Calcio a 5, l’Italia surclassa la Finlandia 7-4 e vola nelle qualificazioni agli Europei

Secondo successo consecutivo dell’Italia di calcio a 5 nelle qualificazioni agli Europei 2022. La Nazionale di Massimiliano Bellarte, all’Estraforum Hall di Prato, ha sconfitto per 7-4 la Finlandia nel secondo incontro del Gruppo 7. Un successo importante, dal sapor di rivincita, visto che i finlandesi erano stati avversati ostici nelle qualificazioni ai Mondiali, come dimostrato dal 2-2 della fase elite. Un riscontro, poi, costato caro alla selezione del Bel Paese vista la mancata qualificazione alla rassegna iridata. A segno sono andati Nicolodi (doppietta), Murilo, Musumeci, Marcelinho, Gui e Alano, mentre in casa finnica hanno realizzato Jyrkiäinen, Junno, Grönholm e Kunnas. Il prossimo impegno dell’Italia sarà il 5 marzo ancora contro i finnici, ma in trasferta.

PRIMO TEMPO – Bellarte punta su quattro giocatori a difesa della porta di Molitierno: Murilo, Musumeci, Merlim e Marcelinho. Nicolodi e Gui in panchina, ma con “licenza di fare male” a partita in corso. Martic risponde con Savolainen, Korsunov, Kytola, Lintula e Korpela. Comincia un po’ a rilento la Nazionale subendo dopo pochi secondi la prima conclusione di Korpela su cui è bravo Molitierno. Con il passare dei minuti però la selezione del Bel Paese cresce e il gol arriva al 3’19”: Savolainen non trattiene il tiro di Marcelinho e Nicolodi realizza, trovando il tap-in vincente per il gol del vantaggio azzurro. Purtroppo però la difesa italiana si addormenta poco dopo: Alano sbaglia l’anticipo su Jyrkiäinen e al 4’00” realizza il pari.

L’Italia riprende a tessere la sua tela e Gui è tra i più attivi con dei tagli dalle fasce laterali verso il centro che non sono di facile lettura per la retroguardia avversaria. Al 10’15” c’è il gol del nuovo vantaggio italiano: scucchiata di Merlim su corner e gol al volo di Murilo, che trova un impatto clamoroso con un pallone che si infila sotto all’incrocio per il 2-1. Sempre il giocatore dello Sporting a 5’37” dalla conclusione della prima frazione di gioco cerca la via del tris, ma il portiere finnico è attento. A 1’41” quello che non ti aspetti, ovvero il gol della Finlandia: sassata di Junno che buca la barriera sul palo coperto da Mammarella. Estremo difensore dell’A&S in campo al posto di Molitierno infortunatosi dopo uno scontro di gioco con Korpela. A 51″ dal termine del primo tempo c’è la terza rete italiana: invenzione di Marcelinho che di tacco innesca Nicolodi, che davanti a Savolainen con un tocco chirurgico trova il nuovo vantaggio.

SECONDO TEMPO – A inizio ripresa è Merlim ad accendersi. Il n.10 azzurro prima cerca la via della rete con un destro a giro su cui è bravissimo l’estremo difensore avversario e poi è geniale con un servizio d’esterno destro a premiare Musumeci che infila Savolainen al 23’56”. Incredibilmente gli azzurri si perdono in un bicchier d’acqua con delle topiche difensive che portano ai gol di Grönholm al 24’37” e di Kunnas al 24’58”. Reagisce l’Italia con un calcio di punizione realizzato da Marcelinho al 26’21”, non irreprensibile il portiere della Finlandia. Bellarte può contare su un potenziale offensivo notevole e Gui di potenza e di carattere sfonda letteralmente la retroguardia finnica e realizza il sesto gol azzurro.

Mammarella chiude la saracinesca in due circostanze, mentre Alano ispira alla grande l’inserimento del giovane Motta che cerca di saltare Savolainen, ma è bravo l’estremo difensore a fermare l’azzurro. Italia vicinissima alla settima marcatura a 4’40” dal termine: Musumeci si mette in proprio, va via sulla sinistra, sinistro a tagliare l’area e Gui si avventa sulla palla, ma è bravissimo Savolainen a salvarsi con l’aiuto del palo. La Finlandia forza nelle ultime fasi il portiere di movimento, ma gli azzurri non ne risentono. I ragazzi di Bellarte, infatti, vanno in gol con Alano al 37’50”. Finisce 7-4.

Foto: Figc

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Champions League 2021: il sorteggio delle Top 16. Girone equilibrato per Brindisi. Sassari con Bamberg e Saragozza

Golf, al via il Waste Management Phoenix Open 2021 con tante star. Assente Francesco Molinari