posizione. L’accordo per la patta arriva dopo 56 mosse.

JAN-KRZYSZTOF DUDA-HIKARU NAKAMURA 0.5-0.5
Sulla Nimzo-Indiana con variante più giocata, Nakamura sceglie 5… c5 come soluzione con cui continuare. Il seguito che arriva, fino alla 10a mossa, l’americano lo conosce, avendolo giocato contro Caruana a St. Louis a cadenza blitz. Ancora il Nero esce dalle strade note all’undicesima. Una mezza possibilità Duda ce l’ha alla 22a, ma nella scelta del pedone sull’ala di Donna da avanzare sceglie quello b e non quello a, con la situazione che ritorna a equilibrarsi. Inevitabile l’ingresso in un finale di Torre e pedoni patto: mezzo punto diviso dopo 40 tratti.

TORNEO DEI CANDIDATI: SETTIMO TURNO

Rapport-Nepomniachtchi 0-1
Duda-Nakamura 0.5-0.5
Ding Liren-Firouzja 0.5-0.5
Caruana-Radjabov 1-0

CLASSIFICA

1 Nepomniachtchi 5.5
2 Caruana 5
3 Nakamura 3.5
4 Rapport, Duda, Ding Liren 3
7 Radjabov, Firouzja 2.5

OTTAVO TURNO

Lunedì 26 giugno
Rapport-Duda
Nepomniachtchi-Ding Liren
Nakamura-Caruana
Firouzja-Radjabov

Foto: FIDE / Stev Bonhage