Internazionali d’Italia 2020, Matteo Berrettini: “È un evento importante, sento la pressione. Dispiace giocare a porte chiuse”

Gli Internazionali d’Italia 2020 saranno un appuntamento speciale per Matteo Berrettini. Il tennista romano sarà uno dei protagonisti più attesi di un torneo che avrà l’onere e l’onore di giocare in casa e al quale si presenterà per la prima volta in carriera da top-10 del ranking ATP.

In attesa dell’ingresso in scena al secondo turno, nel quale affronterà il vincente della sfida tra Jan-Lennard Struff e Federico Coria, nella mattinata odierna Berrettini si è allenato con Rafael Nadal, campione in carica nonché nove volte re di Roma: Devo dire che l’ho trovato come sempre molto presente e prestante in campo, con tanta energia, è stato davvero un buon set come qualità e quantità e le sensazioni sono positive. Ogni giorno mi sto sentendo sempre meglio, non era semplice la transizione da cemento a terra arrivando qui direttamente da New York, senza trascurare il jet lag”.

L’azzurro, nell’intervista riportata direttamente dal sito degli Internazionali d’Italia, esprime tutto per il proprio dispiacere per l’assenza del pubblico:Giocare a porte chiuse mi dispiace tanto, non sono le condizioni ideali, è molto frustrante per me che sono di Roma non poter nemmeno vedere la mia famiglia. Bisogna solo cercare di adattarsi nella speranza di far passare prima possibile questo brutto periodo per poi tornare a competere con il pubblico il prossimo anno. Devo riconoscere che dal punto di vista sentimentale mi fa male vedere questi campi vuoti e non poter competere con il sostegno del mio pubblico, se ripenso ai match giocati in questo luogo speciale mi vengono i brividi. E’ una sensazione veramente strana, però quest’anno di normale non c’è stato niente, per cui se questa è una delle cose a cui dobbiamo rinunciare…”.

In merito alle aspettative che nutre sul Masters 1000 casalingo: Meglio non aspettarsi troppo, di sicuro è un torneo che mi porterà tensione e stimoli di fare bene: un evento importante, per di più nella mia città, quindi addosso mi sento già tanta adrenalina però è bello sentirla, mi mancava questo feeling. Mi riprometto di pensare a una partita alla volta e un punto alla volta, anche se non nascondo che il mio obiettivo è fare bene negli Slam e nei Masters 1000 e questo è appunto un torneo di quella categoria. Per cui intendo lottare punto su punto con l’intenzione di dare il massimo e andare più avanti possibile.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Internazionali d'Italia 2020 Matteo Berrettini

ultimo aggiornamento: 14-09-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio femminile, Qualificazioni Europei 2020: lockdown in Israele e sfida contro l’Italia rinviata

Tirreno-Adriatico 2020, Filippo Ganna da record! Frantumato il primato di Cancellara nella cronometro di San Benedetto del Tronto