Giro d’Italia 2021, tutti i capitani delle squadre. Bahrain, Ineos e Deceuninck-Quick Step si presentano con più punte

Il Giro d’Italia 2021 inizierà tra appena due giorni. Quest’anno il grande giro nostrano offrirà un tracciato pieno zeppo di frazioni impegnative e riserverà, invece, relativamente poco spazio agli sprinter. Tanti, inoltre, saranno i grossi calaibri che, tra due giorni, si presenteranno al via della cronometro inaugurale di Torino. Di seguito andiamo a scoprire i capitani di tutte le formazioni che prenderanno parte all’ormai imminente Corsa Rosa.

I CAPITANI DELLE SQUADRE CHE PARTECIPERANNO AL GIRO D’ITALIA 2021

INEOS GRENADIERS: Il sodalizio campione uscente avrà il suo leader maximo in Egan Bernal, il quale è uno dei principali favoriti per il successo finale. Anche il russo Pavel Sivakov, nono al Giro 2019 a soli ventidue anni, però, potrà curare la classifica generale.

AG2R CITROEN TEAM: La compagine francese non ha un vero e proprio leader, ma Andrea Vendrame e il giovane grimpeur Clement Champoussin saranno i corridori di riferimento. Il primo potrà puntare ai successi parziali e alla maglia ciclamino, mentre il secondo magari proverà a fare classifica.

ALPECIN-FENIX: Il leader dell’Alpecin-Fenix sarà il velocissimo Tim Merlier, uno degli sprinter di riferimento di quest’edizione della Corsa Rosa.

ANDRONI-SIDERMEC: L’Androni, quest’anno, ha in Alexander Cepeda, scalatore ecuadoriano giunto quarto al recente Tour of the Alps, un vero e proprio capitano. Da capire, però, se curerà anche la classifica generale o se si concentrerà solo sui successi parziali.

ASTANA: Capitano unico per l’Astana, la quale punta tutto su Alexander Vlasov. Il russo, quest’anno, è arrivato secondo alla Parigi-Nizza e terzo al Tour of the Alps e ha nel mirino il podio della Corsa Rosa.

BAHRAIN VICTORIOUS: Mikel Landa e Pello Bilbao formeranno una coppia di capitani di altissimo livello. I due baschi della Bahrain sono entrambi candidati a salire sul podio finale di quest’edizione del Grand Tour che si snoda lungo le strade del Bel Paese.

BARDIANI CSF FAIZANE’: I leader della Bardiani saranno Giovanni Battaglin e Giovanni Visconti, due veterani che sanno bene come si vince sulle strade del Giro d’Italia.

BORA-HANSGROHE: Il sodalizio tedesco sarà uno dei pochi team che schiererà sia una punta per la classifica generale che una per le volate. Emanuel Buchmann proverà a conquistare un posto sul podio del Giro, mentre Peter Sagan andrà a caccia dei successi parziali e della maglia ciclamino.

COFIDIS: Il Team francese si concentrerà soprattutto sugli sprint ove il suo faro è l’azzurro Elia Viviani.

DECEUNINCK-QUICK STEP: Sarà una Deceuninck-Quick Step inedita quella che vedremo sulle strade del Giro d’Italia 2021. Il sodalizio belga, infatti, si concentrerà solamente sulla classifica generale. Joao Almeida è il capitano designato, ma Remco Evenepoel, stante quanto filtra, parte come battitore libero e non come gregario.

EF EDUCATION-NIPPO: Il Team statunitense punta forte alla classifica generale con il britannico Hugh Carthy che, dopo essere salito sul podio alla Vuelta nel 2020, vuole ripetersi, quest’anno, al Giro.

EOLO-KOMETA: La squadra di Basso e Contador si affiderà a Manuel Belletti per le volate, mentre Edward Ravasi proverà a essere protagonista in montagna.

GROUPAMA-FDJ: In contumacia Thibaut Pinot, il quale ha dato forfait, il sodalizio transalpino non ha un vero e proprio leader. Corridori come Attila Valter, Rudy Molard, Matteo Badilatti e Sebastien Reichenbach potranno farsi vedere in montagna, ma nessuno parte come vero e proprio capitano.

INTERMARCHé-WANTY: Anche il sodalizio belga non ha un vero e proprio capitano, ma tanti corridori che proveranno a giocarsi un successo parziale. Per carisma e talento, ad ogni modo, i riferimenti saranno Andrea Pasqualon e il crossista belga Quinten Hermans.

ISRAEL START-UP: Daniel Martin sarà il capitano unico della Israel e cercherà di conquistare un buon piazzamento in classifica generale.

JUMBO-VISMA: Il sodalizio neerlandese si affiderà a George Bennett per la classifica generale e a uno tra David Dekker e Dylan Groenewegen per gli sprint.

LOTTO SOUDAL: I belgi della Lotto Soudal penseranno quasi solamente alle volate dato che schierano Caleb Ewan, il quale è, in assoluto, il velocista più quotato al via della Corsa Rosa. Harm Vanhoucke, però, potrebbe provare a curare la classifica generale.

MOVISTAR: Marc Soler sarà il capitano della Movistar, ma il sodalizio spagnolo potrebbe dare i gradi di luogotenente ad un Antonio Pedrero che, pochi giorni fa, è giunto secondo alla Vuelta a Asturias.

TEAM BIKEEXCHANGE: Il favorito principale per il successo finale, vale a dire il britannico Simon Yates, sarà il leader unico del team australiano.

TEAM DSM: Due punte per il team DSM, vale a dire l’australiano Jai Hindley, l’anno scorso secondo, e il francese Romain Bardet, due volte sul podio al Tour de France.

QHUBEKA ASSOS: Giacomo Nizzolo curerà le volate per la Qhubeka ASSOS, mentre Domenico Pozzovivo cercherà d’agguantare un posto in top-10.

TREK-SEGAFREDO: Bauke Mollema e Giulio Ciccone saranno i capitani della Trek-Segafredo dato che Vincenzo Nibali è reduce da un brutto infortunio e difficilmente sarà in grado di fare classifica.

UAE TEAM EMIRATES: Sono tre i leader della UAE Team Emirates, vale a dire Fernando Gaviria per le volate, Diego Ulissi per le frazioni movimentate e Davide Formolo per la classifica.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Valentino Rossi? Da 5 in pagella. Lento nei movimenti e impreciso”

Internazionali d’Italia 2021, Moroni strappa la wild card per le qualificazioni. Cecchinato accede direttamente