Giro di Romandia 2021: Remi Cavagna conquista la cronometro conclusiva, classifica generale a Geraint Thomas. 3° Fausto Masnada

Il transalpino Remi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) vince la cronometro conclusiva del Giro di Romandia 2021, la quale era lunga 16,2 chilometri e si snodava tra le strade di Friburgo. Secondo posto per l’elvetico Stefan Bissegger (EF Education Nippo), mentre Geraint Thomas (Ineos) ha conquistato il terzo gradino del podio. Quest’ultimo, inoltre, data la prova a dir poco deludente di Michael Woods (Israel Start-Up), si è imposto nella classifica generale.

Il canadese, peraltro, è sceso addirittura al quinto posto. Sul podio insieme a Thomas, invece, salgono, nell’ordine, l’australiano Richie Porte (Ineos) e l’azzurro Fausto Masnada (Deceuninck-Quick Step), il quale ha preceduto il catalano Marc Soler (Movistar) per appena un secondo. Erano tredici anni che un italiano non arrivava sul podio del Giro di Romandia, l’ultimo a riuscirci fu Marco Pinotti nel 2008. In top-10, oltretutto, troviamo anche un ottimo Damiano Caruso (Bahrain Victorious) nono.

I primi grossi calibri a partire sono stati l’elvetico Stefan Bissegger (EF Education-Nippo) e l’azzurro Filippo Ganna (Ineos). Il primo citato ha fatto il miglior tempo, mentre il campione del Mondo, al traguardo, ha chiuso ad addirittura 30″ dallo svizzero. Il tempo dell’alfiere della EF, tuttavia, è stato successivamente migliorato dal transalpino Remi Cavagna (Deceuninck-Quick Step), il quale ha battuto l’ormai acerrimo rivale per appena cinque secondi.

Il grande favorito di giornata Rohan Dennis (Ineos), dopo un ottimo intermedio, è crollato nel finale ed è giunto a 34″ da Cavagna. Al contrario, il giovanissimo belga Ilan Van Wilder (DSM) ha sfornato un’ottima prova e ha chiuso a 17″ dal transalpino della Deceuninck Quick-Step. I tempi di Dennis e Ganna, oltretutto, sono stati battuti anche dall’azzurro Mattia Cattaneo (Deceuninck-Quick Step), che ha chiuso a 28″ dal compagno Cavagna.

Meglio di Cattaneo hanno saputo fare Fausto Masnada (Deceunick-Quick Step) e Richie Porte (Ineos), i quali hanno chiuso uno a 20″ da Cavagna e l’altro a 19″. L’unico corridore rimasto in strada, dopo l’arrivo di questi, che aveva concrete chance di vincere la prova era Geraint Thomas (Ineos), il quale ha fatto registrare il miglior tempo all’intermedio. Tuttavia, il gallese è calato nella seconda parte ed è arrivato a 17″ dal transalpino.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Francesco Bagnaia: “Contento perché sono in testa al Mondiale su una pista difficile per la Ducati”

MotoGP, Franco Morbidelli: “Un terzo posto che vale una vittoria! Non ho la moto come gli altri? Uno stimolo in più”