Seguici su

Ciclismo

Giro di Svizzera 2022, il percorso e le 8 tappe ai raggi X. Salite in ogni frazione prima della cronometro finale

Pubblicato

il

Da domenica 12 a domenica 19 giugno si svolgerà il Giro di Svizzera 2022, corsa a tappe che fa parte del circuito UCI World Tour. Il percorso prevede diverse frazioni difficili e una cronometro finale. Il divertimento, dunque, non mancherà di certo: ecco tutte le otto tappe ai raggi X.

Tappa 1, 12 giugno: Küsnacht – Küsnacht (178 km)

Si comincerà con una tappa ricca di insidie con partenza e arrivo a Küsnacht (178 km). Dopo un inizio non così semplice, i corridori entreranno in un circuito da percorrere per ben tre volte. Sono previsti sei GPM di terza categoria e si scollinerà sull’ultimo quando mancheranno poco più di 5 km al traguardo. Attenzione a un possibile arrivo della fuga.

Tappa 2, 13 giugno: Küsnacht – Aesch (199 km)

La seconda tappa prevede 199 km da Küsnacht ad Aesch. L’inizio sarà abbastanza semplice, mentre la parte finale presenta due GPM di seconda categoria e uno di terza. L’insidia maggiore sarà la salita che porterà i corridori in cima al Challpass (6,3 km al 6.2%). Si scollinerà su questa asperità quando mancheranno poco meno di 15km al traguardo, poi un tratto in discesa porterà i ciclisti all’arrivo.

Tappa 3, 14 giugno: Aesch – Grenchen (177 km)

La terza tappa vedrà i corridori andare da Aesch a Grenchen per un totale di 177 km. Dopo 67 km ci sarà il primo GPM di prima categoria di questo Giro di Svizzera. Seguiranno poi altre tre salite, una di seconda categoria e due di terza. L’ultima, quella che porterà in cima al Lommiswill (1,2 km al 6,2%), terminerà quando resteranno da percorrere 16,5 km prima del traguardo. Una volta arrivati in cima all’ultima asperità di giornata, non ci saranno più grosse difficoltà altimetriche per i corridori.

Tappa 4, 15 giugno: Grenchen – Brunnen (191 km)

Si partirà da Grenchen e si arriverà, dopo 191 km, a Brunnen. I principali pericoli di questa quarta frazione sono rappresentati dal GPM di terza categoria posto nella parte iniziale della tappa e quello di seconda situato nel finale. Dopo la in cima del Sattel (3,8 km al 7,6%), ci sarà una lunga discesa e infine un tratto in pianura che porterà al traguardo.

Tappa 5, 16 giugno: Ambri – Novazzano (193 km)

Si comincerà da Ambri con una lunga discesa, poi la strada si impennerà e si salirà sul Monte Ceneri (6,2 km al 5,5). Dopo un successivo tratto in discesa e un pezzo in pianura, i corridori entreranno in un circuito che li vedrà scalare per tre volte il GMP di terza categoria di Pedrinate (2,5 km al 7,8%). Si scollinerà l’ultima volta a 8,5 km dal traguardo. Seguiranno una discesa e poi un arrivo insidioso in salita.

Tappa 6, 17 giugno: Locarno – Moosalp (180 km)

La sesta frazione, la Locarno – Moosalp (180 km), prevede ben due GPM di Hors-Category, il primo a metà percorso (il Nufenenpass) e il secondo all’arrivo (il Moosalp). Sarà dunque una tappa fondamentale per i big in lizza per la prima posizione della classifica generale.

Tappa 7, 18 giugno: Ambri – Malbun (196 km)

Anche la settima tappa sarà davvero dura. Si andrà da Ambri a Malbun per un totale di 196 km. Il percorso prevede un GPM di prima categoria nella prima parte di corsa, poi due GPM di terza e infine l’Hors-Category conclusivo che potrebbe decidere gran parte di questo Giro del Delfinato.

Tappa 8, 19 giugno: Vaduz – Vaduz (25,6 km – crono)

L’ultima frazione del Giro di Svizzera 2022 sarà una cronometro interamente pianeggiante. I corridori dovranno percorrere 25,6 km tutti a Vaduz. Qui si delineerà definitivamente la classifica finale.

Foto: LaPresse