NBA 2021: i risultati della notte. Vincono i Lakers, i Clippers perdono contro San Antonio

Sono cinque le partite della notte NBA. Destino inverso per le due squadre di Los Angeles, con i Lakers che superano Memphis 94-92 ed i Clippers che invece vengono sconfitti 116-113 da San Antonio. Cominciamo proprio dalla partita dei campioni in carica, che vincono in volata, trascinati dalla solita coppia LeBron James (26 punti, 11 rimbalzi e 7 assist) ed Anthony Davis (26 punti e 10 rimbalzi).

Ai Clippers, invece, non basta rimontare 19 punti di svantaggio all’intervallo (grazie ad un terzo quarto da 40-22) per avere la meglio di San Antonio. Kawhi Leonard chiude con 30 punti e 10 assist, ma il grande protagonista è Patty Mills, che trascina gli Spurs dalla panchina con i suoi 27 punti.

Ennesima prestazione dominante in questo inizio di stagione per Nikola Jokic. Denver vince 123-116 contro i Minnesota Timberwolves e il centro serbo chiude il suo match con una pazzesca doppia doppia da 35 punti e 15 rimbalzi, ai quali vanno aggiunti anche 6 assist.

Non c’era Kevin Durant (in isolamento dopo il contatto con una persona positiva al Covid-19), ma i Brooklyn Nets dominano contro gli Utah Jazz, imponendosi per 130-96. Kyrie Irving mette a referto 29 punti e Jarrett Allen chiude con la doppia doppia da 19 punti e 18 rimbalzi, mentre a Utah non bastano i 31 punti di Donovan Mitchell.

I Chicago Bulls rimontano 18 punti di svantaggio dopo il primo quarto ed espugnano il campo dei Portland Trail Blazers per 111-108. Doppia doppia per Coby White (23 punti e 10 rimbalzi) ed Otto Porter Jr (19 punti e 13 rimbalzi), mentre per i Blazers i migliori sono come al solito Damian Lillard (24 punti) e CJ McCollum (26).

I RISULTATI NBA (5 GENNAIO)

Brooklyn Nets – Utah Jazz 130-96
Memphis Grizzlies – Los Angeles Lakers 92-94
Denver Nuggets – Minnesota Timberwolves 123-116
Los Angeles Clippers – San Antonio Spurs 113-116
Portland Trail Blazers – Chicago Bulls 108-111

Foto LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto, Matteo Restivo è il primo atleta italiano vaccinato: “E’ un gesto importante per tutti, non esitate!”

F1, Sophia Floersch: “Le donne nel Circus sono considerate solo per il marketing, non ci può essere pari opportunità”