Tennis, ATP Sofia 2020: Salvatore Caruso soffre, ma batte in rimonta Kuzmanov e prenota Auger-Aliassime

La sorpresa del giorno, nell’ATP 250 di Sofia, rischia di metterla a segno Dimitar Kuzmanov (291° nella classifica mondiale) contro il nostro Salvatore Caruso, ma in fin dei conti non ci va realmente vicino. Il siciliano, infatti, dopo un primo set piuttosto sofferto, si riprende e batte il bulgaro, beneficiario di una wild card, con il punteggio di 4-6 6-4 6-4 in due ore e 22 minuti, rimanendo però in questo momento al numero 82 del ranking ATP. Per il ventisettenne di Avola (che spegnerà 28 candeline il prossimo 15 dicembre) ci sarà ora la complessa sfida con il canadese Felix Auger-Aliassime: tra i due non ci sono precedenti.

Il primo set vede subito Caruso partire con il freno a mano tirato, tanto da subire in modo immediato il break nel secondo game, poi recuperato in quello successivo. Il rendimento dei due giocatori al servizio rimane buono fino all’ottavo gioco, nel quale il siciliano cade di nuovo in difficoltà, va sotto 0-40, ma riesce in qualche modo a salvarsi ai vantaggi (dopo aver annullato anche una quarta palla del 3-5). Poco dopo, però, arriva il secondo break a sfavore dell’azzurro, che stavolta è fatale: altro 0-40, che stavolta Kuzmanov concretizza al terzo set point.

Le cose cambiano nettamente nel secondo parziale: in particolare, dall’1-1 Caruso imprime una netta accelerazione nel livello di gioco, strappando due volte la battuta al bulgaro (la seconda con un brillante passante di rovescio) e involandosi fino al 5-1. Qualche incertezza di troppo porta il suo avversario a risalire fino al 5-4, e qualche attimo di apprensione c’è anche nel decimo game: dopo il 40-0, Kuzmanov annulla i set point numero due e tre, ma al quarto non può nulla.

Meno brividi, anche se più game equilibrati, nel terzo set, in cui il padrone di casa può allungare nel terzo gioco, ma non riesce nell’intento. Con l’allungarsi della partita è Caruso che sbaglia di meno e questo, procedendo con i minuti, inizia a contare: sul 4-4 un doppio fallo di Kuzmanov e due belle risposte dell’italiano significano, per quest’ultimo, la possibilità di andare a chiudere con il servizio, cosa che puntualmente accade a 15 e con l’undicesimo ace.

Di statistiche parlando, il 46% di prime in campo testimonia la giornata non felicissima di Caruso, in particolare in un terzo set da 33%, nel quale però riesce a vincere 12 punti su 16 sulla seconda e, ancor più, a vincere tutti gli otto sulla prima. Piuttosto deficitario, ma non pessimo, il bilancio dei punti sulla seconda vinti da Kuzmanov: il 48%.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Roberta Corradin / LM-LivePhotoSport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley femminile, Serie A1: Conegliano batte Trento 3-1, decima vittoria consecutiva per le Pantere!

Calcio: l’Italia perde Caputo e Criscito. Dieci azzurri ancora in isolamento