Beach volley, Europei 2020. Lupo e Nicolai: è poker di semifinali! Battuti Kantor/Losiak. Menegatti/Orsi Toth quinte


Non è mai finita fin quando non è finita. Con Daniele Lupo e Paolo Nicolai è spesso così e anche oggi, nel primo quarto di finale degli Europei di Jurmala che li vedeva opposti alla coppia polacca Kantor/Losiak, è stato così. Non è finita quando gli azzurri si sono trovati avanti un set a zero e 8-3 nel secondo parziale, non è finita (per fortuna) quando gli italiani si sono trovati sotto 9-12 nel tie break e nubi fosche si annidavano all’orizzonte sul cielo di Jurmala.

Alla fine hanno vinto 2-1, Daniele Lupo e Paolo Nicolai e hanno raggiunto la loro semifinale numero quattro in Europa (nelle altre tre occasioni hanno sempre centrato il successo): una partita tiratissima, spettacolare e divertente, uno dei match per cui varrà la pena di essere ricordato questo Europeo coraggioso e controverso, che oggi è tornato al palcoscenico più importante, quello del Majori Beach, sulle rive di un mar Baltico arrabbiato più o meno quanto i polacchi che, forse, la partita l’avevano anche vinta perchè il tocco del muro sull’attacco del 14-15 di Daniele Lupo, finito abbondantemente fuori, lo ha visto praticamente solo l’arbitro che però è quello che conta, alla fine.

Loading...
Loading...

Partita dalle mille sfaccettature. Meglio i polacchi in avvio, con Lupo e Nicolai che hanno avuto il merito di restare aggrappati al cambio palla e, con l’ace piazzato sul set ball da Paolo Nicolai hanno chiuso 21-19 a loro favore il parziale. Nel secondo set sembra tutto finito quando Lupo/Nicolai scattano avanti 8-3 ma, proprio in quel momento, si inceppa qualcosa in casa azzurra. I polacchi rimontano, pareggiano a quota 12 e poi arrivano addirittura sul 15-12 a loro favore. Gli italiani non mollano, Nicolai ritrova il muro, Lupo difesa e contrattacco e arrivano a pareggiare a quota 18 ma l’inerzia è a favore dei polacchi che trovano l’ace con Kantor per il 20-18 e si impongono 21-19.

Il tie break è un concentrato di emozioni: equilibrio fino al 9-9 e poi il break di 3-0 per i polacchi che sembra chiudere il discorso ma, in un baleno, gli azzurri sono ancora lì con il muro di Nicolai e la rigiocata estrema di Lupo (nastro e riga esterna): 12-12. Gli italiani annullano due match ball, il secondo in modo dubbio con Lupo che spara l’attacco in mezzo alle mani di Losiak che sembra non toccare ma l’arbitro vede il tocco e regala il punto del 15-15 agli azzurri che cambiano passo e chiudono con l’ennesimo muro di Nicolai: 18-16 e in arrivo ci sono i campioni di tutto, che prima però dovranno superare l’ostacolo Herrera/Gavira: i norvegesi Mol/Sorum, apparsi in forma smagliante nelle prime giornate dell’Europeo.

Alla gioia per la vittoria di Lupo/Nicolai fa da contraltare un pizzico di delusione per la prova di Menegatti/Orsi Toth, che ancora una volta, come lo scorso anno, escono di scena ai quarti di finale del torneo continentale. Una sconfitta netta, che non lascia spazio a recriminazioni, quella subita dalle azzurre (2-0) contro le russe Makroguzova/Kholomina. L’unica fase di equilibrio è stata quella iniziale con le azzurre che sono riuscite a tenere il ritmo delle rivali fino all’11-11, poi il break di 5-0 a favore di Makroguzova/Kholomina che ha spezzato la gara in due. Le italiane si sono arrese nel primo set con il punteggio di 21-16 e si sono trovate da subito a rincorrere anche nel secondo set (8-4).

Troppi errori, troppa imprecisione in ricezione in particolare per Menegatti e tante occasioni perse per provare quantomeno a mettere pressione sulle russe che hanno proseguito con un filo di gas, hanno vinto 21-13 e in semifinale se la vedranno alle 16.15 con le tedesche meno pericolose Behrens/Tillmann. Nell’altra semifinale alle 17.15 di fronte le svizzere Heidrich/Vergè-Deprè e le ceche Hermannova/Slukova.

Quarti di finale maschili: Nicolai/Lupo (ITA)-Kantor/Losiak (POL) 2-1 (21-19, 19-21, 18-16), Mol/Berntsen (NOR)-Krasilnikov/Stoyanovskiy (RUS), Mol/Sørum (NOR)-Herrera/Gavira (ESP), Liamin/Myskiv (RUS)-Krattiger/Breer (SUI) 2-0 (21-15, 21-18)

Quarti di finale femminili: Kozuch/Ludwig (GER)-Heidrich/Vergé-Dépré (SUI) 1-2 (21-17, 16-21, 4-15), 13: Hermannova/Slukova (CZE)-Bieneck/Schneider (GER) 2-1 (28-26, 12-21, 15-12), Makroguzova/Kholomina (RUS)-Menegatti/Orsi Toth (ITA) 2-0 (21-16, 21-13), Lehtonen/Ahtiainen (FIN)-Behrens/Tillmann (GER) 0-2 (20-22, 18-21).

Semifinali femminili: 17.15: Heidrich/Vergé-Dépré (SUI)-Hermannova/Slukova (CZE), 16.15: Makroguzova/Kholomina (RUS)-Behrens/Tillmann (GER)

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI BEACH VOLLEY

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto Cev

Loading...

Lascia un commento

scroll to top