Seguici su

Ciclismo

Pagelle Tour de France 2020, undicesima tappa: Ewan da dieci. Sagan rovina una bella volata con un gesto sconsiderato

Pubblicato

il

Caleb Ewan trionfa nell’undicesima frazione del Tour de France 2020 superando tutti sul traguardo di Poitiers. La volata finale, però, verrà ricordata soprattutto per la testata di Peter Sagan, inizialmente secondo, a Wout Van Aert, la quale ha fatto infuriare il fiammingo e ha comportato il declassamento del corridore slovacco. Di seguito andiamo a dare i voti ai protagonisti di giornata con le nostre pagelle.

CALEB EWAN (LOTTO-SOUDAL) VOTO 10: Deve arrangiarsi allo sprint ed è costretto a iniziare la volata in posizione non ottimale. Tuttavia, grazie al suo incredibile spunto, riesce, per un soffio, a rimontare e superare Bennett, Van Aert e Sagan.

SAM BENNETT (DECEUNINCK-QUICK STEP) VOTO 8: Il secondo posto, contro Ewan, è il massimo che può agguantare se non viene lanciato in maniera perfetta. Ad ogni modo, data la squalifica di Sagan, fa un grosso passo in avanti verso la conquista della maglia verde.

WOUT VAN AERT (JUMBO-VISMA) VOTO 8: Lavora tutto il giorno per Roglic, ma, nonostante ciò, riesce pure a giocarsi il successo allo sprint lanciando la volata da casa sua. La testata di Sagan lo danneggia, ma, anche senza di essa, contro Ewan non avrebbe potuto fare nulla.

BRYAN COQUARD (B&B HOTELS VITAL-CONCEPT) VOTO 7,5: Ieri era caduto e si era anche fatto male. Oggi, nonostante le botte, chiude quarto. Tanta sostanza per il velocista transalpino in questo Tour de France. Per vincere una tappa, però, avrebbe bisogno, probabilmente, di un treno migliore.

CLEMENT VENTURINI (AG2R LA MONDIALE) VOTO 7: Venturini, oggi, si è reso protagonista di un ottimo sprint. Conquista un quinto posto che rappresenta il suo miglior piazzamento in questa Grande Boucle.

MADS PEDERSEN (TREK-SEGAFREDO) VOTO 6,5: Il campione del Mondo non è al livello degli sprinter migliori, ma sta appena uno scalino dietro. Anche oggi coglie un ottimo piazzamento, vale a dire il sesto posto.

MATTEO TRENTIN (CCC) VOTO 5,5: Nel finale Van Avermaet lavora per lui, ma Matteo non riesce a conquistare nulla più di un mesto 11esimo posto. Non sembra avere il colpo di pedale del 2019.

NICCOLO’ BONIFAZIO (TOTAL DIRECT ENERGIE) VOTO 5,5: Nel finale il treno della Total si sfalda e lui e il compagno Turgis fanno ognuno la volata per conto proprio. Alla fine arriva un quindicesimo posto che non può soddisfarlo.

EDVALD BOASSON HAGEN (NTT) VOTO 5: La sua NTT si spreme per chiudere sul tentativo di Postleberger, Asgreen e Jungels. Lui, però, non riesce a finalizzare il lavoro dei compagni e conclude con un mediocre 14esimo posto.

ELIA VIVIANI (COFIDIS) VOTO 4,5: Netto passo indietro per Elia rispetto a ieri. Da quarto a diciassettesimo. Ancora non ci siamo.

CEES BOL (SUNWEB) VOTO 4,5: Il neerlandese non pare più il velocista ammirato nella prima settimana. Oggi entra a malapena nei venti. Che faccia un po’ di fatica a recuperare gli sforzi dei giorni precedenti?

PETER SAGAN (BORA-HANSGROHE) VOTO 4: Ha una gran gamba, ma vanifica tutto tirando una testata a Van Aert, in volata, che gli costa il declassamento da secondo a 85esimo. La domanda è: per quale motivo un corridore della sua esperienza ha commesso una simile sciocchezza?

[sc name=”banner-article”]

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *