Seguici su

Judo

VIDEO Abbraccio tra Israele e Arabia Saudita nel judo alle Olimpiadi di Tokyo: una risposta di pace e fratellanza

Pubblicato

il

Un segnale di pace e di fratellanza alle Olimpiadi di Tokyo. E’ questo quanto avvenuto quest’oggi nel corso del match del torneo a Cinque Cerchi di judo (categoria +78 kg donne).

Al termine del confronto valido per i sedicesima di finale, infatti, la saudita Tahani Alqahtani e l’israeliana Raz Hershko si sono abbracciate e quest’ultima, soprannominata ‘Hercules’ e che aveva vinto per ippon, ha voluto alzare il braccio destro dell’avversaria nel gesto che si usa per rendere omaggio al valore della rivale.

Una manifestazione di grande sportività e umanità, contrariamente a quanto era accaduto nei casi dell’algerino Fethi Nourine e del sudanese Mohamed Abdalrasool, che nei 73 kg hanno deciso di ritirarsi per non affrontare il judoka israeliano Tohar Butbul, volendo mostrare così vicinanza alla causa palestinese. Per questo sono poi stati sospesi dalla Federazione internazionale del judo.

Oggi, invece, si è voluto esprimere un concetto completamente diverso, considerando poi che Alqahtani ha potuto prendere parte ai Giochi di Tokyo grazie a un invito speciale del Cio,

Di seguito il video dell’abbraccio:

IL VIDEO DELL’ABBRACCIO ISRAELE-ARABIA SAUDIA NEL JUDO A TOKYO

Foto: IJF

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *