Show Player

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non condivido il modo di lavoro di Ducati. Dobbiamo sistemarci, mi do un 6”



Andrea Dovizioso ha faticato terribilmente nel GP di Andalusia, seconda tappa del Mondiale MotoGP che è andata in scena oggi pomeriggio a Jerez de la Frontera. Il centauro della Ducati ha conquistato un amaro sesto posto, un risultato al di sotto delle aspettative del forlivese anche perché settimana scorsa era riuscito a strappare la terza posizione sempre su questo circuito. Il vice campione del mondo è scattato dalla 14ma piazzola a causa di qualifiche davvero pessime, ha sì recuperato del terreno ma anche grazie a tantissimi ritiri che hanno caratterizzato l’appuntamento in terra spagnola. Il pilota italiano è ora terzo in classifica a 24 punti di distacco da Fabio Quartararo, la rincorsa verso il titolo iridato non sarà semplice.

Andrea Dovizioso ha raccontato la sua domenica ai microfoni di Sky Sport MotoGP: “Le qualifiche sono state difficili, partire 14mo non mi ha aiutato. C’è del positivo in questo weekend, in queste difficoltà vengono fuori tanti feedback e bisogna coglierli per migliorare. In gara è venuto fuori un limite nuovo, a centrocurva non andavo proprio più avanti: non voglio dire che avevo un problema alla gomma ma è stato nuovo. Non ho potuto spingere fin dall’inizio e sono rimasto lì: ho visto il gruppone davanti, prima con Valentino Rossi e poi con Francesco Bagnaia. Fossi stato un po’ più avanti sarei stato lì nella mischia. Stamattina ho capito come fare alcune cose ma poi in gara ho faticato. Sono state due settimane un po’ anomale, da test. Sono successe tante cose, dobbiamo essere bravi noi a prendere gli input nel modo giusto perché fortunatamente c’è Bagnaia che sta prendendo bene la nostra moto, sta facendo bene la nostra frenata. Non c’è l’intento di copiarlo ma si può prendere qualcosa, studieremo“.

Loading...
Loading...

Le prossime tre gare sembrano essere favorevoli al Dovi, ma rimane con i piedi per terra: “A Brno lotteremo per la vittoria se ci metteremo a posto sulle cose che non funzionano. Ricordiamo che queste temperature non le troveremo più nel corso della stagione, bisogna prendere tutto con le pinze perché non si possono prendere decisioni in base a quello che è successo in questi due weekend anomali“.

Al momento non si sa ancora se Andrea Dovizioso correrà con la Ducati nel 2021: “Il contratto? Nella vita tutto è influente ma non è questo il punto, siamo concentrati sul lavoro ma non ci siamo. Abbiamo lavorato in una maniera che non condivido troppo, in un weekend gara bisogna lavorare su rifiniture e non su cose grosse: siamo costretti perché siamo indietro. In due gare abbiamo portato a casa dei punti, mi do la sufficienza“.


Infine un’ulteriore analisi: “In questo weekend abbiamo fatto un buon lavoro a livello di set-up ma tante cose non siamo riusciti a metterle a posto, il weekend si è complicato e poi il 14mo posto in griglia è stato importante. Sono successe tante cose, sta a noi lavorare nel modo giusto per metterci posto in vista di Brno. Sembra che il campionato sia partito settimana scorsa, senza test e con una gomma nuova. Dobbiamo stare tranquilli e studiare“.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI MOTOGP

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top