Seguici su

Live Sport

LIVE Olimpiadi Pechino 2022, 16 febbraio in DIRETTA: argento Fontana, bronzo staffetta! Super Italia nello short track!

Pubblicato

il

SEGUI LA DIRETTA SU OA SPORT CON UN SOLO CLICK

IL MEDAGLIERE DELLE OLIMPIADI DI PECHINO 2022 AGGIORNATO IN TEMPO REALE

PROGRAMMA OLIMPIADI INVERNALI 16 FEBBRAIO

Buongiorno e benvenuti alla diretta live testuale integrale delle Olimpiadi Invernali di Pechino 2022. Giorno 12, ma in Cina si è già alla quindicesima giornata di gare ai Giochi: oggi si assegneranno altri otto titoli e ci sarà spazio, tra prove e gare ufficiali, per 38 azzurri tra bob, sci alpino, curling, combinata nordica, sci di fondo, biathlon e short track..

OA Sport vi propone la diretta live testuale integrale delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022: tutti i risultati delle gare di oggi, mercoledì 16 febbraio, in tempo reale, minuto per minuto, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle 02.40 ora italiana con le prove 1 e 2 del bob a 4 uomini.

Foto: LaPresse

SCI ALPINO – I pettorali di partenza degli italiani: 12 Alex Vinatzer, 18 Giuliano Razzoli, 20 Tommaso Sala.

SCI ALPINO – La prima manche è stata tracciata da Marco Pfeifer, allenatore dell’Austria. La seconda toccherà invece al francese Jacques Theolier, allenatore dell’Italia. La neve è molto dura, fa freddo.

SCI FREESTYLE – Lo statunitense Alexander Hall guida la finale dello slopestyle al termine della prima run. L’americano ha timbrato 90.01 e precede così lo svedese Jesper Tjader (85.35) e gli svizzeri Andri Ragettli (78.20) e Fabian Boesch (78.05).

SCI ALPINO – Iniziata la gara con lo svizzero Ramon Zenhaeusern, fortunato nel pescare il pettorale n.1.

SCI ALPINO – 54″72 il tempo dell’elvetico. E’ un pendio non così impegnativo. La prima parte è filante, poi gira un po’ di più il tracciato nella seconda parte. Tocca al norvegese Sebastian Foss-Solevaag.

SCI ALPINO – Foss-Solevaag era dietro di 9 centesimi al secondo intermedio, poi è più preciso sul muro e rifila 74 centesimi a Zenhaeusern. Tocca al norvegese Henrik Kristoffersen.

SCI ALPINO – Kristoffersen avanti 0.33 al secondo rilevamento, nel finale perde quasi tutto, ma si porta in testa con 0.04 sul connazionale. Ora il francese Clement Noel, favorito n.1 per l’oro.

SCI ALPINO – Noel superlativo sul piano, ma troppo macchinoso sul muro finale. E’ terzo a 36 centesimi, classifica comunque subito cortissima. C’è il tedesco Linus Strasser.

SCI ALPINO – Bene Strasser, è terzo a 31 centesimi. Sinora i norvegesi è da metà pista in più che hanno fatto la differenza: lì il tracciato diventa molto più angolato. Ora l’austriaco Marco Schwarz.

SCI ALPINO – Schwarz si pianta e dice addio alle medaglie. Chiude sesto a 2″32. Vediamo l’austriaco Manuel Feller, che su questa neve potrebbe fare bene.

SCI ALPINO – Inforcata per Feller. Ora il francese Alexis Pinturault.

SCI ALPINO – Troppo lento Pinturault, non sbaglia ma non è fluido. E’ 6° a 1″18. Attenzione ora allo svedese Kristoffer Jakobsen, una mina vagante. La pista sembra che si stia già rovinando.

SCI ALPINO – Fuori anche Jakobsen, comunque già dietro di 4 decimi a metà pista. La neve è segnata, adesso l’obiettivo diventa per gli azzurri stare sui 6-7 decimi di distacco, per poi giocarsela nella seconda manche, dove potrà succedere di tutto.

SCI ALPINO – L’austriaco Michael Matt limita i danni ed è quinto a 42 centesimi, in piena corsa per una medaglia. Tocca allo svizzero Loic Meillard.

SCI ALPINO – Grandissima manche dello svizzero Meillard, terzo a 0.28. Ora il primo degli azzurri, Alex Vinatzer.

SCI ALPINO – Olimpiade andata per Vinatzer, nono a 1″45. Ha sciato davvero malissimo. E’ partito all’arrembaggio, ma troppo arretrato. E’ rimasto vittima subito di uno sbilanciamento nella parte alta. Poi una serie di errori a catena. Niente da fare.

SCI ALPINO – Il britannico Dave Ryding è avanti ai primi due intermedi, poi sbaglia tanto ed è 9° a 1″19. Attenzione ora al norvegese Lucas Braathen.

SCI ALPINO – Inforcata per Braathen. Ora lo svizzero Daniel Yule.

SCI ALPINO – Yule è ottavo a 1″12.

SCI ALPINO – Sono scesi i primi 15. Al comando il norvegese Kristoffersen con 0.04 sul connazionale Foss-Solevaag. 3° Meillard a 0.28, 4° Strasser a 0.31, 5° Noel a 0.36. Vinatzer è 11° a 1″45 dopo aver sbagliato l’impossibile. L’azzurro è partito all’arrembaggio, evidenziando i soliti problemi tecnici.

SCI ALPINO – Ora il croato Filip Zubcic. Ricordiamo che Razzoli partirà con il 18, Sala con il 20.

SCI ALPINO – Zubcic è 12° a 1″85, non ha mai trovato il feeling con questa neve il croato, male anche in gigante. Ora lo svizzero Luca Aerni, poi Razzoli.

SCI FREESTYLE – Alexander Hall resta al comando dopo la seconda run della finale dello slopestyle. Lo statunitense conduce con 90.01, precedendo il connazionale Nicholas Goepper (86.48) e lo svededese Jesper Tjader (85.35). Per il momento giù dal podio gli svizzeri Andri Ragettli (83.50) e Fabian Boesch (78.05). Ora la terza e ultima run.

SCI ALPINO – Aerni sbaglia troppo sul muro ed è 12° a 1″69. Vai Giuliano adesso!

SCI ALPINO – Discreto Razzoli. Al primo intermedio transita con 0.11 di vantaggio, poi è troppo rispettoso sul muro, dove la pista è già segnata: chiude ottavo a 85 centesimi. Può succedere di tutto, avremmo sperato però in un distacco intorno al mezzo secondo.

SCI ALPINO – JOHANNES STROLZ! Il campione olimpico della combinata vola in vetta con 2 centesimi di vantaggio su Kristoffersen! Tocca a Tommaso Sala.

SCI ALPINO – CHE SALA! E’ 8°, ma a soli 45 centesimi! E’ stato il migliore degli azzurri tecnicamente, di gran lunga. Il distacco è contenuto, si può fare!

SCI ALPINO – Bene anche il russo Alexander Khoroshilov, 9° a 71 centesimi. Sala ha posizione e distacco giusti: non ha la pressione di trovarsi troppo in alto e deve recuperare ‘solo’ 45 centesimi a Strolz. Noi ci crediamo, lo slalom insegna che tutto è possibile.

SCI ALPINO – Ottima manche anche del bulgaro Albert Popov, nono a 0.70. Aumentano i rimpianti per Razzoli, davvero troppo cauto sul muro: ad una Olimpiade bisogna rischiare di più…

SCI ALPINO – Sono scesi i primi 22. Al comando l’austriaco Strolz, oro in combinata e sceso con il pettorale n.19! Kristoffersen a 0.02, Foss-Solevaag a 0.06, Meillard a 0.30, Strasser a 0.33, Noel a 0.38, Matt a 0.44, Sala a 0.45: può succedere di tutto. Più indietro gli altri azzurri: 12° Razzoli a 0.87, 16° Vinatzer a 1″45.

SCI ALPINO – Il norvegese Atle Lie McGrath è 14° a 1″16.

SCI ALPINO – Irriconoscibile il belga Armand Marchant, 20° a 2″21. Poi arriva l’inforcata dell’americano Luke Winters.

SCI ALPINO – Il canadese Erik Read è 20° a 1″98. Il livello ora si è abbassato, ma resta qualche buon atleta da seguire.

SCI ALPINO – Il croato Matej Vidovic è 23° a 2″65. I primi 12 sono racchiusi in 87 centesimi: il 12° è proprio Razzoli.

SCI ALPINO – Inforcata per il giapponese Yohei Koyama.

SCI ALPINO – Fuori lo spagnolo Joaquim Salarich, aveva 21 centesimi di vantaggio al primo intermedio!

SCI FREESTYLE – Doppietta statunitense nello slopestyle maschile. Trionfo di Alexander Hall con 90.01 punti, argento al collo di Nicholas Goepper (86.48). Lo svedese Jesper Tjader completa il podio (85.35), riuscendo ad avere la meglio sullo svizzero Andri Ragettli (83.50) e sul norvegese Birk Ruud (79.33).

SCI ALPINO – La classifica della prima manche:

  1. Johannes Strolz (Austria) 53″92
  2. Henrik Kristoffersen (Norvegia) +0.02
  3. Sebastian Foss-Solevaag (Norvegia) +0.06
  4. Loic Meillard (Svizzera) +0.30
  5. Linus Strasser (Germania) +0.33
  6. Clement Noel (Francia) +0.38
  7. Michael Matt (Austria) +0.44
  8. Tommaso Sala (Italia) +0.45
  9. Albert Popov (Bulgaria) +0.70
  10. Aleksander Khoroshilov (Russia) +0.71
  11. Ramon Zenhaeusern (Svizzera) +0.80
  12. Giuliano Razzoli (Italia) +0.87

SCI ALPINO – Alex Vinatzer ha commesso errori a catena ed è 17° a 1″45. Non si sa mai, ma il distacco è enorme.

SCI ALPINO – Alle 5 prenderà il via la prova della discesa della combinata. Fari puntati in casa Italia su Federica Brignone, Marta Bassino, Elena Curtoni e Nicol Delago.

SCI ALPINO – Federica Brignone è certamente la miglior carta azzurra in questa specialità, ma la valdostana deve prima di tutto trovare feeling con la pista di discesa e la prova di oggi può essere fondamentale.

SCI ALPINO – Elena Curtoni e Nicol Delago sono quelle che conoscono meglio la pista. Entrambe potrebbero anche imporsi nella prova di discesa, ma hanno poche velleità poi tra i pali stretti. Per Marta Bassino il discorso medaglie è molto complicato visto che sia in discesa sia in slalom non si trova al meglio.

SCI ALPINO – Attenzione anche sulle favorite della vigilia, Michelle Gisin e Mikaela Shiffrin, che partiranno rispettivamente con il pettorale 1 e 5.

SCI ALPINO – Si comincia. Michelle Gisin è la prima a partire.

SCI ALPINO – 1’34”56 il tempo della svizzera Michelle Gisin.

SCI ALPINO – L’austriaca Christine Scheyer si rialza nella parte finale e chiude addirittura a quasi tre secondi da Gisin.

SCI ALPINO – L’americana Isabella Wright chiude a 1.49 da Gisin. Adesso l’australiana Smart

SCI ALPINO – L’australiana Smart è terza a 1.63. Adesso una prova importante, quella di Mikaela Shiffrin.

SCI ALPINO – Mikaela Shiffrin nettamente al comando. Un secondo di vantaggio su Michelle Gisin. E’ un divario che se ripetuto domani potrebbe consegnare la medaglia d’oro all’americana.

SCI ALPINO – Ritardo oltre quattro secondi per l’austriaca Katharina Huber. Ora tocca a Federica Brignone.

SCI ALPINO – Brignone perde molto nella seconda parte della discesa e si inserisce in terza posizione ad oltre un secondo e mezzo da Shiffrin (+1.57).

SCI ALPINO – Oltre i due secondi il ritardo della svizzera Priska Nufer. Sono scese le prime dieci e al comando c’è nettamente Mikaela Shiffrin davanti a Michelle Gisin (+1.00) e Federica Brignone (+1.57). Dopo la pausa toccherà ad Elena Curtoni.

SCI ALPINO – NON PARTIRANNO ELENA CURTONI E NICOL DELAGO! Con loro anche altre sei atlete. Si va direttamente a Marta Bassino, pettorale numero 17.

SCI ALPINO – Ritardo pesante per Marta Bassino, staccata di due secondi da Mikaela Shiffrin (+2.10).

SCI ALPINO – La ceca Ester Ledecka chiude in seconda posizione a 94 centesimi da Shiffrin. Ora l’ultima discesa di rilievo per la combinata, quella della svizzera Wendy Holdener.

SCI ALPINO – Impressiona Wendy Holdener, che si porta al secondo posto a 93 centesimi da Shiffrin. Guardando alla prova odierna le possibilità di medaglia per Federica Brignone si riducono di molto.

SCI ALPINO – Mikaela Shiffrin ha dominato la prova della discesa della combinata e si candida ad essere la principale favorita per la medaglia d’oro. Ottima seconda posizione per la svizzera Wendy Holdener, che ha accusato 93 centesimi di ritardo dall’americana.

SCI ALPINO – Restando in chiave combinata quarta è la svizzera Michelle Gisin (+1.00) davanti alle azzurre Federica Brignone (+1.57) e Marta Bassino (+2.10). Le speranze di medaglia per le due italiane si affievoliscono di molto.

BOB A 4 – Si sono disputate le prime due batterie delle prove del bob a 4 e Francesco Friedrich, fresco di oro nel bob a 2, ha dominato la prima in 59.06, chiudendo secondo nella successiva in 59.47 alle spalle del connazionale Christoph Hafer in 59.34.. Nella prima Hafer secondo a 3 centesimi, poi Justin Kripps (CAN) a 21 e Johannes Lochner (GER) a 23. Patrick Baumgartner chiude 17° a 86 centesimi- Nella seconda, invece, è 16° a 80.

HOCKEY GHIACCIO – Alla fine del primo quarto di gioco, USA e Slovacchia sono sull’1-1. Reti di di Slafkovsky all’11:45 e Abruzzese al 19:15. Stiamo parlando del primo quarto di finale del torneo maschile

SCI ALPINO – Alle 6.45 la seconda manche dello slalom.

SCI ALPINO – La classifica della prima manche:

1 19 54093 STROLZ Johannes 1992 AUT 53.92
2 3 422304 KRISTOFFERSEN Henrik 1994 NOR 53.94 0.02
3 2 422082 FOSS-SOLEVAAG Sebastian 1991 NOR 53.98 0.06
4 11 512182 MEILLARD Loic 1996 SUI 54.22 0.30
5 5 202451 STRASSER Linus 1992 GER 54.25 0.33
6 4 6190403 NOEL Clement 1997 FRA 54.30 0.38
7 10 54170 MATT Michael 1993 AUT 54.36 0.44
8 20 6291574 SALA Tommaso 1995 ITA 54.37 0.45
9 22 92720 POPOV Albert 1997 BUL 54.62 0.70
10 21 480736 KHOROSHILOV Alexander 1984 ROC 54.63 0.71
11 1 511902 ZENHAEUSERN Ramon 1992 SUI 54.72 0.80
12 18 293098 RAZZOLI Giuliano 1984 ITA 54.79 0.87
13 15 511996 YULE Daniel 1993 SUI 55.06 1.14
14 23 422732 McGRATH Atle Lie 2000 NOR 55.08 1.16
15 8 194364 PINTURAULT Alexis 1991 FRA 55.12 1.20
16 13 220689 RYDING Dave 1986 GBR 55.13 1.21
17 12 6293171 VINATZER Alex 1999 ITA 55.39 1.47
18 30 380377 KOLEGA Samuel 1999 CRO 55.54 1.62
19 17 511983 AERNI Luca 1993 SUI 55.63 1.71
20 38 92719 ZLATKOV Kamen 1997 BUL 55.66 1.74
21 16 380335 ZUBCIC Filip 1993 CRO 55.79 1.87
22 26 103729 READ Erik 1991 CAN 55.90 1.98
23 39 202597 SCHMID Alexander 1994 GER 55.95 2.03
24 24 60253 MARCHANT Armand 1997 BEL 56.13 2.21
25 6 54320 SCHWARZ Marco 1995 AUT 56.26 2.34
26 27 380334 VIDOVIC Matej 1993 CRO 56.57 2.65
27 40 60236 van den BROECKE Dries 1995 BEL 56.77 2.85
28 49 240148 SZOLLOS Barnabas 1998 ISR 56.83 2.91
29 33 320266 JUNG Donghyun 1988 KOR 56.85 2.93
30 43 430633 JASICZEK Michal 1994 POL 57.40 3.48

SCI ALPINO – La seconda manche è stata tracciata da Jacques Theolier, allenatore francese dell’Italia. Speriamo sia più filante rispetto alla prima.

SCI ALPINO – La startlist della seconda manche:

1 43 430633 JASICZEK Michal 1994 POL 57.40 3.48 30
2 33 320266 JUNG Donghyun 1988 KOR 56.85 2.93 29
3 49 240148 SZOLLOS Barnabas 1998 ISR 56.83 2.91 28
4 40 60236 van den BROECKE Dries 1995 BEL 56.77 2.85 27
5 27 380334 VIDOVIC Matej 1993 CRO 56.57 2.65 26
6 6 54320 SCHWARZ Marco 1995 AUT 56.26 2.34 25
7 24 60253 MARCHANT Armand 1997 BEL 56.13 2.21 24
8 39 202597 SCHMID Alexander 1994 GER 55.95 2.03 23
9 26 103729 READ Erik 1991 CAN 55.90 1.98 22
10 16 380335 ZUBCIC Filip 1993 CRO 55.79 1.87 21
11 38 92719 ZLATKOV Kamen 1997 BUL 55.66 1.74 20
12 17 511983 AERNI Luca 1993 SUI 55.63 1.71 19
13 30 380377 KOLEGA Samuel 1999 CRO 55.54 1.62 18
14 12 6293171 VINATZER Alex 1999 ITA 55.39 1.47 17
15 13 220689 RYDING Dave 1986 GBR 55.13 1.21 16
break
16 8 194364 PINTURAULT Alexis 1991 FRA 55.12 1.20 15
17 23 422732 McGRATH Atle Lie 2000 NOR 55.08 1.16 14
18 15 511996 YULE Daniel 1993 SUI 55.06 1.14 13
19 18 293098 RAZZOLI Giuliano 1984 ITA 54.79 0.87 12
20 1 511902 ZENHAEUSERN Ramon 1992 SUI 54.72 0.80 11
21 21 480736 KHOROSHILOV Alexander 1984 ROC 54.63 0.71 10
22 22 92720 POPOV Albert 1997 BUL 54.62 0.70 9
break
23 20 6291574 SALA Tommaso 1995 ITA 54.37 0.45 8
24 10 54170 MATT Michael 1993 AUT 54.36 0.44 7
25 4 6190403 NOEL Clement 1997 FRA 54.30 0.38 6
26 5 202451 STRASSER Linus 1992 GER 54.25 0.33 5
27 11 512182 MEILLARD Loic 1996 SUI 54.22 0.30 4
28 2 422082 FOSS-SOLEVAAG Sebastian 1991 NOR 53.98 0.06 3
29 3 422304 KRISTOFFERSEN Henrik 1994 NOR 53.94 0.02 2
30 19 54093 STROLZ Johannes 1992 AUT 53.92 1

CURLING – Si sono giocate tre partite valide per la decima sessione del torneo femminile.

Canada-USA 7-6

Svizzera-Corea del Sud 8-4

Cina-Gran Bretagna 8-4

HOCKEY GHIACCIO – Il primo quarto di finale del torneo maschile tra USA e Slovacchia va al secondo riposo sul punteggio di 2-1. Nel secondo periodo gli USA hanno segnato con Hentges portandosi per la prima volta in vantaggio.

SCI ALPINO – Giuliano Razzoli ha sciato bene sul piano, ma sul muro non ha convinto per niente. Per sua stessa ammissione ha fatto fatica su questa neve, sciando sulla difensiva. Serve una manche memorabile per tentare una rimonta furibonda.

SCI ALPINO – Alex Vinatzer ha sciato davvero male. Ha attaccato come un forsennato (e ha fatto bene). Ma sin da subito ha commesso errori a catena. Non è un caso che sbagli quasi sempre, il problema è chiaramente tecnico: se non aggiusterà qualcosa nella sua sciata, difficilmente raccoglierà mai risultati con continuità. Comunque nella seconda non dovrà fare altro che rischiare tutto e vedere cosa succede.

SCI ALPINO – Johannes Strolz sta vivendo la miglior stagione della carriera a 29 anni. Sino a fine dicembre non era nessuno. Poi a gennaio ha vinto ad Adelboden e, un mese dopo, si è laureato campione olimpico in combinata, 34 anni dopo il papà Hubert. Sin da ora potrebbe ritirarsi felice, ma ora si gioca un’altra occasione d’oro…

SCI ALPINO – Il tracciato di Theolier, come previsto, è molto più filante. Gli azzurri patiscono tanto gli angoli accentuati della prima manche, speriamo si sblocchino.

SCI ALPINO – Iniziata la seconda manche con il polacco Jasiczek.

SCI ALPINO – Cade il polacco, poi si rialza e chiude la gara per onor di firma. Tocca al coreano Jung.

CURLING – Tra circa 20′ avrà inizio Italia-Danimarca, match valido per il round robin del torneo di curling maschile alle Olimpiadi Invernali di Pechino 2022

SCI ALPINO – Jung chiude in 1’47″69. Jasiczek è stato squalificato. Tocca all’israeliano Szollos (-0.02).

SCI ALPINO – Manche conservativa di Szollos, 2° a 1″02. Ora il belga Van den Broecke.

CURLING – Gli azzurri tornano sul ghiaccio della capitale cinese per fronteggiare gli scandinavi in un incontro cruciale per le sorti del raggruppamento: la nostra Nazionale è obbligata a vincere per sperare nelle semifinali

SCI ALPINO – Subito fuori Van den Broecke. Ora il croato Vidovic (-0.28).

SCI ALPINO – Vidovic si porta al comando con 3 decimi secchi su Jung. Ora l’austriaco Marco Schwarz (-0.31), che quest’anno non ha mai ingranato.

CURLING – Vincere contro i danesi a Retornaz e compagni non basterà. Per avere ancora chances di entrare fra le prime quattro del girone gli azzurri dovranno tifare per la Gran Bretagna nella sfida contro la Russia e per la Svizzera nella sfida contro la Cina

SCI ALPINO – Discreta manche di Schwarz, si porta al comando con 0.75 su Vidovic. Non c’è da esaltarsi, sinora sono scesi atleti di seconda e terza fascia. La gara entra nel vivo da ora. C’è il belga Armand Marchant (-0.13).

SCI ALPINO – Brutta Olimpiade per Marchant, 4° a 1″24. Ora il tedesco Schmid (-0.31).

SCI ALPINO – Schmid è secondo a 0.42 da Schwarz. Tocca al canadese Erik Read (-0.36).

SCI ALPINO – Read scivola, poi si rialza e chiude a 2″49. Ora il croato Filip Zubcic (-0.47).

CURLING – Gli azzurri, reduci dal successo convincente contro gli USA detentori del titolo olimpico, hanno tutte le carte in regola per avere la meglio sugli avversari di giornata e sono motivati a conquistare un successo cruciale per continuare a sognare in grande

SCI ALPINO – Zubcic perde tanto sul muro ed è secondo a 0.07 dalla vetta. E’ il turno del bulgaro Zlatkov (-0.60), 20° dopo la prima manche.

SCI ALPINO – Inforcata per Zlatkov, è fuori. Da adesso in poi la gara si farà interessante: c’è lo svizzero Luca Aerni (-0.63).

CURLING – L’Italia ha vinto 2 delle 5 gare fin qui disputate, mentre la Danimarca occupa l’ultima posizione del girone con un solo successo all’attivo finora

SCI ALPINO – Aerni al comando con il miglior tempo di manche, 0.78 di vantaggio su Schwarz. Recupererà qualche posizione di sicuro, ma difficile pensare alle medaglie. Tocca al croato Samuel Kolega (-0.09).

CURLING – L’Italia schiera Giovannella, Arman, Mosaner e Retornaz, la Danimarca risponde con Wiksten, Holtermann, Noergaard e Krause

SCI ALPINO – Kolega è secondo a soli 13 centesimi. Ora Alex Vinatzer: deve rischiare tutto, a costo di uscire. Parte con 0.24 di vantaggio, ma deve incrementare…

SCI ALPINO – Fuori Vinatzer, ci sta. Ha attaccato come prevedibile, aveva 73 centesimi di vantaggio all’ultimo intermedio, nonostante gli errori. Poi si è sbilanciato nel finale ed è uscito. Ripetiamo: le lacune tecniche sono evidenti.

CURLING – Inizia la gara

SCI ALPINO – Il britannico Dave Ryding si porta al comando con 26 centesimi su Aerni. Ora gli ultimi 15.

SCI ALPINO – Vinatzer esce molto spesso perché non ha una sciata solida. In alcune sezioni è velocissimo, forse il più veloce del mondo, tuttavia tende ad inclinarsi, non è stabile: ciò fa sì che l’errore sia sempre dietro l’angolo. Nulla è cambiato in questo senso rispetto ai suoi esordi in Coppa del Mondo, non è un caso che sin qui abbia raccolto ben poco.

SCI ALPINO – Ora il francese Alexis Pinturault (-0.01).

CURLING – Stone danese a punto dopo i primi quattro tiri dell’end di apertura

SCI ALPINO – Pinturault è 4° a 0.58 e chiude una Olimpiade da dimenticare. Ora il norvegese McGrath (-0.05).

SCI ALPINO – McGrath scivola, si rialza e conclude a 11″78. Ora lo svizzero Daniel Yule (-0.07), poi Giuliano Razzoli.

SCI ALPINO – Manche importante per Yule, si porta al comando con 62 centesimi su Ryding: lo svizzero è stato il migliore in questa seconda frazione. Ora Razzoli (-0.27).

CURLING – Quando mancano 8 tiri alla fine dell’end c’è una stona danese a punto ma ben sei stone (3 per squadra) nella casa

SCI ALPINO – Non è stata l’Olimpiade di Giuliano Razzoli: l’emiliano è secondo a soli 10 centesimi da Yule. Su questa neve ha fatto fatica. Da Razzoli in poi tutti gli atleti erano sotto il secondo di ritardo nella prima manche. Ora lo svizzero Ramon Zenhaeusern (-0.34).

SCI ALPINO – Zenhaeusern terzo a 0.52. Ora gli ultimi 10, si comincia con il russo Alexander Khoroshilov (-0.43).

CURLING – L’Italia piazza due volte la guarda centrale, la Danimarca va a bocciare il doppio trenino di stone nella casa e ora ci sono due punti danesi quando mancano quattro tiri

SCI ALPINO – Khoroshilov è terzo a 0.22. Speriamo che Razzoli non debba rimpiangere quei 10 centesimi che lo separano da Yule. Attenzione ora al bulgaro Albert Popov (-0.44).

SCI ALPINO – Popov è terzo a 2 decimi.

SCI ALPINO – Al comando Yule con 0.10 su Razzoli e 0.20 su Popov. Ne mancano 8. Tocca a Tommaso Sala (-0.69).

CURLING – L’errore di Retornaz che si voleva appoggiare sulla stone danese a punto e adesso l’Italia rischia di subire ben tre punti in questo primo end

CURLING – Non riesce il tris alla Danimarca ma i danesi riescono comunque a conquistare 2 punti in questo primo end

SCI ALPINO – Sala quinto a 0.42: ha fatto molta più fatica su questo tracciato filante. Salvo colpi di scena, non ci sarà medaglia per l’Italia. Ora l’austriaco Michael Matt (-0.70).

SCI ALPINO – Inforcata immediata per Matt. Qui la tensione sale…Ne mancano sei, vedremo se il francese Clement Noel (-0.76) farà saltare il banco.

SCI ALPINO – Noel impressiona: miglior tempo di manche e 0.86 di vantaggio su Yule. Il francese si candida per l’oro.

CURLING – Stone danese a punto dopo i primi 4 tiri del secondo end

SCI ALPINO – Il tedesco Strasser, partito con 0.05 di vantaggio, chiude 3° a 0.93, mettendo Razzoli fuori dai giochi per le medaglie. Davvero per battere Noel serve qualcosa di speciale.

SCI ALPINO – Ora lo svizzero Loic Meillard (-0.08).

CURLING – Buon secondo tiro di Arman che libera la casa colpendo la guardia centrale danese

SCI ALPINO – Meillard è secondo a 8 decimi. Noel sta già pregustando l’oro: ha disputato una manche perfetta. Ne mancano tre. Tocca al norvegese Sebastian Foss-Solevaag (-0.32).

SCI ALPINO – Nessuno tiene il passo di Noel. Foss-Solevaag è 2° a ben 7 decimi. Tocca al norvegese Henrik Kristoffersen (-0.36).

HOCKEY GHIACCIO – Nel secondo quarto di finale in programma, la Russia comanda per 1-0 sulla Danimarca al termine del primo quarto

CURLING – Una stone azzurra a punto quando mancano gli ultimi 4 tiri

SCI ALPINO – Kristoffersen si inchioda sul muro finale ed è 3° a 0.79. Resta il solo austriaco Johannes Strolz (-0.38).

CURLING – Due stone azzurre a punto quando mancano gli ultimi due tiri. Non è semplice per la Danimarca

SCI ALPINO – Argento per Strolz a 61 centesimi. Oro per Noel (Francia), che ha disputato una seconda manche da campione.

CURLING – Buon tiro per i danesi che sono a punti, serve la precisione di Retornaz

CURLING – La bocciata, precisa, di Retornaz che regala i due punti alla formazione azzurra che pareggia il conto. Italia-Danimarca 2-2

SCI ALPINO – Clement Noel, grazie al miglior tempo nella seconda manche, ha recuperato dalla sesta alla prima posizione. Alle sue spalle Strolz a 0.61 e Foss-Solevaag a 0.70. 8° Razzoli a 0.96, dunque a soli 26 centesimi dal bronzo: l’emiliano deve rimpiangere una prima frazione troppo guardinga. 11° Tommaso Sala a 1″28, fuori Alex Vinatzer.

HOCKEY GHIACCIO – Si chiude il periodo centrale del secondo quarto di finale del torneo maschile. Russia avanti 2-1 sulla Danimarca

CURLING – Gran tiro di Mosaner che trova una doppia bocciata e libera la casa dalle stone danesi. Tre stone azzurre a punto al momento quando mancano 7 tiri

SCI DI FONDO – Nessun grande scossone nella seconda frazione, o meglio c’è anche un ricongiungimento da dietro che è quello della Cina.

CURLING – Due stone azzurre a punto quando mancano 4 tiri alla fine del quinto end

SCI DI FONDO – Le frazioni dispari suonano come il regno di Rosie Brennan: l’americana si mette a fare ritmo e a provare a scremare il più possibile il gruppo di testa, già ridotto come detto a sette.

CURLING – Prima dell’ultimo tiro due stone azzurre a punto. La Danimarca al massimo può fare un punto

SCI DI FONDO – Produce effetti il forcing di Brennan, sono rimaste in due con lei, Stadlober per l’Austria e Hennig per la Germania.

CURLING – Arriva il punto della Danimarca. Azzurri avanti 5-3 dopo cinque end e la mano sarà azzurra nel sesto end

SCI DI FONDO – Austria-Germania-USA al cambio, poi Svizzera a 12 secondi, Cina a 14 e Canada a quasi 17. Sono le prime sei posizioni quelle che eventualmente contano, anzi con certezza contano le prime quattro.

CURLING – Dagli altri campi: Svizzera-Cina 3-3, Gbr-Russia 5-2

SCI DI FONDO – Faehndrich prova a rientrare da sola sul terzetto di testa, mentre più dietro Lampic prova a riaccendere le speranze della Slovenia.

SCI DI FONDO – Al quarto cambio 5″6 di ritardo per la Svizzera rispetto al terzetto di testa.

BIATHLON – Dalle 8.45 la staffetta femminile 4×6 km.

SCI DI FONDO – Stavolta Brenna non forza, le tre di testa sanno benissimo, così come sa la Svizzera, di avere talmente tanto vantaggio su Cina e Canada da non poter rischiare nulla in termini di qualificazione.

CURLING – Dopo i primi 4 tiri del sesto end due stone azzurre a punto, guardia centrale dei danesi

SCI DI FONDO – Ed ecco il quinto ed ultimo cambio.

SCI DI FONDO – Per rendere l’idea, il vantaggio del terzetto di testa sulla quinta posizione cinese è di 35″9. Per rendere l’idea delle difficoltà legate al percorso, che è ovviamente (e fortunatamente) diverso da quello di una Dresda contestatissima.

CURLING – Una stone azzurra a punto dopo 8 tiri

BIATHLON – Il quartetto dell’Italia è dunque composto da Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Samuela Comola e Federica Sanfilippo.

SCI DI FONDO – Se ne va nell’ultima parte Victoria Carl, dando probabilmente alla Germania il successo in questa semifinale.

SCI DI FONDO – Germania in finale con 23’02”, così come gli USA a 4″1 e l’Austria a 6″3.

SCI DI FONDO – Arriva la Svizzera a 28″8, quarta qualificata. Poi c’è la Cina a 41″9.

CURLING – Solo tre stone azzurre nella casa quando mancano gli ultimi 4 tiri alla fine dell’end

SCI DI FONDO – Canada a 1’01″7, spera ancora nel ripescaggio. Fuori invece la Slovenia a 1’08″1, e questa è una grossa sorpresa visto che c’era la presenza di Anamarija Lampic.

SCI DI FONDO – Tra cinque minuti la semifinale che vedrà coinvolta l’Italia, alla ricerca di un tempo almeno di 24’03″7 allo stato attuale delle cose.

CURLING – Restano tre le stone azzurre a punto quando mancano gli ultimi due tiri

SCI DI FONDO – Continuano a succedersi gli arrivi di Australia, Ucraina, Croazia e Lettonia.

CURLING – Grande opportunità per l’Italia. C’è una stone danese al centro della casa ma con una buona bocciata potrebbero arrivare anche 4 punti

SCI DI FONDO – 23’43″93 e 24’03″72 i tempi esatti di ripescaggio al momento, qualora all’Italia dovessero risultare necessari.

CURLING – SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! PERFETTO L’ULTIMO TIRO DI RETORNAZ E SONO 4 PUNTI PER L’ITALIA CHE VOLA SUL 9-3!

BIATHLON – Iniziata la staffetta femminile. Cielo terso in Cina.

SCI DI FONDO – Ecco il via della seconda semifinale con l’Italia di scena, con Caterina Ganz e Lucia Scardoni!

BIATHLON – Francia e Russia si mettono davanti a dettare il passo.

BIATHLON – Ora è Lisa Vittozzi a prendere la testa della gara.

SCI DI FONDO – Ganz che prova subito a mettersi sulle code di Kerttu Niskanen, in terza-quarta posizione.

CURLING – Due stone azzurre nella casa, doppia guardia laterale per la Danimarca

BIATHLON – Vittozzi in testa ai 1000 metri davanti a Persson, Bescond e Kazakevich.

BIATHLON – Andatura non elevata per Lisa Vittozzi, gruppo compatto.

SCI DI FONDO – Al primo cambio provano l’allungo ROC, Finlandia, Norvegia e Svezia. Italia di poco dietro, per il momento la semifinale è più veloce rispetto alla prima.

SCI DI FONDO – Lucia Scardoni prova subito a mettersi dietro la Svezia, sono in otto che hanno preso un divario rispetto al resto delle partecipanti.

BIATHLON – Siamo al primo poligono. Sessione di tiro a terra.

BIATHLON – Una ricarica per Lisa Vittozzi, il peggio per lei è passato.

CURLING – Una stone azzurra a punto quando mancano 8 tiri al termine del settimo end

SCI DI FONDO – Scardoni con pazienza prova a scalare un paio di posizioni prima del secondo cambio.

SCI DI FONDO – Secondo cambio in corso, Nepryaeva non ha fatto selezione. Restano in otto, l’Italia passa da sesta. 7’20” il tempo, siamo ancora su tempi più veloci della semifinale precedente.

BIATHLON – Non è stato un primo poligono selettivo, delle prime 11 ha commesso un errore solo Vittozzi. Al comando gli Usa seguiti da Austria, Svezia e Francia. 13ma a 15″5 la Russia con 1 ricarica, ma può rientrare. Lisa Vittozzi è settima a 7″.

BIATHLON – ATTACCA LA SVEDESE PERSSON! Prende il largo la scandinava.

SCI DI FONDO – Prova a forzare Kerttu Niskanen, con Stupak e Weng che la seguono e nessuna delle due svedesi che ha ancora deciso di tenersi al coperto.

SCI DI FONDO – Prova a forzare Kerttu Niskanen, con Stupak e Weng che la seguono e nessuna delle due svedesi che ha ancora deciso di togliersi dal coperto.

CURLING – Ancora un punto Italia quando mancano gli ultimi 4 tiri del settimo end

BIATHLON – Ai 3 km Persson ha guadagnato 8 secondi sul gruppone delle inseguitrici capeggiato da Lisa Vittozzi, che dunque è seconda.

SCI DI FONDO – Se ne sono andate in sei, e non c’è l’Italia con Ganz insieme a Marcisz (Polonia) a pochi secondi di ritardo dal sestetto in questione.

BIATHLON – Siamo al secondo poligono, sessione di tiro in piedi.

SCI DI FONDO – Se ne sono andate in sei, e non c’è l’Italia con Ganz insieme a Janatova (Rep. Ceca) a pochi secondi di ritardo dal sestetto in questione.

SCI DI FONDO – Terzo cambio.

BIATHLON – 5/5 per Knotten, una ricarica per Vittozzi, Persson e Bescond.

SCI DI FONDO – Parmakoski cerca di scremare ancora il gruppo di testa, ancora formato da sei. Resta poco distante, ma pur sempre distante, la coppia Hyncicova-Scardoni.

CURLING – Non bene il primo tiro di Retornaz. Quando mancano 2 tiri ci sono due stone a punto per la Danimarca

SCI DI FONDO – Perde contatto la Polonia, restano in cinque davanti.

BIATHLON – Dopo il secondo poligono è in testa Persson con 0.”7 su Lisa Vittozzi e 0″8 sulla tedesca Vogt. Quarta Knotten a 1″7, decima Bescond a 10″8.

BIATHLON – Knotten ha rotto un bastoncino, dunque perde qualcosa dal terzetto di testa.

CURLING – Bravo Retornaz che trova la doppia bocciata e ci sono due punti azzurri adesso. Vediamo cosa sceglie di fare Krause che può fare due punti

SCI DI FONDO – Si arriva al quarto e penultimo cambio con Scardoni che prova a riagganciare il sesto posto, mentre il ROC passa in 14’56″3.

CURLING – SBAGLIA ANCORA KRAUSE! L’ITALIA RUBA LA MANO E VINCE LA PARTITA 10-3!

BIATHLON – Ai 5 km Germania, Svezia e Italia hanno 10″ su un folto gruppo di inseguitrici.

SCI DI FONDO – Il grosso problema dell’Italia è la fatica che fa Ganz in salita a tenere Janatova, rischia di essere questo il fattore decisivo. Per ora, però, Caterina regge quel passo, mentre le cinque di testa procedono regolari verso la finale, visto che questa semifinale è più veloce dell’altra.

CURLING – L’Italia ha fatto il suo dovere ma sugli altri campi si è un po’ complicata la situazione: Svizzera-Cina 4-3 e Gbr-Russia 6-4

BIATHLON – Come di consueto, Lisa Vittozzi è un’altra in staffetta rispetto alle gare individuali.

SCI DI FONDO – Ganz ha perso le code di Janatova, si fa durissima a questo punto.

SCI DI FONDO – Intanto scandinave e ROC se ne vanno, la Francia va semplicemente per proprio conto.

BIATHLON – Al primo cambio sono insieme Germania, Svezia e Italia. A 12″ Bulgaria, Francia e Norvegia, che ha limitato i danni in quella che era la sua frazione più debole.

SCI DI FONDO – Situazione all’ultimo cambio: il quartetto di testa passa in 18’48″1, Francia a 11″8, Polonia a 14″4 e molto più lontane Repubblica Ceca e Italia.

BIATHLON – Ora Dorothea Wierer in pista per l’Italia.

HOCKEY GHIACCIO – Il secondo quarto di finale del torneo maschile vede il successo della Russia per 3-1 sulla Danimarca, e ora se la vedrà contro la Slovacchia in semifinale

SCI DI FONDO – 42″4 il ritardo di Caterina Ganz, impossibile da recuperare.

BIATHLON – Brorsson prova a forzare: dopo 1 km ha 2″ su Hinz e Wierer.

SCI DI FONDO – Procede tranquillo il quartetto di testa, che avrà con certezza l’occasione di ritornare in gara in finale.

BIATHLON – Gara molto aperta sinora. Siamo al terzo poligono. Sessione di tiro a terra.

CURLING – La Cina pareggia con la Svizzera all’ottavo end: 4-4

SCI DI FONDO – Non c’è nemmeno volata, ROC che passa in 23’00″4, poi Finlandia, Svezia e Norvegia.

BIATHLON – 5/5 velocissimo di Wierer, non sbagliano nemmeno Brorsson e Hinz. 2 ricariche per Eckhoff, giro di penalità per la Francia con Chevalier.

SCI DI FONDO – Sia Francia che Polonia vanno in finale con il ripescaggio, Italia che chiude settima ed è eliminata, nonostante una gagliarda Lucia Scardoni, che però quasi da sola non può reggere le sorti del duo azzurro.

SCI DI FONDO – Mentre ci sono gli arrivi rimanenti dopo il +46″6 italiano e il +55″1 ceco, tra cinque minuti al via la prima semifinale maschile, quella priva di azzurri.

BIATHLON – La Svizzera si è ritirata per infortunio in cui è incappata Irene Cadurisch. Probabile che l’elvetica sia caduta.

BIATHLON – Wierer al comando con 4″ su Brorsson e Hinz, sulle quali si riporta la russa Reztsova.

BIATHLON – Ai 9 km Wierer mantiene 7″4 sulle più immediate inseguitrici, trainate da Reztsova.

SCI DI FONDO – Ultimi preparativi prima della semifinale d’apertura della gara maschile.

BIATHLON – Siamo al quarto poligono, sessione di tiro in piedi.

BIATHLON – 5/5 per Wierer, Reztsova e Brorsson. 2 ricariche per Hinz.

SCI DI FONDO – Partita la prima semifinale, che comprende Norvegia, Finlandia e Francia.

BIATHLON – 2 GIRI DI PENALITA’ PER ECKHOFF! La norvegese è andata in crisi! Gira anche la Bielorussia! Chevalier si salva con una sola ricarica.

SCI DI FONDO – Azione quasi scriteriata del sudcoreano Kim, che tenta di scappare via!

BIATHLON – Dopo il quarto poligono guida Wierer con 1″7 su Reztsova e 8″8 su Brorsson. Quarta Hinz a 31″4, Francia settima a 1’11”, Bielorussia undicesima a 1’34”, Norvegia 12ma a 1’53”.

SCI DI FONDO – L’azione del sudcoreano finisce con la stessa rapidità di com’è iniziata.

BIATHLON – Reztsova è scatenata e stacca nettamente Dorothea Wierer. La russa, in questa Olimpiade, sugli sci forse teme solo Marte Roeiseland.

SCI DI FONDO – Primo cambio. Tutti ancora insieme, sostanzialmente.

SCI DI FONDO – Il tempo di riferimento per la prima frazione è 3’23”.

CURLING – La Gran Bretagna si toglie da una situazione difficile e prende il punto all’ottavo end: 7-4

BIATHLON – Al secondo cambio Russia al comando con 10″7 su una comunque ottima Dorothea Wierer, che ha fatto le prove per la mass start. Terza la Svezia a 27″, quarta la Germania a 46″. Restiamo con i piedi per terra, perché l’Italia si è già giocata le proprie cartucce migliori ed ora schiera Samuela Comola e poi Federica Sanfilippo a chiudere.

SCI DI FONDO – Gruppo dei migliori allungatissimo, e ancora decisamente folto con più di 10 unità.

SCI DI FONDO – Sono in 12 ancora parte del gruppo di testa al secondo cambio, ma all’immediata ripartenza Iivo Niskanen decide che non è più il caso di scherzare.

BIATHLON – Repubblica Ceca quinta a 1’17”, Canada a 1’31”, Austria a 1’41”, Francia a 1’46”, Norvegia a 1’53”. Chevalier ed Eckhoff hanno affossato transalpine e scandinave, ma abbiamo visto ieri che può succedere di tutto. Ieri la Norvegia aveva 1’48” di ritardo a metà gara nella staffetta maschile, poi ha vinto.

CURLING – La Svizzera prende il punto nel nono end ed è avanti 5-4

BIATHLON – Comola perde subito tantissimo da Mironova e viene scavalcata anche da Hanna Oeberg, ma non è una sorpresa. L’azzurra deve solo pensare a non fare danni al poligono.

SCI DI FONDO – Il forcing di Niskanen fa i suoi effetti, si riduce praticamente della metà la testa e poi Valnes si unisce all’operazione.

BIATHLON – Siamo al quinto poligono. Sessione di tiro a terra.

SCI DI FONDO – Sono rimasti in sette davanti, Estonia ultima a tenere.

BIATHLON – 5/5 per Mironova e Comola, 1 ricarica per Oeberg.

BIATHLON – Oeberg ha sparato con tempi di rilascio più veloci rispetto a Comola ed è seconda a 23″4 da Mironova. L’azzurra è terza a 24″2.

SCI DI FONDO – Fasi di rallentamento, ci sono diversi rientri in questa frazione pari in cui Klaebo, ovviamente, non fa niente per il momento.

BIATHLON – Quarta la Germania con Preuss a 47″7. 5/5 per Lien, 2 ricariche per Braisaz. Norvegia settima a 1’54”, Francia nona a 2’10”.

SCI DI FONDO – Si arriva al quarto e penultimo cambio con il tempo di 13’39″1, sono in undici a far parte del primo gruppo con Romania e Australia a chiudere.

BIATHLON – Ai 15 km Mironova transita con 28″2 su Oeberg e 33″ su Comola. A 1’01” Preuss.

SCI DI FONDO – Eccola l’azione che ci si attendeva! Scappa Niskanen e stavolta con lui c’è solo un sorprendente Cyr che vuole portare il Canada in finale!

BIATHLON – Siamo al sesto poligono. Sessione di tiro in piedi. Il vento è aumentato, occhio…

SCI DI FONDO – Rientra Valnes, ci sarà grande battaglia nell’ultima frazione perché dietro a Valnes ce ne sono altri tre pronti alla battaglia!

BIATHLON – 1 ricarica per Comola, giro di penalità per Mironova! Si salva con 3 ricariche Hanna Oeberg! Bene per l’Italia! 2 ricariche per Preuss.

SCI DI FONDO – Sono in cinque ora davanti: le tre scandinave, Canada e Francia.

BIATHLON – Dopo il sesto poligono Italia e Svezia sono davanti appaiate con 5″7 sulla Russia e 31″ su Preuss. Francia a 1’18” con Braisaz che non ha sbagliato in piedi. Norvegia settima a 1’25”.

SCI DI FONDO – Sono in cinque ora davanti: due delle tre scandinave, Canada e Francia.

SCI DI FONDO – Volata senza sforzo per Klaebo, poi Francia, Finlandia e Canada. C’è l’Estonia quinta. Bielorussia sesta.

BIATHLON – Commovente Samuela Comola, sta provando a non farsi staccare da Hanna Oeberg! Ha perso 2″4, sta dando tutto! Mironova si riporta sulle due di testa. Preuss a 34″ dalla vetta.

CURLING – Doppio punto per la Russia ma la Gbr resta avanti 7-6 e con la mano a disposizione nell’ultimo end

BIATHLON – Ora perde tanto Samuela, deve stringere i denti e date tutto!

SCI DI FONDO – 20’17″2 il tempo della Norvegia, entro il 20’33” i tempi di ripescaggio.

BIATHLON – Siamo al terzo cambio. Svezia al comando con 7″4 sull’Italia: straordinaria Samuela Comola. Terza la Russia a 13″5, quarta la Germania a 37″.

SCI DI FONDO – Tempi di ripescaggio: 20’24″29 Estonia, 20’34″07 Bielorussia.

SCI DI FONDO – Ma è già tempo di seconda semifinale con Federico Pellegrino e Francesco De Fabiani!

SCI DI FONDO – Ecco il via!

BIATHLON – Quinta la Norvegia a 1’15”, sesta la Francia a 1’16”. Ora però saranno in pista Roeiseland e Simon, dunque può succedere di tutto…Per l’Italia ci sarà da limitare i danni con Federica Sanfilippo, che sin qui non ha disputato una buona Olimpiade. La medaglia resta difficilissima.

SCI DI FONDO – Qualcuno, come il cinese Wang, tenta improbabili azioni in salita.

BIATHLON – Ai 19 km Elvira Oeberg in testa con 19″3 su Sanfilippo, 26″ su Nigmatullina e 34″ su Herrmann. Per ora non recuperano Roeiseland e Simon.

SCI DI FONDO – Tutto relativamente tranquillo in queste prime fasi, si tiene coperto De Fabiani così come Bolshunov.

BIATHLON – L’Italia deve sperare che Sanfilippo faccia i poligoni della vita e le altre sbaglino. Dobbiamo essere onesti.

SCI DI FONDO – Primo cambio, Cina che passa in 3’18″8 ed è tempo più veloce della prima semifinale. Parte Pellegrino.

BIATHLON – Siamo al settimo poligono. Sessione di tiro a terra. 5/5 di Elvira Oeberg.

BIATHLON – 5/5 per Sanfilippo e Nigmatullina, 1 ricarica per Herrmann.

BIATHLON – 5/5 per Simon, una ricarica per Roeiseland.

SCI DI FONDO – Non c’è ancora nessuno che prende realmente alcuna iniziativa.

SCI DI FONDO – Pellegrino si tiene lontano dai guai in vista del cambio e decide di passare nella parte di testa.

BIATHLON – Dopo il settimo poligono guida la Svezia con 26″6 sulla Russia, 35″ sull’Italia, 46″ sulla Germania, 1’11” sulla Francia, 1’18” sulla Norvegia.

BIATHLON – Herrmann va a riprendere Sanfilippo. Ora l’azzurra deve solo pensare a gestirsi in vista del poligono.

SCI DI FONDO – 6’42″2 il tempo del secondo cambio, Svizzera che lo passa al primo posto. 11 secondi più veloce questa semifinale.

CURLING – Purtroppo arrivano i due punti della Cina nell’ultimo end. I cinesi vincono 6-5 ed eliminano gli azzurri

SCI DI FONDO – Riprova a fuggire Wang per qualche motivo, Poromaa prova ad andare a prenderlo. Nel caos che inizia a crearsi De Fabiani non forza e fa bene, decidendo di restare con Baumann e Ogden.

BIATHLON – Herrmann stacca Federica Sanfilippo. Per l’Italia serve un miracolo vero.

BIATHLON – Siamo all’ultimo poligono. Sessione di tiro in piedi.

SCI DI FONDO – Fuga inattesa di Wang, ha preso 6-7 secondi e s’è portato dietro Poromaa per la Svezia.

BIATHLON – 1 ricarica per Elvira Oeberg, oro per la Svezia.

SCI DI FONDO – Pressoché ripresi i due fuggiaschi, con Baumann che ha deciso di andarli a prendere. Terzo cambio, ormai le distanze sono state riassorbite.

SCI DI FONDO – Pellegrino decide che non è il caso di restare in settima posizione e risale in salita per tenersi nella zona dei più forti.

CURLING – La vittoria della Cina contro la Svizzera toglie ogni possibilità per l’Italia di entrare fra le prime quattro. Diventa dunque ininfluente la sfida di questa notte contro la Norvegia. L’Italia piange sul latte versato: bruciano le sconfitte con Russia e Cina. Bisogna anche dire che la Danimarca avrebbe dovuto battere gli Usa domani e davvero sarebbe stato molto difficile

BIATHLON – Una ricarica per Nigmatullina, Herrmann e Roeiseland. 2 ricariche per Federica Sanfilippo, giro di penalità per Simon.

SCI DI FONDO – CADUTA DI TERENTEV! Attenzione!

BIATHLON – Dopo l’ultimo poligono la Svezia ha 24″7 sulla Russia, 34″6 sulla Germania, 53″7 sulla Norvegia, 1’13” sull’Italia, 1’36” sulla Francia. Comunque le azzurre non avrebbero potuto fare più di così, solo applausi per loro.

SCI DI FONDO – ROC a poco più di 6 secondi dai nove di testa al cambio, lavoro extra per Bolsuhunov, Terentev comunque non ha rotto niente.

BIATHLON – Classifica che sembra ormai definita. Vediamo se Federica Sanfilippo riuscirà a difendere una prestigiosa quinta posizione.

SCI DI FONDO – Prova la fuga Ogden, Poromaa lo segue mentre De Fabiani dovrebbe essere quinto. Bolshunov cerca il riaggancio con vigore nel frattempo.

SCI DI FONDO – Se ne vanno in quattro, c’è De Fabiani!

BIATHLON – Medaglia d’oro per la Svezia, che ha dominato questa staffetta grazie in particolare alle sorelle Oeberg.

SCI DI FONDO – Arriva però Bolshunov, diventano in cinque nel gruppo di testa con De Fabiani. Sarà grande battaglia all’ultimo giro, anche perché lo stesso Bolshunov s’è portato dietro diversi uomini!

BIATHLON – Argento alla Russia, staccata di 12″. Bronzo alla Germania a 37″4. Solo quarta la favorita Norvegia a 50″7: Roeiseland non ha potuto mettere una mezza alla frazione disastrosa di Eckhoff.

SCI DI FONDO – Ultimo cambio con Svezia, Italia, USA, Austria, ROC e Svizzera ai primi sei posti!

BIATHLON – Federica Sanfilippo taglia il traguardo a 1’33”: l’Italia ottiene una quinta posizione insperata alla vigilia.

SCI DI FONDO – Tempo più veloce di 13″ rispetto alla precedente semifinale, quindi non ci dovrebbe essere alcun problema in termini di finale. L’unico ostacolo sarebbe una caduta…

BIATHLON – Sesta la Francia a 2’13”.

SCI DI FONDO – Tre rientri nel gruppo di testa, sono in nove con Pellegrino che si mantiene intelligentemente davanti con Svensson!

SCI DI FONDO – ECCO PELLEGRINO CHE FA PARTIRE IL FORCING!

SCI DI FONDO – Sono rimasti in cinque prima del rettilineo finale!

SCI DI FONDO – FEDERICO PELLEGRINO E FRANCESCO DE FABIANI IN FINALE, 20’06″9! Poi Svizzera, Svezia, Austria, ROC e Stati Uniti, questi ultimi vanno in finale per ripescaggio!

SCI DI FONDO – Scena singolare con Brugger che arriva dodicesimo e senza uno sci, che evidentemente deve aver perso molto tempo fa. Germania fuori in maniera quantomeno particolare.

SCI DI FONDO – L’appuntamento con la finale maschile è dunque per le 10:45, mentre alle 10:15 ci sarà la finale femminile.

SCI DI FONDO – La composizione delle due finali
FINALE FEMMINILE – ROC, Germania, Finlandia, USA, Svezia, Austria, Norvegia, Svizzera, Francia, Polonia
FINALE MASCHILE – Norvegia, Francia, Finlandia, Canada, Italia, Svezia, Svizzera, Austria, ROC, Stati Uniti

SCI DI FONDO – Germania, Svezia, Russia e Norvegia dovrebbero giocarsi le medaglie nella finale femminile ma attenzione a Svizzera e usa che potrebbero inserirsi nella battaglia per il podio

SCI DI FONDO – Partita la finale femminile!

HOCKEY GHIACCIO – Finlandia-Svizzera 2-0 dopo il primo periodo nel terzo quarto di finale del torneo maschile. Per il momento hanno già passato il turno Slovacchia e Russia

SCI DI FONDO – Finlandia e Svezia a fare l’andatura

SCI DI FONDO – Al primo cambio Finlandia, Norvegia, Russia, Usa ma sono tutte in gruppo

SCI DI FONDO – Diggins e Parmakoski a fare l’andatura ma il ritmo non è ancora indiavolato

SCI DI FONDO – Al secondo cambio Svezia, Usa, Finlandia, Svizzera, Russia. Si stacca la Francia in fondo

SCI DI FONDO – Niskanen fa l’andatura in salita, risale Hennig, bene la Russia, la Francia prima rientra e poi si stacca, forse definitivamente

SCI DI FONDO – Rompe il bastone la Norvegia e perde tanto terreno

SCI DI FONDO – Al cambio Finlandia, Germania, Russia, Usa, a 6″ la Norvegia, a 8″ la Svizzera

SCI DI FONDO – Fa fatica la Norvegia a rientrare in salita

SCI DI FONDO – Sono sei squadre davanti: Usa, Finlandia, Germania, Russia, Svezia e Austria. Si stacca la Polonia e viene ripresa dalla Norvegia

SCI DI FONDO – Al penultimo cambio Svezia, Finlandia prendono l’iniziativa, a 2″5 Usa, a 3″ Russia e Germania, a 6″ la Norvegia

SCI DI FONDO – In salita si ricompatta il gruppetto di testa con Finlandia, Svezia, Germania, Usa e Russia

SCI DI FONDO – Se ne vanno Finlandia e Germania nella seconda salita!

SCI DI FONDO – All’ultimo cambio Germania, Finlandia davanti, a 2″ Usa, a 3″ Russia e Svezia. le altre squadre sono fuori

SCI DI FONDO – In salita prova ad andarsene Parmakoski, rientrano Russia e Svezia sulla Germania, si stacca Diggins

SCI DI FONDO – Sono quattro le squadre ad andarsi a giocare l’oro nell’ultima salita! Russia, Finlandia, Svezia e Germania

SCI DI FONDO – Quattro atlete sulla stessa linea in salita!!!

SCI DI FONDO – Perde contatto la Finlandia, se la giocano Svezia e Russia!

SCI DI FONDO – INCREDIBILE CARL!!!!! La Germania rimonta nel finale e si lascia alle spalle Svezia, argento e Russia, bronzo. Che volata impressionante di Carl!!!

SCI DI FONDO – Finlandia quarta, Usa quinti, Austria sesta, Svizzera settima, Norvegia ottava, Polonia nona, Francia decima

SCI DI FONDO – CI SIAMO! Tra pochi istanti Pellegrino e De Fabiani in finale nella gara maschile

SCI DI FONDO – Queste le squadre protagoniste della gara maschile: Norvegia, Francia, Finlandia, Canada, Italia, Svezia, Svizzera, Austria, ROC, Stati Uniti

SCI DI FONDO – Partita la finale maschile!

SCI DI FONDO – Subito forcing di Bolshunov in salita, De Fabiani in mezzo al gruppo

SCI DI FONDO – Al primo cambio Norvegia, Canada, Italia, Finlandia, Svezia

SCI DI FONDO – Ritmo non elevato in salita, Pellegrino affiancato a Klaebo in testa, davanti anche il Canada

SCI DI FONDO – Non accade granchè nella seconda frazione, al cambio Norvegia, Francia, Italia, Finlandia, Russia

SCI DI FONDO – La sgasata di Bolshunov in salita. Bene Norvegia, Svezia, de Fabiani è quarto

SCI DI FONDO – Bolshunov e Niskanen tengono il ritmo altissimo anche nella seconda salita, reagisce De Fabiani, restano in sette davanti. La quinta frazione sarà decisiva

SCI DI FONDO – Russia, Norvegia e Finlandia guadagnano qualche metro, nel finale. Italia a 3″ al cambio ma Pellegrino torna subito sotto

SCI DI FONDO – Tutti in gruppo alla fine della salita, si stacca solo l’Austria ma l’attesa è per la prossima frazione. De Fabiani deve resistere!

SCI DI FONDO – Al penultimo cambio Francia, Italia, Norvegia, Italia ma adesso è il momento della verità

SCI DI FONDO – Se ne vanno Russia, Norvegia e Finlandia e De Fabiani si stacca

SCI DI FONDO – E’ pressochè finita per l’Italia. de Fabiani non ha tenuto, peccato

SCI DI FONDO – Al cambio Finlandia, Norvegia e Russia, Svezia e Canada a 8″, Italia a 15″

SCI DI FONDO – De Fabiani non è all’altezza dei migliori, disastroso. Pellegrino era da medaglia

SCI DI FONDO – Finlandia, Russia e Norvegia vanno a giocarsi le medaglie

SCI DI FONDO – Alza il ritmo Klaebo sulla salita finale, andarlo a prendere in questa situazione è impossibile

SCI DI FONDO – La Norvegia vinte per distacco, ancora un oro per Klaebo, argento per la Finlandia, bronzo per la Russia

SCI DI FONDO – L’Italia è sesta alle spalle di Svezia e Canada. Inutile dire che è un risultato deludente per gli azzurri

SCI DI FONDO – Nessuna sorpresa. Purtroppo De Fabiani su questo format non è competitivo, l’Italia del fondo è solo Pellegrino, anche oggi in grande spolvero, ma con un atleta solo non si va da nessuna parte

HOCKEY GHIACCIO – Al termine del secondo periodo la Finlandia comanda per 3-1 sulla Svizzera nel terzo quarto di finale del torneo maschile

SCI DI FONDO – Ha fatto male vedere De Fabiani in fondo al gruppo già all’inizio della salita più ripida, la prima. Non ci ha neanche provato, non ne aveva più e si era già visto nel finale della frazione precedente. Non è competitivo a questi livelli, purtroppo

SCI DI FONDO – La Norvegia, dunque, conquista un altro oro, argento per la Finlandia e bronzo per la Russia al maschile. Al femminile oro a sorpresa per la Germania, argento per la Svezia e bronzo per la Russia

HOCKEY GHIACCIO – Il terzo quarto di finale del torneo maschile vede il successo per 5-1 ella Finlandia sulla Svizzera

SHORT TRACK – Tra poco l’ultima giornata di gare in queste Olimpiadi Invernali di Pechino riservata allo short track

SHORT TRACK – In casa Italia, nella prima prova fari puntati su Arianna Fontana, Cynthia Mascitto e Arianna Sighel. La campionessa valtellinese, oro nei 500 metri in Cina, vorrà riscattarsi dopo la caduta nei 1000 metri e mettere nel mirino l’undicesima medaglia olimpica della sua carriera.

SHORT TRACK – Le rivali delle azzurre sono sempre le stesse: cinesi, coreane, canadesi e la olandese Schulting, che è la favorita numero uno

SHORT TRACK – Nella staffetta maschile sui 5000 metri gli azzurri saranno in una Finale A a cinque con Corea, Russia, Canada e Cina e salire sul podio sarà complicato.

SCI FREESTYLE – Si è conclusa la prima run delle Finali di aerials maschile. Una gara già dal livello stellare che non ha risparmiato alcune sorprese. Al comando si è infatti piazzato lo svizzero Pirmin Werner, autore di un salto valutato complessivamente 126.24, un punto in più dello statunitense Christopher Lillis, secondo con 125.67 davanti al favoritissimo Qi Guangpu, terzo con 125.22. Bene anche l’ucraino detentore del titolo Oleksandr Abramenko, quarto con 123.53. Virtualmente qualificati alla Finalissima anche il cinese Jia Zongyang, quinto con 123.45 e lo svizzero Noe Roth, sesto con 122.13. A breve il secondo giro.

SHORT TRACK – Servirà la perfezione a Pietro Sighel, Andrea Cassinelli, Yuri Confortola e a Tommaso Dotti, che saranno schierati in staffetta, per mettersi al collo una medaglia.

SHORT TRACK – Si parte con le batterie dei 1500 femminili. Subito Italia sul ghiaccio. Al via: Y. Zhang (Chn), Choi (Kor), Jaszapati (Hun), De Vries (Ned), Sighel (Ita), Daudet (Fra)

SHORT TRACK – Niente da fare per Arianna Sighel che chiude al quinto posto ed è eliminata. Domina la coreana Choi, secondo posto per l’oandese De Vries, terza la cinese Y. Zhang

SHORT TRACK – C’è Arianna Fontana al via della seconda batteria. Passano le prime 3 e i migliori 3 tempi. Al via Fontana (Ita), Kim (Kor), Seidel (Ger), Stoddard (Usa), Storemowska (Pol), Letai (Usa)

SHORT TRACK – C’è Arianna Fontana al via della seconda batteria. Passano le prime 3 e i migliori 3 tempi. Al via Fontana (Ita), Kim (Kor), Seidel (Ger), Stoddard (Usa), Storemowska (Pol), Letai (Usa)

SHORT TRACK – Si parte con le batterie dei 1500 femminili. Subito Italia sul ghiaccio. Al via: Y. Zhang (Chn), Choi (Kor), Jaszapati (Hun), De Vries (Ned), Sighel (Ita), Daudet (Fra)

SHORT TRACK – Niente da fare per Arianna Sighel che chiude al quinto posto ed è eliminata. Domina la coreana Choi, secondo posto per l’olandese De Vries, terza la cinese Y. Zhang

SHORT TRACK – Rischio caduta per Arianna Fontana con la caduta davanti a lei della statunitense Letai, poi Fontana va in testa e all’ultima curva viene superata dalla coreana Kim. Terzo posto per la statunitense Stoddard, quarta la polacca Stormowska

SHORT TRACK – Avanzata la statunitense Letai, squalificata la tedesca Seidel

SHORT TRACK – Al via nella terza batteria Santos (Usa), Velzeboer (Ned), S. Kikuchi (Usa), Blais (Can), Tohonova (Kaz), Konya (Hun)

SHORT TRACK – La statunitense Santos prende il largo assieme a Velzeboer e vince la terza semifinale, terzo posto per la giapponese S. Kikuchi che sopravanza la kazaka Tohonova

SHORT TRACK – Penalizzate Konya e Tohonova, la canadese Blais è eliminata perchè non ha tempo

SHORT TRACK – Al via nella quarta batteria: Sarault (Can), Han (Chn), Huot Marchand (Fra), Vostrikova (Rus), Hruzova (Cze), Ascic (Cro)

SCI FREESTYLE – Arrivano i verdetti dopo la seconda run. Ad accedere alla finalissima di aerials maschile saranno il russo Ilia Burov, che ha tirato fuori dal cappello un super salto con cui ha guadagnato 129.50, lo svizzero Pirmin Werner, secondo con 126.24, lo statunitense Christopher Lillis, terzo con 125.67, il cinese Qi Guangpu, quarto con 125.22 e l’ucraino Oleksandr Abramenko, quinto con 123.53 a parti merito con Justin Schoenefeld. Incredibilmente fuori la leggenda Jia Zongyang, attardato a causa di un atterraggio problematico, e il più quotato dei due svizzeri, Noe Roth.

SHORT TRACK – Vittoria per distacco per la canadese Serault, secondo posto per la russa Vostrikova, terza la cinese Han, quarta la ceca Hruzova

SHORT TRACK – Al via la quinta batteria con Cinthya Mascitto al via. Le protagoniste: Lee (Kor), Boutin 8Can), Mascitto (Ita), Y. Kikuchi (Jpn), Dubrova (Ukr), Kaminaga (Jpn)

SHORT TRACK – Bene Mascitto. Se ne vanno Boutin e Lee e si prendono i primi due posti, terza l’azzurra Mascitto che ha distanziato il resto del gruppo. Quarta K. Kiruchi

SHORT TRACK – Al via l’ultima batteria con Schulting (Ned), Efremenko (Rus), Desmet (Bel), Maliszewska (Pol), Prosvirnova (Rus), C. Zhang (Chn)

SHORT TRACK – Schulting, con qualche rischio, vince la sesta batteria, secondo posto per la belga Desmet, terza la russa Prosvirnova, quarta la cinese Zhang

SHORT TRACK – Ripescate C. Zhang, Hruzova e Letai

HOCKEY FEMMINILE – È appena terminato il primo tempo della finale per il bronzo tra Finlandia e Svizzera. Solo un goal finora, quello della finlandese Viivi Vainikka al 12′. Tra poco al via il secondo tempo.

SCI FREESTYLE – Qi Guangpu ha vinto la medaglia d’oro nell’aerials maschile, regalando una magica doppietta alla Cina dopo la vittoria in campo femminile di Xu Mengatao. Il padrone di casa ha preso il largo sulla concorrenza sciorinando un salto perfetto con cui ha sfiorato quota 130 raccogliendo nello specifico 129.99. A conquistare l’argento è stato invece l’ucraino Oleksandr Abramenko, oro a PyeongChang, con 116.50. Bronzo per Ilia Burov, il quale ha riscattato la clamorosa eliminazione del fratello Maxim accaparrandosi nuovamente il bronzo giocando di strategia, proponendo un salto dal coefficiente minore ma splendidamente eseguito.

SHORT TRACK – Ci sono dei problemi sul cronometraggio delle batterie e dunque non sono ancora state comunicate le composizione delle semifinali. C’è un ritardo nel programma

SHORT TRACK – Semifinale durissima per Arianna Fontana che sarà subito in pista. Queste le protagoniste della prima semifinale: Boutin (Can), Lee (Kor), Prosvirnova (Rus), C. Zhang (Chn), Kim (Kor), Fontana (Ita), Stoddard (Usa)

SHORT TRACK – ARIANNA FONTANA E’ IN FINALE! Fantastica l’azione dell’azzurra all’esterno nell’ultimo giro e secondo posto finale. Vince Lee, seconda Fontana, terza Boutin che spera nel ripescaggio. Ne sarà ripescata solo una

SHORT TRACK – C’è Cynthia Mascitto al via della seconda semifinale. Queste le protagoniste: Schulting (Ned), Desmet (Bel), Mascitto 8Ita), Santos (Usa), Hruzova (Cze), Jaszapati (Hun), S. Kikuchi (Jpn)

SHORT TRACK – Se ne vanno Schulting e Desmet e conquistano la finale. Terzo posto per la ungherese Jaszapati che ha respinto l’assalto di Mascitto nel finale. Cadono Santos e Kikuchi

SHORT TRACK – Attenzione! Squalificata Jaszapati. Kikuchi e Santos in finale B e Mascitto è terza e spera nel ripescaggio!

SHORT TRACK – Al via nella terza e ultima semifinale Sarault (Can), Choi (Kor), Vostrikova (Rus), Velzeboer (Ned), Han (Chn), Y. Zhang (Chn), De Vries (Ned), Letai (Usa)

SHORT TRACK – Accelerazione micidiale della coreana Choi che parte a tre giri dalla fine e vince per distacco con il nuovo record olimpico, seconda la cinese Han, terza l’olandese Velzeboer. Purtroppo la terza batteria è la più veloce di tutte e Mascitto farà la finale B. Qualificata Velzeboer per la finale

SHORT TRACK – Al via nella finale B della staffetta maschile Olanda, Giappone, Ungheria

SHORT TRACK – A 20 giri dalla fine Giappone, Olanda, Ungheria

SHORT TRACK – Un sorpasso all’ultima curva frutta all’Ungheria la vittoria nella finale B ai danni dell’Olanda, terzo il Giappone

SHORT TRACK – E’ il momento della finale A! C’è l’Italia con Pietro Sighel, Andrea Cassinelli, Yuri Confortola e a Tommaso Dotti

SHORT TRACK – Al via nella finale della staffetta maschile Corea, Russia, Canada, Italia e Cina

HOCKEY FEMMINILE – Si conclude il secondo tempo della finale per il bronzo tra Finlandia e Svizzera. Le due squadre non vogliono scoprirsi troppo e il punteggio non cambia. A 20 minuti dalla fine la Finlandia comanda dunque per 1-0. Tra pochi minuti inizierà l’ultimo tempo.

SHORT TRACK – Partiti!

SHORT TRACK – A 35 giri dalla fine Corea davanti, poi Russia, Canada, Italia

SHORT TRACK – A 20 giri dalla fine Italia quinta. Davanti Corea, Canada, Russia

SHORT TRACK – A 20 giri dalla fine Italia quinta. Davanti Corea, Canada, Russia

SHORT TRACK – Oro per il Canada, argento per la Corea, l’Italia sembra aver messo il piede davanti ma vedremo al fotofinish

SHORT TRACK – Sighel ha buttato i piedi sul traguardo e speriamo che abbia sopravanzato Elistratov

SHORT TRACK – BRONZOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ITALIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

SHORT TRACK – E’ stato incredibile il finale della staffetta nella sfida per il bronzo. A tre giri dalla fine il sorpasso degli azzurri, all’ultimo cambio il controsorpasso dei russi, poi Sighel si è portato davanti e all’ultima curva Italia e Russia si sono appaiate ma è stato bravissimo Sighel sul traguardo a mettere davanti i pattini, 9 millesimi di gioia per gli azzurri! E’ la terza medaglia per l’Italia nello Short Track

SHORT TRACK – Tra poco un’altra emozione forte con Arianna Fontana in finale nei 1500

SHORT TRACK – Tra poco il via della finale B dei 1500: Sarault (Can), Mascitto (Ita), Santos (Usa), Hruzova (Cze), S. Kikuchi (Jpn), Boutin (Can), Kim (Kor)

SHORT TRACK – E’ stato incredibile il finale della staffetta nella sfida per il bronzo. A tre giri dalla fine il sorpasso degli azzurri, all’ultimo cambio il controsorpasso dei russi, poi Sighel si è portato davanti e all’ultima curva Italia e Russia si sono appaiate ma è stato bravissimo Sighel sul traguardo a mettere davanti i pattini, 9 millesimi di gioia per gli azzurri! E’ la terza medaglia per l’Italia nello Short Track. L’ITALIA HA EGUAGLIATO L’OLIMPIADE DI ALBERTVILLE COME NUMERO DI MEDAGLIE: 14

SHORT TRACK – La giapponese S. Kikuchi se ne va e prende il giro, gara già finita per la vittoria

SHORT TRACK – S. Kikuchi vince la finale B grazie al giro preso dopo pochi metri, seconda Santos, terza Boutin, Mascitto è quinta

SHORT TRACK – Arianna Fontana proverà tra poco a conquistare la terza medaglia di questi Giochi, la undicesima olimpica. E’ una finale di livello stellare

SHORT TRACK – E’ in corso la presentazione delle atlete della finale A dei 1500. Al via Lee (Kor), Fontana (Ita), Schulting (Ned), Desmet (Bel), Choi (Kor), Velzeboer (Ned), Han (Chn)

SHORT TRACK – Partite!

SHORT TRACK – Prova l’attacco Han, chiude Schulting, Fontana quarta

SHORT TRACK – PODIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ITALIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA Argento o bronzo per Arianna Fontana!

SHORT TRACK – Vince la cinese Choi che ha fatto gara di testa, ci ha provato nel finale Arianna Fontana che era seconda, avendo sfruttato uno sbilanciamento di Schulting. Sul traguardo hanno buttato il pattino sulla linea Fontana e schulting e ora bisognerà vedere chi è riuscita a prevalere

SHORT TRACK – Medaglia numero tre in questa edizione per una fantastica Arianna Fontana che si è presa la soddisfazione di battere ancora per 3 millesimi l'olandese Schulting! Medaglia numero 11 ai Giochi Olimpici per Fontana, campionessa infinita! 

SHORT TRACK – Si chiude con una doppia gioia il programma dello Short Track a Pechino. Sono 4 le medaglie per una spedizione azzurra trionfale

SHORT TRACK – Nei 1500 metri oro per Choi, argento Fontana, bronzo Schulting, poi Desmet, Velzeboer, Lee e Han

SHORT TRACK – Per l'Italia questa è la 15ma medaglia della spedizione di Pechino 2022, superata Albertville 1992. Solo a Lillehammer 1994 gli azzurri sono riusciti a fare meglio

HOCKEY FEMMINILE – La Finlandia sconfigge la Svizzera per 4-0 grazie alle reti di Vainikka, Tapani, Laitinen e Karvinen e conquista la medaglia di bronzo. Confermato dunque il terzo gradino del podio di quattro anni fa.

HOCKEY – Si è appena concluso il primo tempo dell'ultimo quarto di finale del torneo maschile tra Svezia e Canada. Dopo 20' la partita non si è ancora sbloccata. Ora in corso il secondo tempo

Olimpiadi Pechino 2022, le speranze di medaglia dell’Italia. Borsino e percentuali giovedì 17 febbraio

Olimpiadi, pagelle Italia 16 febbraio: De Fabiani e il declino dello sci di fondo. Fontana al tavolo dei miti

HOCKEY – Termina il secondo tempo di Svezia e Canada, match valevole per il quarto di finale del torneo maschile. Il risultato non cambia e si arriva dunque agli ultimi venti minuti sullo 0-0. In caso di parità dopo il terzo tempo ci sarà l'overtime e poi gli eventuali shootout.

HOCKEY – Termina il secondo tempo di Svezia-Canada, match valevole per il quarto di finale del torneo maschile. Il risultato non cambia e si arriva dunque agli ultimi venti minuti sullo 0-0. In caso di parità dopo il terzo tempo ci sarà l'overtime e poi gli eventuali shootout.

HOCKEY – Si è appena concluso il primo tempo del match tra Svezia e Canada, ultimo quarto di finale del torneo maschile. Dopo 20' la partita non si è ancora sbloccata. Ora in corso il secondo tempo

HOCKEY – Termina il secondo tempo del match tra Svezia e Canada, ultimo quarto di finale del torneo maschile. Il risultato non cambia e si arriva dunque agli ultimi venti minuti sullo 0-0. In caso di parità dopo il terzo tempo ci sarà l'overtime e poi gli eventuali shootout.

https://www.oasport.it/2022/02/medagliere-olimpiadi-2022-italia-settima-per-numero-di-podi/

CURLING – Va in archivio l'undicesima e penultima sessione del round robin del torneo femminile.

RISULTATI
Corea del Sud-Danimarca 8-7
Giappone-USA 10-7
ROC-Svezia 5-8
Canada-Cina 9-11 (extra end)
Riposano: Gran Bretagna e Svizzera.

CLASSIFICA
1 Svizzera 7 (8 gare) Qualificata
2 Svezia 6 (8 gare) Qualificata
3 Giappone 5 (8 gare)
4 Canada 4 (8 gare)
4 Corea del Sud 4 (8 gare)
4 Gran Bretagna 4 (8 gare)
7 Cina 4 (9 gare)
7 USA 4 (9 gare) Eliminati
9 Danimarca 2 (8 gare) Eliminata
10 ROC 1 (8 gare) Eliminato

HOCKEY – È la Svezia l'ultima semifinalista del torneo maschile. La squadra di Johan Garpenlov sconfigge il Canada per 2-0 grazie ai goal di Lucas Wallmark e Anton Lander e si regala la semifinale contro la Russia.

Grazie per averci seguito, appuntamento a domani per una nuova giornata olimpica. Un saluto sportivo

HOCKEY – È la Svezia l'ultima semifinalista del torneo maschile di hockey su ghiaccio alle Olimpiadi Invernali di Pechino 2022. Il gruppo di Johan Garpenlov ha la meglio sul Canada per 2-0 grazie ai goal di Lucas Wallmark e Anton Lander e si candida fortemente per una medaglia.  Giovedì la sfida contro la Russia.

HOCKEY – È la Svezia l'ultima semifinalista del torneo maschile di hockey su ghiaccio. Il gruppo di Johan Garpenlov ha la meglio sul Canada per 2-0 grazie ai goal di Lucas Wallmark e Anton Lander e si candida fortemente per una medaglia.  Giovedì la sfida contro la Russia.

HOCKEY – È la Svezia l'ultima semifinalista del torneo maschile di hockey su ghiaccio. Il gruppo di Johan Garpenlov ha la meglio sul Canada per 2-0 grazie ai goal di Lucas Wallmark e Anton Lander e si candida fortemente per una medaglia. Giovedì la sfida contro la Russia.