Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Mondiali: borsino e favoriti discesa uomini di oggi. Dominik Paris sfida austriaci e svizzeri

Pubblicato

il

Sarà un San Valentino ad altissima velocità per quanto riguarda i Campionati Mondiali di Cortina 2021 di sci alpino. La località ampezzana si prepara per una delle prove più spettacolari ed attese: la discesa maschile. Dalle ore 11.00 i cosiddetti “Uomini-Jet” scenderanno in pista per conquistare la seconda medaglia d’oro della manifestazione, quantomeno per il comparto maschile, per una prova che parte senza un chiaro dominatore sicuro, ma tantissimi pretendenti al gradino più alto del podio.

Su tutti, inutile nasconderci, il nostro Dominik Paris. L’altoatesino, che in questa specialità ha vinto l’argento a Schladming 2013, vuole la consacrazione dopo tante difficoltà dal punto di vista fisico. A gennaio 2020 arrivò il grave infortunio al ginocchio e, dodici mesi dopo, “Domme” è stato in grado di vincere a Garmisch. La chiusura perfetta di un cerchio che attende solamente la ciliegina sulla torta, ovvero la medaglia sulle nevi di casa, su una Vertigine che si annuncia come pista complicata e selettiva. Per i nostri colori vedremo anche come si comporterà Christof Innerhofer. L’altoatesino, dopo un percorso di crescita splendido nelle ultime settimane, ha fallito completamente il superG di giovedì, per cui avrà ogni intenzione di rifarsi con gli interessi nella giornata odierna.

Se vogliamo trovare altri candidati papabili alla medaglia d’oro non dobbiamo allontanarci molto da Austria e Svizzera. I primi schiereranno una line-up di tutto rispetto con Vincent Kriechmayr (già oro in superG) Matthias Mayer e Max Franz, tutti sciatori che hanno già vinto e sanno come vincere. Sul fronte elvetico, invece, attenzione al solito Beat Feuz, quindi a possibili outsider come Marco Odermatt, Carlo Janka o Niels Hintermann.

Chi, invece, potrebbe inserirsi come “mina vagante” di questa discesa? Seguendo quanto visto in questa annata non andranno assolutamente snobbati i tedeschi Thomas Dressen e, soprattutto, Romed Baumann, già argento in superG, senza dimenticare lo statunitense Travis Ganong e non ultimo, il francese Johan Clarey.

[sc name=”banner-dirette-live”]
Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *