Milano-Sanremo 2020: sesta top5 per Peter Sagan. La maledizione continua

Peter Sagan e la maledizione della Milano-Sanremo: una saga ormai infinita, che quest’oggi aggiunge un nuovo episodio. Anche la 111esima edizione della Classicissima non porterà infatti con sé il nome dello slovacco, che ha chiuso la gara odierna in quarta posizione, a 2” dal vincitore Wout Van Aert.

Quella del 2020 è addirittura la sesta volta (su dieci partecipazioni) che Sagan finisce nella top-5 della Milano-Sanremo, ma in nessuna di queste circostanze ha potuto alzare le braccia al cielo in segno di vittoria. Gli anni in cui si è maggiormente avvicinato all’obiettivo sono stati il 2013, in cui è stato beffato sul traguardo dal tedesco Gerald Ciolek, e il 2017, quando invece a festeggiare dinanzi ai suoi occhi è stato il polacco Michal Kwiatkowski. Per il resto, possiamo ormai dire che il corridore della Bora-Hansgrohe è ormai abbonato alla quarta posizione, raggiunta nel 2012, 2015, 2019 e 2020.


Eppure, la Classicissima sembrerebbe essere disegnata su misura per il trentenne nato a Zilina. E a dimostrazione di ciò ci sono anche i piazzamenti, assolutamente positivi. Però a Sagan è sempre mancato quel qualcosa gli permettesse di entrare nell’albo d’oro della corsa italiana. Quest’edizione, occasionalmente disputata in estate e con un percorso rivoluzionato rispetto a quello consueto, non ha fatto eccezione: lo slovacco ha superato la selezione fatta prima dalla Cipressa e poi dal Poggio, è rimasto attaccato al treno di testa, ma non è riuscito a sfoderare quel colpo da campione che sarebbe nelle sue corde. Anche stavolta, quindi, è stato costretto ad assistere da vicino al trionfo di un avversario. La maledizione continua: chissà se prima o poi Sagan riuscirà a sfatarla.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Milano-Sanremo 2020 Peter Sagan

ultimo aggiornamento: 08-08-2020


Lascia un commento

MotoGP, è l’epoca d’oro della Francia. Zarco in pole, Quartararo lanciato verso il Mondiale

Milano-Sanremo 2020, Vincenzo Nibali: “Ho sbagliato: ho attaccato lungo. Le gambe rispondono bene”