Atletica, Edoardo Scotti show: 45.48 sui 400, decimo italiano all-time! Leonardo Fabbri si ferma a 20.83 metri

A Bydgoszcz (Polonia) si è disputato il Memorial Irena Szewinska, tradizionale meeting di atletica leggera con ben cinque italiani impegnati in gara. Edoardo Scotti si esalta sui 400 metri e vince con un ottimo 45.48, sbriciolando il suo precedente primato. L’azzurro, finalista agli ultimi Mondiali con la staffetta 4×400, era all’esordio stagionale a livello internazionale e ha conquistato un successo di grande prestigio, miglioranco il 45.84 siglato ai Mondiali under 20 due anni fa. Il 20enne non ha esagerato nella prima metà del giro di pista, brillando poi in un bellissimo finale dove è scappato via al polacco Karol Zalewski (46.06) e all’olandese Tony Van Diepen (46.64), sbarcando così al decimo posto delle liste italiane di tutti i tempi. Questa prestazione è particolarmente interessante per la staffetta del miglio in ottica Olimpiadi, si potrebbe prrovare a scenderre sotto i tre minuti.

Il lodigiano di nascita, in questa annata capace di un 46.08 a Savona e di un 45.85 a Trieste, vola al secondo posto delle liste europee stagionali, alle spalle soltanto del primatista nazionale Davide Re (45.31). Questo il commento rilasciato dal giovane ai microfoni della Fidal: “Sono soddisfatto, certo, ma c’è ancora margine e quest’anno potrebbero uscire altre belle sorprese. Lo aspettavo, sapevo che sarebbe arrivato questo crono prima o poi: oggi abbiamo dimostrato che anche in un anno difficile si può correre forte, se non ci si abbatte d’animo. Io non mi sono buttato via moralmente, non sono mai andato giù di testa, ed ecco il risultato. Ho corso facile, vedevo gli avversari che non se ne andavano nel primo rettilineo e mi sentivo leggero. Mi è piaciuto quasi tutto, soprattutto la prima parte del rettilineo finale: poi mi son trovato da solo, senza rivali accanto, e nei 40 metri finali credo di aver lasciato qualche centesimo perché ho cominciato a indurirmi. Come festeggio stasera? Andando a letto presto perché devo prepararmi per gli Assoluti di Padova, sarà quella la mia prossima gara. Poi vedremo il resto della stagione. Ma questo è soltanto un inizio. E stasera penso anche alla staffetta e a quello che potremo fare a Tokyo: se continuiamo su questa strada possiamo davvero prenderci il record italiano e scendere sotto i tre minuti”.


Leonardo Fabbri era attesissimo nel getto del peso, ma il 23enne fiorentino fa un importante passo indietro rispetto allo spettacolare 21.57 realizzato pochi giorni fa a Sollentuna e si ferma a 20.83 metri. Il primatista nazionale indoor non trova l’ennesimo over 21 metri di questa stagione e si ferma in quarta posizione nella gara vinta dal polacco Michal Hartyk (21.61) davanti al croato Filip Mihaljevic (21.35) e al tedesco David Storl (20.83). Mariabenedicta Chigbolu si ferma a 54.25 sui 400 metri (quinta nella sua serie, tredicesima complessiva), Erika Furlani supera 1.80 al terzo tentativo nel salto in alto prima di commettere tre nulli a 1.85 (settimo posto nella gara vinta dall’ucraina Yuliya Levchenko con 2.00 metri), Mauro Fraresso è nono nel tiro del giavellotto (soltanto 66.81 metri).

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI ATLETICA LEGGERA

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: COLOMBO/FIDAL

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf: Brooks Koepka rinuncia al The Northest Trust 2020 per un problema alle anche, mirino puntato sullo US Open

Beach volley, World Tour 2020 Baden. Poker di coppie azzurre al via in Austria, domani le qualificazioni