Nuoto, Marco Orsi: “Abbiamo solo un’ora e mezza d’aria al giorno. Tamponi e distanziamento: la ISL funziona bene”

La prima vittoria italiana nei 100 misti nella vasca della Bolla di Budapest porta la firma di Marco Orsi, nuotatore del Team Iron ospite dell’ultima puntata di Swim2U, la trasmissione a cura di Sport2U, in collaborazione con OA Sport.

Ai microfoni della nostra redazione, Marco racconta il suo percorso all’ISL fino a questo punto: “Qui a Budapest tutto sta funzionando nella maniera corretta. Nessun atleta è stato contagiato da quando siamo qui: il tampone ogni cinque giorni, la mascherina, il gel igienizzante e il distanziamento stanno funzionando. Sto vivendo un’esperienza strana, siamo qui da tre settimane e siamo trattati benissimo. Ogni team, ogni giorno, ha la possibilità di avere una piscina in cui allenarsi, e abbiamo un’ora e mezza  ‘d’aria’ al giorno, solo sull’Isola Margherita. L’ISL? Io posso solo imparare dai migliori – continua – sono contento di essere stato scelto dal Team Iron, qui ti puoi confrontare su grandi distanze”. 

Il nuotatore italiano si è espresso sulla delicata situazione vissuta dai suoi colleghi italiani, oltre che definire il talento crescente di Benedetta Pilato come una “Federica Pellegrini 2”.

Di seguito, la video intervista integrale.

LA VIDEO INTERVISTA A MARCO ORSI

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI NUOTO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse
LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

NASCAR Xfinity Series, Austin Cindric vince il duello con Chase Briscoe e conquista il titolo

F1, Max Verstappen: “I limiti imposti allo sviluppo non ci permetteranno di essere una minaccia per Mercedes nel 2021”