Basket, Venezia espugna Trieste con autorità nel posticipo della 23ª giornata di Serie A

Nel posticipo della ventitreesima giornata della Serie A 2020-2021 di basket sorride l’Umana Reyer Venezia, che espugna Trieste con il punteggio di 69-87. All’Allianz Dome arriva dunque una vittoria importante per gli orogranata, che si rialzano dopo due ko consecutivi e affiancano Sassari al quarto posto a quota 26 punti, mentre i giuliani rimangono fermi a 22 (sesta piazza) e vengono raggiunti da Treviso.

Il match comincia subito su ritmi molto elevati con le due squadre che si rispondono colpo su colpo. In un contesto di sostanziale equilibrio sono gli ospiti a trovare un piccolo break nella parte finale del primo periodo: Tonut e Campogrande vanno a segno dalla lunga distanza e, nonostante un’ottima giocata di Doyle, Venezia chiude avanti di quattro lunghezze (21-25). Il secondo quarto prosegue sulla falsariga del precedente: i giuliani riescono a ritrovare il vantaggio sul 31-30, ma gli orogranata riprendono il controllo delle operazioni e vanno all’intervallo sul +3 (38-41).

Dopo un primo tempo estremamente equilibrato, nel terzo quarto si assiste allo strappo decisivo da parte di Venezia, che piazza un parziale di 0-12 e allunga con autorità. Watt firma il +15, De Nicolao fa male dall’arco e i lagunari si ritrovano addirittura sul +21 (44-65). A 10′ dal termine il tabellone dice 49-66.

Sembrerebbe essere già finita, ma Trieste rientra in campo con orgoglio e sfodera un parziale di 11-0 che la riporta sul -6. La Reyer è però abile a non disunirsi nel momento più critico della partita e a ritrovare pian piano le certezze, conducendo la gara in porto senza patemi: finisce 69-87. L’MVP del match è Stefano Tonut, che mette a referto 23 punti, mentre per i giuliani da registrare i 16 punti di DeVonte Upson.

TABELLINO

ALLIANZ TRIESTE – UMANA REYER VENEZIA 69-87 (21-25, 17-16, 11-25, 20-21)

TRIESTE – Upson 16, Doyle 15, Delia 12, Alviti 10

VENEZIA – Tonut 23, Clark 16, Campogrande 12, Watt 12, Daye 10

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Snowboard, nell’halfpipe di Aspen vince Yuto Totsuka. Quarto l’eterno Shaun White

Calcio, la doppietta di Mertens avvicina il Napoli alla zona Champions: Roma battuta per 0-2